Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'OPERA AL NERO

All'interno del forum, per questo film:
L'opera al nero
Titolo originale:L'oeuvre au noir
Dati:Anno: 1988Genere: drammatico (colore)
Regia:André Delvaux
Cast:Gian Maria Volonté, Sami Frey, Jacques Lippe, Anna Karina, Johan Leysen, Jean Bouise, Marie-France Pisier, Philippe Léotard, Marie-Christine Barrault
Note:Tratto dall'omonimo romanzo di Marguerite Yourcenar, edito in Italia da Feltrinelli.
Visite:347
Il film ricorda:Giordano Bruno (a Homesick)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/11/09 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 15/7/11 22:30 - 7281 commenti

In filigrana dietro alla figura del medico del 500, sofferto libero pensatore in un secolo cupo di violenza e intolleranza, sta la descrizione del complesso rapporto fra intellettuale e società (e potere) di ogni epoca. Il film, tutto imperniato sull’immagine del rassegnato protagonista ben reso da Volonté, ha il respiro lento della meditazione e lo sguardo attento dell’efficace ricostruzione storica. Peccato che il registro riflessivo tenda a diventare paludoso e passivo, limitandosi a seguire diligentemente ma senza slancio la narrazione.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 2/11/09 16:17 - 5737 commenti

Riduzione dell'omonimo romanzo della Yourceanar di cui viene utilizzata solo la seconda parte, quella concernente il ritorno al paese d'origine del medico-alchimista Zenone Ligre (XVI secolo), perseguitato come eretico dall'Inquisizione. Su studiati sfondi pittorici, Volontè tratteggia appassionato il profilo di un simbolo di libertà di pensiero e di ricerca, deciso a darsi la morte con lo stoicismo di un samurai piuttosto che subire la condanna al rogo: la sua interpretazione ravviva lo stile registico di Delvaux, spesso monotono e freddamente accademico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I flashbacks sull'infanzia di Zenone con la madre. L'incontro con la sorellastra. Il suicidio per svenamento.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Saintgifts 25/2/12 20:09 - 4099 commenti

L'interpretazione misurata di Zenone, da parte di Gian Maria Volontè, la fotografia, divisa tra la città di Bruges e la natura dolce e aspra delle Fiandre e la ricostruzione scenografica dell'epoca, sono tra gli aspetti più rimarchevoli di questo lavoro. Zenone, personaggio immaginario ma che si ispira a famosi medici e filosofi, mette in crisi la Chiesa Cattolica in uno dei suoi momenti peggiori, dove figure di santi si affiancano a figure becere molte lontane dal pontificato, interessate solo ad interessi di potere. Nulla di nuovo sotto il sole?
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)