Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SOLE ANCHE DI NOTTE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/8/09 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 6/8/09 16:59 - 10957 commenti

Tratto da un racconto di Tolstoij, Il sole anche di notte è un film dalle premesse ambiziose ma non del tutto riuscito. I registi non sono riusciti a ricostruire la profonda umanità del personaggio che rimane una figura bidimensionale anche a causa della prova piuttosto anonima del protagonista, il non eccelso Julian Sands. Discrete la messa in scena e l'ambientazione.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 4/8/09 23:38 - 7045 commenti

Nel cinema, come del resto nell’arte in genere, la forma è importante ma non è tutto. Sembrano non averlo capito i Taviani che si accontentano di confezioni professionali e di film leccati ma spesso, come in questo caso, abbastanza vuoti e fini a se stessi. Sciapa, come al solito, la prova di Sands. Le musiche di Piovani poi sono sempre uguali a se stesse. Tratto da un bel racconto di Tolstoij che ne esce tremendamente banalizzato. Cosa c’entri poi l’ambientazione borbonica con il grande scrittore russo lo sanno solo loro.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 12/9/17 12:51 - 8143 commenti

Conte modesto scopre che la futura sposa è stata amante del re e prende la via del convento e della santificazione... I Taviani si ispirano ad una nobile fonte letteraria ma la stravolgono con una borbo-italianizzazione che, se offre appiglio per pregevoli scorci di città e paesaggi, priva la vicenda delle sue radici, esponendola al rischio del ridicolo. L'innegabile cura della confezione non basta a rendere interessante il film, interpretato ad un cast internazionale poco in parte, a cominciare dalla decorativa Kinski e da Sand, assai impacciato nell'esprimere il misticismo del protagonista.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Paulaster 20/2/15 10:46 - 2344 commenti

Il percorso umano di un eremita con accenni di santità trova apprezzamento nella seconda parte, dove anche le ambientazioni severe aiutano nel corredo dell’introspezione. Disomogeneo nei salti temporali iniziali, non produce empatia tanto da far apparire i dialoghi come uno sceneggiato in costume. Sands ha troppo fascino per passare come un mendico e il contorno femminile è grazioso ma mal calato nella parte. Musiche inconfondibili di Piovani alleggeriscono i toni. Regia con buone inquadrature ma senza uno schema preciso.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Lythops 27/1/15 20:00 - 972 commenti

Le vicende di Sergio Giuramondo, che lascia la promettente carriera militare e la promessa sposa che lo ha tradito per farsi prima religioso, poi guaritore e quindi eremita dopo essersi arreso, anche se solo una volta, ai desideri della carne. Il film non manca di poesia e di momenti davvero intensi, ma propone una narrazione asettica, fredda, che la musica di Nicola Piovani cerca invano di rendere più calda e che non per nulla ha vinto un Nastro d'argento. Da vedere se interessa il tema; interpretazioni non memorabili.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)