Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE BURNING

All'interno del forum, per questo film:
The burning
Titolo originale:The burning
Dati:Anno: 1981Genere: horror (colore)
Regia:Tony Maylam
Cast:Brian Matthews, Leah Ayres, Brian Backer, Larry Joshua, Jason Alexander, Ned Eisenberg, Carrick Glenn, Carolyn Houlihan, Fisher Stevens, Lou David, Shelley Bruce, Sarah Chodoff, Bonnie Deroski, Holly Hunter, Kevi Kendall
Note:(aka "Carnage")
Visite:1558
Il film ricorda:Jolly killer (a Undying)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Non si chiama Jason, usa un paio di forbici da giardino al posto del machete, ma è evidente che il mostro di THE BURNING, fin dall'antefatto in cui viene in pratica arso vivo nel corso di uno scherzo finito male, è facilmente accostabile al più noto collega di VENERDI' 13. D'altra parte l'inatteso successo del film di Sean S. Cunningham non poteva che generare un filone, considerata la facile riproduttività della formula. THE BURNING, tra i tanti cloni, merita di essere citato per l'efferatezza degli omicidi, nei quali il guru dell'epoca Tom Savini si diletta infilando le forbici nella carne e facendo loro mozzare arti e dita con improbabile semplicità. Nella famosa scena della zattera (la più censurata nelle diverse edizioni video) il mostro dalla testa bruciata (la quale in definitiva molto assomiglia a una zucca di Halloween) uccide contremporaneamente cinque o sei persone in un irripetibile bagno di sangue, sfidando il buon senso ma divertendo lo spettatore. Ci sono poi altre scene splatter girate con bravura e gusto per l'effetto shock e si mescolano ad una frequente esposizione di nudi femminili (anche integrali) assolutamente inaspettata. Se vi aggiungiamo una regia corretta (del poco noto Tony Maylam) e un cast folto di giovani destinati a una fulgente carriera (Jason Alexander, Larry Joshua, Holly Hunter...) otterremo un horror sì banale ma anche complessivamente superiore alla media del genere. Le musiche sintetizzate del buon Rick Wakeman (già, proprio il glorioso tastierista degli Yes) provvedono al giusto climax, mentre l'ambientazione in un campeggio piuttosto affollato fa aumentare il numero delle vittime.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 24/10/14 11:23 - 2363 commenti

Precursore di Venerdì 13 o meno, il guaio con gli slasher così frollati è sforzarsi di viverli valutandoli con la mindmap della prima volta, fatica improba considerata l’abnorme evoluzione del sistema narrativo horror in cui versiamo. E’ già arduo che lo stracotto meccanismo dei dieci piccoli indiani possa ancora mozzare il fiato, figurarsi se è intavolato da una regia che non sa decidersi tra soluzioni figurative veraci ma sporadiche e fugaci e il lambire l’insulso, e da attori chiamati a far le sagome del tiro al bersaglio. Per tutto il resto c'è Tom Savini, e per qualche attimo son Cose.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Rebis 10/5/17 14:11 - 2075 commenti

Slasher quintessenziale e pedissequo nel chiosare il canone (fatto salvo l'incipit baviano, c'è proprio tutto: lo scherzo dagli esiti imprevisti, la nascita del boogeyman, il camping, il racconto davanti al fuoco, le soggettive). Emulo di Venerdì 13, è girato assai meglio e con più inventiva. Il gruppo di adolescenti in fregola è connotato con grande realismo - e il cast è sopra la media di produzioni analoghe: l'innocenza che sprigiona è un contraltare efficacissimo alle esplosioni emorragiche di Tom Savini che inzaccherano i corpi di emoglobina, vero fiore all'occhiello dell'intero film.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 27/8/14 14:50 - 3116 commenti

Slasher convenzionale ma complessivamente spassoso che spicca sulla miriade di film coevi per la ferocia e la qualità delle scene splatter. Il soggetto in realtà è ben poca cosa (con una sola sorpresina - non sull'identità del colpevole - piuttosto telefonata) ma la regia riesce a tener desta l'attenzione anche quando (quasi tutto il primo tempo) i toni si assestano sulla commedia. E per una volta il solo nudo integrale lo concede la campeggiatrice più intrigante (agli occhi del sottoscritto) del gruppo. Synth eccessivi ma efficaci. Guardabile.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 13/12/08 11:10 - 4504 commenti

