Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STORIE DI FANTASMI

All'interno del forum, per questo film:
Storie di fantasmi
Titolo originale:Ghost story
Dati:Anno: 1981Genere: horror (colore)
Regia:John Irvin
Cast:Fred Astaire, Melvyn Douglas, Douglas Fairbanks jr., John Houseman, Craig Wasson, Alice Krige, Patricia Neal, Ken Olin
Visite:1747
Il film ricorda:Audition (a Buiomega71), Fantasma d'amore (a Buiomega71, Claudius), Il ritratto di Jennie (a Buiomega71)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 5/5/07 15:51 - 4416 commenti

Più che per la storia, il film si guarda per il piacere di rivedere alcuni attori che sono una sorta di mito vivente (almeno al tempo della realizzazione della pellicola). La storia ha alcuni risvolti interessanti, ma non particolarmente approfonditi e l'interesse dello spettatore, qua e là, fa un po’ acqua.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 22/5/08 20:27 - 3875 commenti

Patetico, lento, mieloso: da latte alle ginocchia. Certo, l'effetto, più che speciale, è quello generato dalla presenza, in un horror, di Fred Astaire. Film vecchio, nel senso che è peggiorato col passare degli anni. Ambientato, a sua volta, a metà del XX secolo (tramite l'uso del flashback), racconta di un gruppo di anziani, responsabili, molti anni prima, della morte di una giovane ragazza. Il Lago, la nebbia e gli altri artifìzi del reparto thriller sono male incastrati nell'atmosfera principalmente tediosa e soporifera. Finale in salsa macabra, ma ormai inutile.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 14/2/09 11:01 - 4302 commenti

Ha indubbiamente una sua eleganza narrativa, gli attori se la cavano piuttosto bene (un plauso a geronto-Fred Astaire) e la fredda ambientazione, con spruzzate di buio, penombra, candele e ambienti sinistri contribuisce a creare l'atmosfera adatta per un film del genere fantasmi. Peccato però che sappia un po' troppo di datato; quel retrogusto non proprio piacevole che mina anche le scene che dovrebbero, se non impressionare, almeno far fare qualche piccolo sussulto al cuore dello spettatore, cosa che difficilmente avviene. Comunque, la pellicola mantiene una sua dignità e merita un'occhiata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Società degli Eterni... peccato che muoiano come mosche. "Noi schianteremo l'anima di questa città miseranda e le frantumeremo le ossa con i denti".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 4/10/15 8:43 - 5737 commenti

Titolo pleonastico, visto che si tratta di una classicissima storia di fantasmi con tutti gli annessi e connessi - manca solo la seduta spiritica - rivitalizzata dai macabri effetti speciali che deturpano il volto fine e diabolico della lussuriosa Alice Krige. Alla pregevole cura della fotografia, tetra e gelida, non corrisponde sempre quella della sceneggiatura, con snodi appena accennati (i due fratelli a servizio dello spettro ultore) ed altri inutilmente dilatati (il flashback). Grande reunion di vecchie stars di Hollywood, alle quali si affianca con dignità il bravo Craig Wasson.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli incubi di Fred Astaire; il recupero cadavere nel lago.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 6/6/08 13:48 - 6932 commenti

Raffinata e gustosa storia di fantasmi, che può contare su un cast incredibile fatto di vecchie glorie, più il giovane Wesson, su una regia piuttosto solida e professionale e su una storia (tratta da un romanzo di Straub) a tratti interessante ed affascinante, anche se con qualche lungaggine di troppo. Certamente non perfetto, ma tuttavia abbastanza riuscito e godibile.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 21/3/19 15:33 - 7940 commenti

Quattro vecchi amici, che scaramanticamente si sono auto-definiti "società degli Eterni", passano le serate raccontandosi storie di fantasmi... non è una buona idea, dato che sono i bersagli designati di un'anima tormentata. La presenza di vecchie glorie hollywoodiane impedisce di liquidare il film come un modesto spaventarello vintage ma la sceneggiatura, forse troppo fidando sull'appeal del cast, oscilla tra l'ingenuo ed il banale, mentre i pochi elementi potenzialmente interessanti sono mal sviluppati. Ordinaria anche la confezione. Da vedere solo per l'affetto verso Astaire & Soci.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 2/6/09 12:49 - 4721 commenti

Interessante horror. Irvin dirige una bella storia di fantasmi, con un buon ritmo (nonostante il film duri ben 1'50 non ci si stanca mai). Merito di un cast formato da mostri sacri (menzione d'onore per Astaire e Fairbanks junior). Buona atmosfera, finale non troppo scontato. Da segnalare anche l'ottima fotografia di Jack Cardiff (per esempio la scena d'apertura virata in rosso). Gioiellino.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 2/9/11 15:40 - 1541 commenti

Storia horror (da un racconto di Peter Straub) abbastanza apprezzabile, che ha la sua più grande pecca nella durata: troppe quasi due ore! Comunque gli attori sono bravi, specie Fred Astaire che nonostante l'età dimostra una buona verve. Si poteva fare meglio.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 16/4/15 18:00 - 5742 commenti

