Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LEBANON

All'interno del forum, per questo film:
Lebanon
Titolo originale:Lebanon
Dati:Anno: 2009Genere: guerra (colore)
Regia:Samuel Maoz
Cast:Yoav Donat, Itay Tiran, Oshri Cohen, Michael Moshonov, Zohar Strauss, Dudu Tassa, Ashraf Barhom, Reymonde Amsellem
Note:Leone d'oro al miglior film alla 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
Visite:576
Il film ricorda:Belva di guerra (a Jurgen77)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/10/09 DAL BENEMERITO SALTONE79

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/6/11 20:26 - 10686 commenti

Film israeliano vincitore del leone d'oro a Venezia, Lebanon mostra la guerra da una prospettiva particolarissima, quella dell'interno di un carro armato. Una visione forse ovattata ma molto significativa e pregnante in un'ottica antimilitarista che giunge allo spettatore in modo decisamente deflagrante. Se la messa in scena è ottima, altrettanto non può purtroppo dirsi per la caratterizzazione dei personaggi che restituisce figure piuttosto deboli e senza grande spessore.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 21/9/11 21:47 - 7124 commenti

Film antimilitarista che punta tutto sul coinvolgimento ansiogeno e quasi fisico, materico, dello spettatore, calato anch’egli dentro la carlinga di un carrarmato, in una claustrofobia radicale, tanto concreta quanto simbolica, interrotta da ciò che si vede all’esterno, ancor più cupo e agghiacciante. Non c’entrano né Israele né il "Libano": titolo da allegoria per indicare quel non-luogo che è qualsiasi campo di battaglia. Atrocemente schiacciato sui primissimi piani di 4 soldati “per caso”, come potremmo essere noi, nel nostro peggior incubo.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 17/6/11 10:54 - 6795 commenti

Considerazioni politiche a parte (più o meno pretestuose e giustificate), mi è sembrato un film eccessivamente incensato (non c'era proprio nulla di meglio a Venezia?) e per questo la sua visione è stata deludente. D'accordo, l'idea di partenza era interessante ma non lo è, a mio avviso, il modo di sfruttarla narrativamente. E soprattutto, come qualcuno ha già sottolineato, mi è sembrato un film incompiuto, manchevole del quid necessario a dargli la statura di grande lavoro. Alla fine si può dire (citando il Maestro) che non è male, dopotutto.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 7/11/09 19:54 - 2072 commenti

Ostentazione di realismo: Maoz strumentalizza il mezzo cinema all’esposizione, lo piega all’oggettivazione della catarsi creando un diaframma insolubile tra l’urgenza nobile delle intenzioni e il formalismo indolore dei risultati. Il processo di restituzione della realtà collassa e non genera angoscia alcuna. L’orrore fisico del conflitto resta programmatico, la claustrofobia dedotta dalle circostanze, l’universalità del male solo dichiarata; le psicologie pura maniera. La mutazione organica dell’abitacolo del tank, idea bella sulla carta, appare un'inopportuna concessione al surrealismo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 27/5/10 9:52 - 3469 commenti

È un racconto interessante perché ti fa arrivare il tanfo del chiuso, il rumore sordo della ferraglia, il macerarsi di giovani menti che vedono l'ambiente esterno solo attraverso un puntatore. Ma è anche incompiuto in certi snodi e inverosimile in certi assunti (tipo affidare un tank a quattro inesperti). Esagerato (ma non troppo) il Leone d'oro come sono esagerate le critiche di chi lo giudica troppo tenero con gli israeliani: si sarà perso qualche passaggio.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Supercruel 27/11/09 14:54 - 498 commenti

