Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• MADAME BOVARY (6 PUNTATE)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/1/10 DAL BENEMERITO LUCIUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Lucius  28/10/13 0:52 - 2732 commenti

La Gravina è una spanna sopra le altre attrici del periodo e qui offre un'interpretazione sentita. I dialoghi appaiono curati e, seppur lo svolgimento pecchi di ritmo, con una storia come questa è impossibile non farsi catturare. Dispiace però per l'esiguo spazio dato a Pagliai, che appare solo a partire dal terzo episodio (per esigenze di sceneggiatura) e soprattutto quello che si avverte è una certa limitatezza nel budget, tangibile nelle scenografie e nelle poche riprese esterne. Comunque appassionante e con una regia attenta al romanzo di Flaubert.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Raremirko 30/1/17 22:12 - 481 commenti

Canonica e lineare, priva di brio, è una miniserie che si lascia seguire senza annoiare pur non brillando molto. Poco spazio a Rodolphe, in realtà personaggio chiave, molto alla Bovary, ben interpretata dalla Gravina. Bonacelli offre un'interpretazione controllata. Buona l'idea di inframezzare il tutto con brevi scorci dell'aula giudiziaria. Si finisce con una sequenza che mostra l'odierna realtà, proprio come nell'Edipo Re di Pasolini. Uno dei primi esempi di tv nostrana, a colori, di media fattura. Sei ore che non stancano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ogni volta che appare Corrado Gaipa (un eccellente Monsieur Lheureux).
I gusti di Raremirko (Giallo - Horror - Thriller)