Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I BASTARDI

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/8/09 DAL BENEMERITO RENATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 30/11/16
Duccio Tessari trasferisce in New Mexico due icone del nostro western come Giuliano Gemma e Klaus Kinski (per tacere della sempre splendida Margaret Lee) e imposta un noir piuttosto datato i cui retaggi di un genere che all'epoca era ancora in salute si rinvengono anche in omaggi plateali (la pena alla Django inflitta a Gemma rendendogli a dir poco faticoso l'impugnare una pistola). La storia vede i due divi nei panni di due fratelli criminali figli di una madre vanesia dedita all'alcol (Rita Hayworth!). Adam (Kinski) è quello che la mantiene mentre Jason (Gemma) è il più "giudizioso", innamorato di una giovane (Lee) destinata a rivelare pieghe inaspettate in un carattere ambiguo. Ma non è bene svelare troppo in un film i cui colpi di scena sono quasi la base fondante, attorno ai quali si dipana una vicenda non troppo interessante né originale. La ricerca di ribaltamenti che spiazzino ad ogni costo funziona però solo fino a un certo punto. Di sicuro movimentano un pre-finale del tutto inimmaginabile, ma allo stesso tempo finiscono per far apparire forzato il vero epilogo, di cui davvero non si sentiva la necessità. D'altra parte le lunghe panoramiche, le canzoni tipicamente anni Sessanta che riempiono i silenzi ci restituiscono un film che procede a sbalzi, con improvvise impennate action a spezzare una monotonia di fondo che non bastano certo le tirate della Hayworth a spezzare. Si rimane più affascinati dalla bellezza della Lee e di Claudine Auger (che compare nel ranch dove Jason viene ospitato dopo il tragico incontro sul fiume), partner di un Gemma che non convince del tutto mentre si strugge pensando alla sua situazione o medita una vendetta da declinare non si capisce bene come. Efficaci alcuni momenti quasi poetici come la lunga scena nel campo di papaveri rossi, ma sembrano inseriti senza un vero perché tra sequenze molto più canoniche e prevedibili momenti tra le lenzuola ("Ti è piaciuto?" "No, perché tu non c'eri, non eri con me" "Hai ragione", quando Jason fa sesso con una ma pensa all'altra), proseguendo tra paesaggi aridi (a volte anche spettacolari) che comunicano la stessa sterilità di fondo avvertibile in sceneggiatura. Manca l'impennata che possa farci ricordare il film. Così risulta solo una routinaria esperienza oltreoceano per un regista che ha avuto spesso difficoltà nell'infondere la necessaria incisività ai propri lavori.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 12/10/14 8:52 - 5737 commenti

La parentela tra western e noir è stretta, come dimostra il sopravvalutato Tessari in questo truce film, che tuttavia cade su una sceneggiatura carente e dalla forzata tragicità. Gli attori sono incapsulati in grigi stereotipi (Gemma è «un cretino sentimentale», sebbene ad un certo punto si ricordi di una lezione di Lee Van Cleef; Kinski eterno psicotico; la Lee donna fedifraga) o in figure passive e irrisolte (la Auger). Al crepuscolo della carriera, la Hayworth affronta con professionalità inattaccabile un ruolo ai limiti della caricatura, da incorniciare insieme alla trovata finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il volto fine e incantevole della Auger; Il babbeo Gemma che, a dispetto di quanto le ha combinato, continua a fidarsi della Lee (!).
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 28/8/09 11:17 - 1495 commenti

Gemma e Kinski fratellastri, figli di una Rita Hayworth nel suo ruolo probabilmente più umiliante di sempre. Il tono del noir funziona discretamente, e molte sequenze sono risolte in modo brusco e funzionale alla storia: c'è però qualcosa che non quadra, ed il notevole colpo di scena del prefinale non può certo mettere tutto a posto.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 2/1/15 13:23 - 6888 commenti

Piccola gradevole sorpresa questo film che incrocia bizzarramente, ma in modo riuscito, noir e western (seppure in piccola parte). La trama non presenta elementi di particolare originalità, ma il ritmo è buono e senza troppe pause. Così si arriva in fondo piacevolmente e con alcune bei momenti regalati dalla regia di un Tessari che non è l'ultimo arrivato. Ricco il cast che fornisce buone prove, anche se mette infinita tristezza la Hayworth che omaggia le qualità del J&B.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bellezza della Lee e della Auger.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Iochisono 8/8/10 0:10 - 133 commenti

Un capolavoro. Gemma e Kinski sono due fratelli rapinatori (Kinski quello folle), la Hayworth è loro madre, alcolizzata. Margaret Lee è la più grande stronza di ogni tempo. Ambientato nel Nuovo Messico, ha stile e trovate da vendere ancora oggi, ma Tessari & Co. con questo film rimettevano in gioco già nel 1968 tutto quanto detto fino allora con lo spaghetti western e in una nuova direzione, con l'unico difetto di essere troppo avanti, più avanti del poliziesco all'italiana che ancora doveva arrivare!
I gusti di Iochisono (Commedia - Horror - Poliziesco)

Daidae 15/3/13 11:30 - 2569 commenti

Un onesto film del grande Tessari, che nonostante questo mezzo passo falso resta uno dei registi più dotati del nostro cinema. Poca carne al fuoco: la solita storia di gangster e tradimenti. Qualche scena forte; si lascia vedere. Mi aspettavo qualcosa di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'operazione del dottore; Gemma si esercita sparando su delle corde.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Mco 24/7/17 12:17 - 2037 commenti