Eccellente slasher d'annata, ascrivibile alla serie di "Venerdì 13", ma tutto sommato in anticipo rispetto ai mille altri cloni che seguiranno negli '80. Il merito del film è di entrare nell'azione da subito, lasciando pochissimi momenti morti e offrendo tanti colpi di scena. Ma la particolare crudeltà che traspare dalla vicenda e dalla ferocia del killer è il principale motivo d'interesse del film: gli omicidi sono davvero splatter e ben più impressionanti di quelli dei primi 2 "Venerdì 13". Ottima anche la fotografia, buono il cast.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena della zattera, esempio di rara violenza, tra l'altro girata con un ottimo stile.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Mco 16/8/16 18:16 - 2098 commenti

Venerdì 13 ci si trova per iniziare un tranquillo weekend di paura? Le scorribande in canoa, il campus estivo e la dose di violenza non possono che allietare chi ama il genere, soprattutto se a impreziosire il tutto ci pensano i trucchi del grande Tom Savini. L'abbrustolito ci va giù pesante con i forbicioni e serve una vendetta fredda davvero... al sangue! La Houlihan ci mostra un gradevole nudo integrale mentre Backer è un perfetto weird. Il resto è un bodycount che rispetta tutti i canoni del filone, trauma pregresso compreso. Bel film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'epifania del "mostro"; L'agguato in acqua.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Trivex 29/11/16 15:50 - 1423 commenti

"Action-slasher" piuttosto feroce, caratterizzato da immagini che lasciano poco all'immaginazione, durante gli omicidi. Ottima la parte iniziale, con "l'incidente" e poi il primo omicidio in città. Ben fatta è anche l'ambientazione al campus, con i ragazzi che spiano e quelli che sparano con pistole ad aria compressa, tra risate e frenesie adolescenziali, aspettando che arrivi "la morte". Ad un certo punto però la sceneggiatura si arrende un po' e la storia fila via in modo troppo convenzionale, senza quelle peculiarità che magari uno poteva aspettarsi.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 15/3/19 23:30 - 2699 commenti

Una tranquilla gita di paura con squartatore incorporato. Nulla di nuovo sotto il sole dello slasher, ma stavolta il film è onesto sin dal titolo e mette in scena i suoi teens con una certa freschezza (a causa, probabilmente, dell'anno di produzione: il manierismo non era nato o, addirittura, degenerato). Lo sbudellatore vendicativo ammannisce una doverosa serie di cruente ammazzatine, le nudità adolescenziali mettono il pepe al tutto (sesso e sangue!) e non ci si annoia troppo. Cast trascurabile (è carne da cesoia, dopotutto).
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Dusso 11/11/12 7:59 - 1533 commenti

Benché il regista affermi che il copione venne scritto prima di Venerdì 13 non si può non notare come questo sia un vero e proprio clone (il migliore che io conosca, sopratutto degli anni 80: la trama lascia il tempo che trova, ma ciò che lo eleva dalla media del genere sono gli ottimi effetti speciali di Tom Savini e alcune sequenze (celebre quella della zattera); la sapiente regia di Maylam aiuta a confezionare uno slasher con i fiocchi. Musiche curiose ma non troppo memorabili. Da vedere rigorosamente uncut.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Pumpkh75 4/4/14 21:25 - 1222 commenti

Slasher orgogliosamente impavido; nel senso che, pur poggiato su una struttura più che classica, gli innesta sopra più di una succosa variante: il gore decisamente spietato e copioso, full frontal inaspettati e topless virginali, scene girate ben oltre la routine. Inoltre cestina più di uno stereotipo del genere e ha il grande pregio di presentarci una gamma di personaggi originali: tutti giovanissimi, antipatici e per questo molto realistici. Nella sua specie, uno dei migliori degli anni 80.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Anthonyvm 15/5/18 22:44 - 1139 commenti

Sarà per la cura formale, sarà per la selvaggia ferocia dei delitti, per l'efficacia degli effetti speciali del mago Tom Savini, sarà per la musica di Rick Wakeman, ma questo slasher di palese ispirazione cunninghamiana si erge come uno dei migliori esempi del filone in assoluto, non solo degli anni '80. Cropsey è un boogeyman spaventoso e brutale, che purtroppo non ha goduto di uno o più sequel né pertanto dell'immortalità di un Jason o di un Michael. Ad ogni modo resta una pietra miliare del sottogenere che ispirerà molti slasher a venire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il famoso massacro sulla zattera a colpi di cesoie.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Digital 14/8/11 18:29 - 1071 commenti

