Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE ALPHABET KILLER

All'interno del forum, per questo film:
The alphabet killer
Titolo originale:The alphabet killer
Dati:Anno: 2008Genere: thriller (colore)
Regia:Rob Schmidt
Cast:Eliza Dushku, Cary Elwes, Timothy Hutton, Tom Malloy, Michael Ironside, Bill Moseley, Carl Lumbly, Brian Scannell, Larry Hankin, Jack McGee, Melissa Leo, Andrew Fiscella, Rocco Sisto, Tom Noonan, Frank Rossi
Visite:781
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/10/09 DAL BENEMERITO CAPANNELLE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/2/12 7:14 - 10863 commenti

Tra poliziesco e thriller soprannaturale, procede la storia della detective (e fotografa) che da la caccia al serial killer dell'alfabeto. Alcune scene sono indubbiamente d'impatto ma non risollevano un film dall'andamento piuttosto prevedibile che raggiunge la sufficienza solo nella caratterizzazione psicologica della protagonista, interpretata dalla brava Eliza Dushku. Tra gli attori del cast si rivede Timothy Hutton.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Capannelle 21/11/09 16:48 - 3541 commenti

Le indagini sono meno complesse di quanto sembri dal titolo, la lente del regista è infatti sulla schizofrenia che colpisce la detective Megan (la Dushku, non male) quando lei si occupa del caso in cui le bambine uccise hanno tutte le stesse iniziali. Problema che la porterà in terapia e influirà sui suoi rapporti con i colleghi. Per un'ora scorre piatto poi ingrana una buona marcia. Finale discutibile ma non rovina l'atmosfera, anzi fa intravedere un possibile sequel. Regia nella media, poche scabrosità, del tutto anonimi gli attori secondari.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 12/3/12 3:10 - 4298 commenti

Thriller psicologico con qualche ambizione, ma non del tutto riuscito. Il regista tecnicamente pare sapere il fatto suo, ma si dimentica di imprimere un ritmo accettabile alla pellicola, che per buona parte della durata gira a vuoto e sembra un episodio di una delle tante serie TV americane. Si fa più interessante nell'ultima parte, quando la confusione mentale della protagonista peggiora, ma nel complesso rimane piuttosto sconclusionato e privo di mordente. Non male la Dushku, peccato per il suo doppiaggio italiano orribile. Guardabile e stop.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Mco 22/2/11 18:11 - 2038 commenti

Per parecchio tempo sono passato accanto a questo titolo esposto in un blockbuster della mia città, senza mai aver la voglia di noleggiarlo seppur incuriosito. Poi, visto che Rai 4 continuava a trasmetterlo, l'ho aggiunto alla mia collection, scoprendo nel medesimo un ordinario sk movie che però sofferma la lente di ingrandimento più sui tic emotivo-nervosi della Dushku (che offre anche un fugace topless di striscio) che non sulla figura psicodrammatica dell'assassino. E tale scelta non dispiace. Consigliato.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Saintgifts 3/11/14 10:31 - 4099 commenti

L'interpretazione della Dushku induce un tantino alla nevrosi (temporanea, fortunatamente) lo spettatore: questo significa che in un qualche modo l'attrice è riuscita a rendere bene il personaggio. Quando si parla di serial killer inevitabilmente si incappa in scene e situazioni simili ad altri lavori (come parlare di un amore e riuscire a evitare i baci). Fatto salvo ciò non giudico male il lavoro, comprese le visioni; piuttosto il finale lascia una sospensione troppo confusa, che non riesce a soddisfare. Azzeccata la scelta del cast, anche minore,
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 11/7/14 12:19 - 2587 commenti

Il thriller sovrannaturale è un genere che deve essere gestito molto bene per non cadere nel ridicolo o nel banale. Se Schmidt riesce a evitare la prima buca, grazie anche all'interpretazione della Dushku che funge da collante per un film altrimenti insostenibile, cade a picco nella seconda: tensione scarsa, sviluppo prevedibile e soluzione ancor più telefonata, le nevrosi della protagonista sfruttate solo per mandare avanti una trama boccheggiante. Il finale buttato lì è la ciliegina su una torta di delusioni.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Minitina80 12/9/16 19:54 - 1952 commenti

Thriller modesto che prende spunto da una storia realmente accaduta in cui il regista inserisce una componente legata al sovrannaturale. Trattandosi di minori scomparsi sembra una scelta obbligata che, in generale, paga poiché serve a dare un po’ di brio a una pellicola che altrimenti avrebbe poco per farsi notare. Mal sfruttato Ironside, debole e poco incisivo il resto degli attori, compresa la protagonista. Il doppiaggio, inoltre, non sembra adeguato e inficia la resa complessiva. Passabile una volta appena.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Il ferrini 13/9/16 1:32 - 1427 commenti

Schmidt abbandona le atmosfere horror e torna a dirigere un thriller dopo Suburbia. Il risultato non è indimenticabile ma il film si lascia guardare. Molto brava Eliza Dushku, soprattutto nelle "crisi" e non male anche il cast di contorno; a partire dal poliziotto cattivo Ironside e dal dottor Lumbly (il Dixon della serie Alias). Il colpo di scena sull'identità del serial killer in realtà non sconvolgerà lo spettatore più scafato, che l'avrà già intuito a metà film. Ritmo (fortunatamente) in crescendo, finale aperto a vari scenari futuribili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La visione di Megan nella chiesa di San Michele.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Gestarsh99 21/6/12 0:27 - 1129 commenti

Colui che nel 2003 aveva riacceso le miccia del nu-redneck para-settantiano decide qualche anno dopo di darsi al thriller psicologico-persecutorio, immettendosi nel classico alveo scavato dai vari Ringu, Echi Mortali e Anime Smarrite: spiriti insonni dall'oltretomba che tirano per il bavero il "volenteroso" di turno esigendo categoricamente giustizia terrena per l'onta subita. La regia di Schmidt s'ingolfa però con accidia negli stereotipi di prammatica e pur mantenendo la palpebra sollevata non regge decorosamente l'onere di temi primari come l'ossessione del proprio lavoro e la ricerca di una verità assoluta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il capannello via via crescente di "anime in pena" che circonda la protagonista, legata al letto di sedazione nella sua buia stanza manicomiale.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Onlypippo 5/2/10 18:08 - 38 commenti

Thriller soprannaturale che andrebbe bene, al massimo, per una puntata di Ai Confini della Realtà. Non coinvolge, non sorprende, niente... liscio come bere un bicchiere d'acqua. La trama sembra campata in aria, i colpi di scena verso la fine del film sono irritanti per banalità. Se proprio devo salvare qualcosa, salvo il finale! Eliza Dushku (che mi piace dai tempi di Buffy) non mi ha entusiasmato, ma d'altra parte il soggetto non è che lasciasse spazio a prove d'autore.
I gusti di Onlypippo (Fantascienza - Horror - Western)