Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE FURIE

All'interno del forum, per questo film:
Le furie
Titolo originale:The Furies
Dati:Anno: 1950Genere: western (bianco e nero)
Regia:Anthony Mann
Cast:Walter Huston, Barbara Stanwyck, Judith Anderson, Wendell Corey, Gilbert Roland, Thomas Gomez, Beluah Blondi
Note:Soggetto dal romanzo "The Furies" dello scrittore e sceneggiatore statunitense Niven Busch, pubblicato nel 1948.
Visite:207
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/1/10 DAL BENEMERITO BELFAGOR

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Cotola
  • Davvero notevole! a detta di:
    Belfagor
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Daniela
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Rufus68


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 22/7/12 20:41 - 6690 commenti

Notevole ma poco conosciuto film del maestro Mann, in cui il regista americano dispiega a piene mani il suo enorme talento che si vede chiaramente oltre che nell'insieme anche nella costruzione di alcune scene memorabili. La storia, dai toni ben pi¨ cupi e pessimistici di quel che sembra in apparenza, Ŕ interessante ed avvince; i personaggi sono ben costruiti (indimenticabile quello di Vance); i dialoghi sono scritti in modo raffinato e magnifico ed anche la confezione Ŕ di primo piano. Da riscoprire e rivalutare specie per chi ama il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Fino al prossimo incontro". Le forbici. La scena dell'impiccaggione.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 23/1/18 22:37 - 7287 commenti

"Le furie" Ŕ il nome dell'enorme tenuta di un vecchio tiranno a cui solo la figlia osa tener testa. Quando lui si risposa, fra le due donne son scintille... Western in cui hanno largo spazio le contese famigliari con riflessi da tragedia greca nel rapporto fra odio ed amore che unisce Stanwyck e Huston, entrambi caratteri forti che pongono al centro della loro esistenza il possesso della terra. Rispetto ai capolavori del regista, il film ha un impianto piuttosto teatrale ed i dialoghi suonano talvolta retorici ma merita la visione per le prove del cast e la bella fotografia di Victor Milner.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'impiccagione con la vittima rassegnata al suo destino.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Belfagor 29/1/10 10:54 - 2550 commenti

Nel suo ultimo film, Huston interpreta un burbero e possessivo proprietario di un ranch in perenne conflitto con la figlia. A tratti verboso ma anche profondo e diretto con competenza, questo film pu˛ contare su un ottimo trio di protagonisti, che oltre a Huston comprende le bravissime Stanwick (la figlia) e Anderson (la nuova moglie). Il confronto generazionale assume anche risvolti psicanalitici. Una degna conclusione per una carriera intensa ma troppo breve.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'aggressione con le forbici.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Rufus68 7/1/18 10:16 - 1956 commenti

Un bell'affresco familiare, molto americano e anche molto leccato essendo declinato secondo i modi imperituri della maniera hollywoodiana. Ogni atto o psicologia, perci˛, Ŕ altamente prevedibile: per tali motivi non scatta mai nello spettatore il sentimento epico (e quello della finitezza umana, che rimane alla base della vera tragedia). Ci si accontenta (non Ŕ poco) delle valide interpretazioni (bravo Huston) e di alcune scene molto efficaci (le forbici, l'atterramento del toro).
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)