E' un peccato che questo slasher non sia finora approdato in terra italica, perché a conti fatti è uno dei migliori. La regia di Maylam è convincente e gli omicidi, oltre ad essere estremamente sanguinosi (e qui i meriti vanno a Tom Savini), sono anche piuttosto bizzarri (da citare i ragazzi che si trovano nella zattera e vengono massacrati dal killer). Anche il cast, formato perlopiù da giovinastri, ci mette impegno e professionalità.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Jena 17/10/16 18:18 - 1056 commenti

Lo schema è quello del solito clone di Venerdì 13 (il mentecatto in cerca di feroce vendetta, i teen allupati sul lago, gli omicidi efferati) ma Maylam (autore del discreto Detective Stone) prova a metterci un po' di suo per distinguersi: dalla ferocia hard degli omicidi (perpetrati con una sorta di forbiciona) al livello molto hot dei soliti nudi (qui c'è un integrale davanti insistito mai visto nelle serie jasoniane), infine il faccione "fuso" del povero Cropsy (opera del buon Savini) nel disvelamento finale fa proprio ribrezzo. Per .

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La forbiciata in pancia alla prostituta (che fa tanto Argento e Fulci); Il massacro sulla zattera; Lo scontro finale con una specie di lanciafiamme.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Viccrowley 17/5/13 2:20 - 750 commenti

Dritto dritto dalla "Golden Age of gore" ecco arrivare questo slasher parecchio interessante, clone diretto di Venerdì 13. La storia del tuttofare sfigurato dal fuoco che torna per vendicarsi non ha nulla di originale, ma non è un difetto. Sangue a catinelle e una ferocia inusitata superiori in tutto a quelli della saga jasoniana, condite dagli SFX del mago Savini. Le cesoie di Cropsy affettano, dilaniano e sminuzzano stupidi teenager in una splatterfest da applausi. Chapeau.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la sequenza sulla zattera; Il make up di Cropsy.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Lupoprezzo 28/9/11 13:04 - 635 commenti

Sorprendente questo slasher sanguinolento diretto in maniera accettabile e con qualche bella trovata da Tony Maylam (che tra l'altro partecipa alla stesura del copione). I luoghi e le situazioni sono quelli preferiti dal sotto-genere (campeggio, lago, ragazze ignude, ragazzi infoiati e maniaco vendicativo al seguito). Nonostante gli omicidi siano centellinati il ritmo non ne risente più di tanto, complice anche una più che discreta prova dei giovani attori. Mitica l'efferata scena della zattera. Gli ottimi effetti truculenti sono di Tom Savini.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Fedeerra 3/9/17 4:57 - 314 commenti

Quando l'importante non è ciò che si racconta ma come lo si racconta. The Burning, infatti, propone una carrellata di omicidi fra i più violenti e brutali di tutto il cinema slasher degli anni 80. Si ricordano inoltre i meravigliosi paesaggi boschivi, la fotografia di Harvey Harrison e gli effetti speciali di Tom Savini.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)

Wangyu 9/10/12 23:08 - 93 commenti

La prima parte non promette niente di buono, molto spazio viene dato ad alcune tipiche imbecillità giovanili, con molte scene di nudo gratuito. Altro discorso invece per la seconda parte, dove fanno la loro comparsa omicidi a catena incredibilmente truculenti e realistici nonché una discreta suspence.
I gusti di Wangyu (Azione - Musicale - Western)

Maxspur 25/3/12 22:18 - 70 commenti

Discreto slasher concorrente sconosciuto del più fortunato Venerdi 13, dal quale si differenzia per una minore "eleganza formale"e un tono meno serioso compensando con una maggiore velocità d'esecuzione, splatter vario e ben dosato e un approccio sessuale più diretto, nei dialoghi e nelle azioni (nudo femminile frontale, eiaculazione precoce). Il cast è folto e spigliato, le scenografie campestri e con canoe (e banjo) offrono diversa carne al fuoco e alle "cesoie". L'incipit è Terror train, l'omicidio della prostituta è Dario Argento.
I gusti di Maxspur (Animali assassini - Fantascienza - Horror)