Una mescola di dubbia consistenza quella che ci propina Tessari, in trasferta nel New Mexico. I due protagonisti giocano a chi è più cattivo mentre una deprimente Rita Hayworth si consuma tra litri di alcol a corollario di una vita poco felice. La voluntas vindice tipicamente western si inserisce in un contesto noir ma ciò che difetta è principalmente il ritmo, a cui va aggiunta una dose abbondante di prevedibilità. Il parterre femminile di buon livello (Lee uber alles) e il finale crudele permettono comunque di arrivare alla sufficienza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la sequenza conclusiva.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Giùan 8/7/17 15:31 - 2587 commenti

Prototipo di stracult italiano: titolo estremo e irresstibile, cast da far rizzar il pelo a ogni presunto cinefilo scafato, script che mette insieme insane follie e cialtronate, regista che (purtroppo) annacqua tutto con mestiere e professionalità. Ne vien fuori in questo caso un bocconcino non indigesto, alla cui succulenza tuttavia non giovano parentesi inconsistenti (l'incontro di Gemma con la Auger), mentre funziona eccome lo sguaiato triangolo familiare tra i fratellastri Giuliano-Kinski e una Hayworth che maatroneggia senza ritegno. La Lee avvampa.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 15/6/17 21:29 - 2488 commenti

Tutto funziona a puntino, sin troppo. Ciò che manca è il mordente: la regia non incide mai davvero (nonostante il mestiere e qualche originale chicca disseminata qua e là) e gli attori si adeguano al tran tran dei cliché. Il finale, però, concedendo poco al tritume della vendetta e molto alla cieca fatalità si apre a una svolta originale. Brava la Hayworth, a suo agio in un ruolo autobiografico.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Fauno 29/4/11 11:57 - 1799 commenti

Stile e ambientazione lo rendono simile ad un western dei giorni nostri, ma azione, colpi di scena (quello finale è ultracult!) e talento degli attori (la Hayworth su tutti, ma anche la Auger è raro vederla in un ruolo mite) lo rendono più che notevole. Gemma, Kinski e la Lee sono come li conosciamo, ma hanno una carica in più. Di ingredienti non ne mancherebbe neanche uno... non arriva al massimo solo per l'estrema prosaicità dell'assieme, ma è davvero straconsigliato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Avevo previsto anche questo... la prossima volta non controllare solo se la pistola è carica, ma controlla anche di che cosa è carica...".
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 27/2/17 16:14 - 1629 commenti

Uno dei primi noir italiani, ma la trama è degna di uno spaghetti western e in tal senso la scelta di Gemma come protagonista non appare affatto casuale. Nulla di originale a livello narrativo, sebbene non manchino i colpi di scena, ma Tessari dirige con bravura, sfrutta piuttosto bene i suggestivi scenari del Nuovo Messico (splendidamente fotografati da Carlo Carlini) e può contare su un cast notevole in cui spicca ovviamente Rita Hayworth che, in una delle sue ultime apparizioni, affronta dignitosamente un ruolo a forte rischio caricatura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio; L'agguato sul fiume; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 9/5/19 14:51 - 1537 commenti

Notevolmente in anticipo sui tempi Tessari gira negli Usa un gangster-movie che vede due fratelli delinquenti (Gemma e Kinski) contendersi il bottino di una rapina, l'amore di una donna traditrice e la lealtà di una mamma alcolizzata (una Rita Hayworth irriconoscibile dai toni morbosi e patetici). Buon noir, in cui le ambientazioni nei grandi spazi del New Mexico sottolineano il legame della trama con l'impostazione da western, mentre la violenza e la colonna sonora jazzata ne garantiscono il salto nella contemporaneità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La rapina all'inizio; Il terremoto finale.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Maik271 27/4/17 22:38 - 436 commenti

Originale nella location (Nuovo Messico) il film, coproduzione italo-franco-tedesca, unisce violenza e comicità come il regista predilige e si dimostra, dopo un inizio stentato, un lavoro discreto. Nel cast di buon livello ci sono bravo Gemma faccia d'angelo, Kinski (il vero bastardo del film) e la bella Auger. Bella la colonna sonora di Magne e Rustichelli.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Manfrin   11/1/16 16:17 - 298 commenti

Digressione americana per la coppia Tessari/Gemma che tra i bei paesaggi del Nuovo Mexico confeziona una banditesca vicenda con lotta fratricida. Se Kinski è infatti il fratello di Gemma (sic!), l'alcolizzata e ingenua madre dei due è addirittura una quasi irriconoscibile cinquantenne Rita Hayworth. La situazione sa di già visto,(magari in tema western), il ritmo va un po' a strappi ma le scene d'azione sono di buon livello. Interessante finale non convenzionale.
I gusti di Manfrin (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Aborym 1/12/16 23:31 - 28 commenti

E’ la storia di due fratelli fuorilegge che si ritrovano a combattere l’uno contro l’altro. In mezzo, la loro madre e una conturbante femme fatale. Il film, girato negli Stati Uniti, si stacca dalla produzione italiana dell’epoca per la crudeltà di alcune scene e la cattiveria e perfidia di alcuni personaggi. Nonostante alcuni passaggi narrativi deboli e banali, il film colpisce per il suo essere assolutamente in anticipo sui tempi (i noir di Di Leo usciranno quattro anni dopo) e per la brutale immagine del legame di sangue che ci viene offerta.
I gusti di Aborym (Drammatico - Giallo - Thriller)