Horror molto inquietante, a cui non servono scene splatter o effetti particolarmente speciali per comunicare un senso di mistero e tensione fin dalla prima inquadratura. Ottimo il lavoro sui colori in fotografia, accattivante la scelta di far scoprire la storia poco a poco e non male la regia di Irvin, che sceglie un ritmo lento ma mai statico piuttosto che sprecarsi in scene fracassone e spaventi facili. Importante il cast, con quattro grandi attori del passato (anche se Fairbanks Jr è sprecato) e il buon Wasson. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rufus68 5/4/18 0:27 - 2574 commenti

Il classico filmetto di buona fattura formale, ma privo di un qualsiasi appiglio a cui agganciare un pur vago interesse. Il nobile cast (vien da dire: il cimitero degli elefanti) non aggiunge nulla; solo Wasson mostra un po' di verve, a differenza della scialba controparte femminile (quella teoricamente decisiva per le sorti della trama). Un paio di spaventi meccanici e nulla più.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 14/12/10 23:45 - 1979 commenti

Il ritratto di Jennie in versione necrofora e putrescente. Straordinaria storia di amour fou immersa nell'ovattata atmosfera invernale, tra terrifiche apparizioni fantasmatiche tra le più spaventose mai girate (l'incipit a New York, nello studio del dottore, in mezzo alla strada, in abito da sposa) e sensi di colpa mai sopiti. Irvin gela spesso il sangue (la Krige urlante nella vasca da bagno), conduce in un involucro fiabesco che odora di necrofilia. Agghiacciante il make up di Reardon e Smith, avvolgente l'angoscia. Forse una delle ghost story più inquiete mai girate.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ti porterò in posti dove non sei mai stato, ti farò vedere cose che non hai mai veduto, eppoi vedrò la vita fuggire da te".
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Nicola81 3/12/17 23:19 - 1652 commenti

Il passato che ritorna e la reincarnazione sono gli ingredienti di questo horror di stampo classico, che preferisce puntare sull'atmosfera anziché sullo splatter. Irvin dirige con eleganza un racconto dai ritmi distesi ma mai noioso, impreziosito da una confeziona sontuosa (splendida fotografia di Jack Cardiff, musiche di Philippe Sarde) e da una buona prova del cast: Astaire, al suo ultimo ruolo, è il migliore tra i vegliardi, mentre la non bellissima ma intrigante Alice Krige offre una serie di nudi inaspettati in un film del genere.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Pumpkh75 5/1/17 14:02 - 1176 commenti

Nella sua semplicità il titolo è fortemente esplicativo: siamo dalle parti della tradizione, dei brividi più classici, degli archetipi del terrore. Lungi da me additare tale tradizionalità come tediosa, anzi: tutto funziona splendidamente, dai raggelanti venti intimi all’inquietantissima Alice Kriege, dai trucchi al poker di vecchi marpioni da set, vero punto di forza e tratto peculiare della pellicola. Ardito, visti i tempi e l’atmosfera generale che tira nel film, il full frontal di Craig Wasson. Così non ne fan più, purtroppo....
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Von Leppe 25/3/19 12:55 - 919 commenti

Un gruppo di anziani signori si riuniscono per raccontarsi storie macabre, ma hanno uno scheletro nell'armadio. Il film è strutturato in modo interessante e anche molto classico per il genere fantasmi, in cui ognuno narra la propria storia che va a comporre un mosaico (ricorda quasi le trame dell'antologia di racconti gotici del 1812 “Fantasmagoriana”). L'ambientazione principale è in un paesino del New England in inverno, con la neve che crea una buona atmosfera.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Claudius 21/8/14 18:36 - 307 commenti

A mio avviso (dopo averlo visto sia in inglese che in italiano) uno dei migliori ghost movie di sempre, con atmosfere rarefatte old style (splendida la fotografia, soprattutto nel flashback) e impreziosito da un cast di stelle (ottimi Astaire e Douglas). Alice Krige dona un tocco di sensualità sconvolgente con la sua bellezza e un personaggio spregiudicato. Eros e thanatos d'autore. Semplicemente da collezione, sfiora il capolavoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il velo da sposa che si scopre; Il flashback anni 30.
I gusti di Claudius (Avventura - Horror - Sentimentale)

Beffardo57 21/10/17 21:51 - 206 commenti

Elegante storia gotica, raccontata con abilità e sorretta dall'interpretazione di uno stuolo di attori di classe. Il tema è quello della rimozione del passato che, negato e sommerso, è destinato a tornare, spandendo letali veleni, sinché l'agnizione consente finalmente di chiudere i conti e di liberarsi dal suo insostenibile fardello. Il film è un esempio di cinema molto professionale, senza vezzi autoriali o profondi messaggi da veicolare: intrattenimento puro, decisamente piacevole, per altro.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)