Leone d'oro a Venezia 66, Lebanon è un film fazioso e politicamente inaccettabile. Il taglio realista della pur ottima regia stride con la realtà dei fatti. Se il progetto era quello di una "revisione" a distanza dei fatti del Libano c'è un fallimento totale. Il messaggio che passa è questo: "ci dispiace tanto uccidere, ma siamo moralmente giustificati". Un pentimento di un certo livello, insomma. La cosa curiosa e grottesca è che pare che in Israele non abbiano gradito: i soldati appaiono "gay senza palle". Da rispedire al mittente. Pessimo.
I gusti di Supercruel (Azione - Fantascienza - Horror)

Saintgifts 17/5/16 9:41 - 4099 commenti

Un'idea buona che però non può avere la durata di un film. Quando arriva la scena della famiglia tenuta in ostaggio e poi massacrata, con la donna superstite, cade ogni dubbio: il film è fine a se stesso e il regista si crogiola negli spostamenti della torretta del carro indagando da un unico punto di vista sulla realtà, zoomando su visi senza sorrisi. Il messaggio contro le guerre proviene dall'interno del carro, dove un improbabile equipaggio ci rappresenta, a differenza dei decisi e addestrati militari all'esterno. Estetico, superficiale.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Didda23 21/10/10 20:55 - 1983 commenti

Come si fa a non rimanere affascinati dall'orginalità dell'opera di Maoz? Leone d'oro a Venezia strameritato. È un pugno violento e diretto allo stomaco, non si può rimanere indifferenti. A mio avviso uno dei film più anti-militaristi della storia del cinema. I soldati all'interno del carroarmato non sono affatto macchine da guerra, ma semplici ragazzi alle prese con un compito molto più grande di loro e il terrore presente negli sguardi, nei movimenti. Superbo.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Jurgen77 2/10/15 10:50 - 572 commenti

Ottimo film bellico del genere "point of view". Claustrofobico, realistico e con dialoghi minimali. Il regista ci catapulta in un tank israeliano condividendo con tutto l'equipaggio paure, tensioni, insicurezze. La guerra finalmente vista con gli occhi dei soldati di prima linea, senza filtri o ipocrisie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il carro armato nel campo di girasoli.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Cloack 77 24/5/12 17:10 - 547 commenti

Idea brillante, purtroppo unica: di tutto "l'armamentario" possibile utilizzabile, forse si è scelta la strada più semplice. Partendo dalle tensioni all'interno del carro, si poteva ampliare il discorso alle tensioni della guerra e di conseguenza al microcosmo delle famiglie, sempre tenendo il tutto sul filo della parola. Si è scelta invece la strada del teatro mista all'azione militare, senza alcun approfondimento dei personaggi (il pauroso, il capo incerto, quello deciso ecc.) e con bislacche scene horror iniziali.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Ishiwara 21/6/11 22:05 - 214 commenti

Uno di quei film che partono con una buona idea sviluppata senza troppa abilità ce portano a un risultato scadente. Rimanere per tutto il tempo con un punto di vista interno al tank era una buona idea e nonostante le visioni dell'esterno attraverso il puntatore siano tecnicamete misere, il risultato poteva anche essere decente. Il punto peggiore è lo svolgersi della crisi psicologica dell'equipaggio, che è sviluppato male: poca tensione e drammaticità cercata ma non trovata. Belva di guerra, su una situazione analoga, è sviluppato molto meglio. Peccato.
I gusti di Ishiwara (Animazione - Commedia - Drammatico)

Saltone79 25/10/09 18:42 - 5 commenti

Basato sulla personale esperianza bellica del regista, è un film che attrae ed angoscia lo spettatore, chiuso nel tank insieme ai carristi israeliani. Non importa che i dialoghi e la colonna sonora siano poco incisivi, quello che conta è ciò che succede fuori dal carro, visto attraverso il telemetro e sentito col clangore dei colpi sulla corazza, che si ripercuote sul microcosmo dell'equipaggio. Potrebbe essere una guerra qualsiasi degli ultimi 60 anni, ma è quella del Libano (1982): non potevano non esserci polemiche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’uomo è d’acciaio, il carro armato è solo ferraglia.
I gusti di Saltone79 (Commedia - Guerra - Poliziesco)