Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• NEGLI OCCHI DELL'ASSASSINO

All'interno del forum, per questo film:
• Negli occhi dell'assassino
Dati:Anno: 2009Genere: thriller (colore)
Regia:Edoardo Margheriti
Cast:Luca Ward, Antonella Troise, Antonio Cupo, Marco Bonetti, Fabio Ferri, Giada D'Auria, Sara Filizzola, Eros Galbiati, Giulia Lippi, Paolo Lorimer, Orfeo Orlando, Lucia Ricalzone, Alessandro Riceci, David Traylor, Tatiana Winteler
Note:Film per la tv, trasmesso in prima serata da Canale 5. Durata 100 minuti.
Visite:704
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/9/09 DAL BENEMERITO STEFANIA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Stefania, Amina
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Homesick
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Tomastich
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Ira72


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 8/12/13 8:07 - 5737 commenti

Molto saggiamente, Margheriti jr. non si affanna a perseguire tensione ed efferatezze che il mezzo televisivo gli nega e si concentra invece sullo sviluppo della trama poliziesca, sapendo renderla avvinghiante e serrata. Il basso livello recitativo (inqualificabile Antonella Troise) si alza in virtù del carisma e alla voce di Luca Ward, criminologo agli arresti domiciliari per un presunto (e l’ambiguità non viene sciolta) uxoricidio; anche Marco Bonetti fa la sua parte come un attore della vecchia guardia. Fuori luogo la melensa “The power of love” dei Frankie goes to Hollywood.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La minaccia in piscina: inutile dire che le ombre di Tourneur sono sempre in agguato… .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Stefania 14/9/09 16:16 - 1600 commenti

L'incipit si ispira sia a Il fuggitivo che a Il silenzio degli innocenti: criminologo sospetto uxoricida affianca una donna commissario nelle indagini su un serial killer. Un meta-serial killer, direi: i suoi delitti imitano i vari tipi di omicidi seriali catalogati in un libro il cui autore è lo stesso criminologo... Margheriti junior confeziona un prodotto televisivo superiore alla media, grazie a una regia spigliata e alla grinta degli interpreti. La tensione è elevata e il finale non è affatto scontato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "scenografia" che il killer allestisce intorno ai corpi delle vittime. La ragazza nella gabbia elettrica...
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Tomastich 30/11/13 11:17 - 1203 commenti

Il figlio del grande Margheriti, nell'ultimo lustro, ha lavorato spesso con le reti Mediaset. In questo caso siamo di fronte al suo miglior lavoro... e questo potrebbe far capire tante cose. In realtà in tv si è visto anche di peggio, soprattutto a livello di trama; questa infatti è copiata dai libri di Lincoln Rhyme in maniera spudorata e quindi almeno qualcosa di buono ce l'ha. Gli attori invece meritano l'insufficienza chiara e tonda, soprattutto la Troise e Cupo.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ira72 29/1/19 22:51 - 782 commenti

Non si capisce se gli attori recitino male o siano doppiati peggio. E come citare tutti i predecessori a cui Margheriti si è “ispirato” (per usare un eufemismo)? Fatto sta che, nel complesso, tra una scopiazzatura, un arrabattamento, budget probabilmente basso e interpretazioni latitanti, il film diventa quasi interessante. Vero. La tensione è pressoché azzerata. Ma. L’effetto finale è talmente kitsch e rilassante che sembra quasi di tornare indietro di quarant’anni. Comunque: casereccio come solo certi registi italiani sanno e - soprattutto - sapevano fare.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Amina 19/2/12 14:52 - 3 commenti

In realtà la sceneggiatura ha pescato a piene mani da alcuni altri film, da Il collezionista di ossa fino a Copycat. Se si indulge sulla protagonista femminile, il film è ben confezionato e molto al di sopra della media dei prodotti televisivi. Ottima la regia, che riesce a districarsi bene anche con i limiti di un cast scelto ovviamente dal committente televisivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza del nuoto sincronizzato in piscina e lo stile diversificato per ogni omicidio.
I gusti di Amina (Fantascienza - Horror - Thriller)