Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GLI INVINCIBILI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/9/09 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 20/5/11 17:04 - 10885 commenti

Filmone d'avventura in puro "hollywood style": in oltre due ore (forse un pò troppe) succede di tutto, dalla deportazione ai rapimenti, inseguimenti e quant'altro. Molta carne al fuoco, ma lo spettacolo non sempre è all'altezza della situazione quanto a contenuti (a volte si sfiora il ridicolo) ma la "confezione" è di primissimo ordine come è lecito aspettarsi da DeMille.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Saintgifts 9/9/09 10:04 - 4099 commenti

1763. Colonie inglesi in America settentrionale. C'è anche George Washington colonnello. Una ragazza condannata a morte sceglie di essere mandata come schiava e quindi venduta nella colonia inglese. Lo schiavismo era legale e riguardava anche i bianchi condannati a scontare in questo modo la pena. Nonostante il nutrito cast e il famoso regista di futuri kolossal, non è un gran che, ma descrive abbastanza bene il momento storico in cui bianchi di pochi scrupoli armavano gli Indiani, che poi facevano la guerra agli stessi bianchi...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inverosimile salto dalla cascata in cui Gary Cooper, con la Goddard, si aggrappa al ramo. Gli Indiani "fregati" con la bussola.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Von Leppe 27/11/15 12:34 - 919 commenti

Vecchio western americano che vorrebbe essere storico e mostra come i coloni inglesi fossero portatori di valori di libertà, oppressi dai selvaggi nativi americani, chiamati comunemente indiani, capitanati dall'icona horror Boris Karloff (qui nelle sembianze di un inquietante capo tribù). Film zeppo di cliché del genere a cominciare dalla protagonista, venduta come schiava (bianca e inglese) e comprata da quello che dovrebbe essere l'eroe buono per liberarla da un cattivo che, guarda caso, ha sposato un'indiana e sta dalla parte dei nativi.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)