Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GUNAN IL GUERRIERO

All'interno del forum, per questo film:
Gunan il guerriero
Dati:Anno: 1982Genere: avventura (colore)
Regia:Franco Prosperi
Cast:Pietro Torrisi, Malisa Lang (Malisa Longo), Giovanni Cianfriglia, Emil Messina (Emilio Messina), Rita Silva, Lucky Aras (Fortunato Arena), Frank Galici (Franco Galizi), Philip Banks, Alba Lines (Alba Maiolini), Sabrina Siani
Note:Soggetto e sceneggiatura di Piero Regnoli. Musiche di Roberto Pregadio. Aka: "Gunan, King of the Barbarians"; "Lost Warrior"; "The Invincible Barbarian"; "Gunan - König der Barbaren"; "Mervians Sohn".
Visite:762
Il film ricorda: Conan il barbaro (a Undying)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/11/09 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Ciavazzaro
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Undying


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 17/11/09 13:41 - 3875 commenti

Il Gunan (versione poverella de no' altri di Conan il barbaro, 1981) è tale Pietro Torrisi (Mr. Italia) qui accreditato come Peter McCoy mentre la storia ricalca, senza troppa fantasia (e ancor meno mezzi), il film di John Milius. Malisa Longo (alias Melissa Lang) e Sabrina Siani (modicamente più all nature della collega) rappresentano l'unico punto di forza di un pedestre lavoro realizzato in miseria totale presso location tiburtine e tra i giardini di Bomarzo. Purtroppo anche l'ironia involontaria è assente e, tranne il gòffo titolo, del film è meglio perderne le traccie mnestiche: per sempre.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ciavazzaro 20/5/11 14:44 - 4722 commenti

Atroce fantasy-movie con un protagonista espressivo come un tronco di legno, scene d'azione al limite del ridicolo, attori uccisi già in scene precedenti che ritornano come nulla fosse. Il cattivo fa ridere, così come la scena del tentato stupro che viene evitato solo perché i tre assalitori litigano tra di loro su chi debba essere il primo a possedere la ragazza! Salvo solo l'amata Alba Maiolini nei panni della donna che salva i due gemelli nell'incipit. Terribile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Uno ucciso che respira ancora!
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)