Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ARIA SALATA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/7/09 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 27/7/09 9:01 - 7332 commenti

Educatore carcerario ritrova dopo 20 anni il padre, in galera per omicidio. Un film eccellente, che evita la retorica e i luoghi comuni, pur affrontando il tema del rapporto tra padre e figlio (nonchÚ il tema del carcere), e regalando scene ad alto tasso emozionale. Personaggi con una psicologia complessa e contraddittoria, veri e pulsanti, che animano una trama capace di guizzi, arrivando a un pazzesco finale da brividi. Una cinepresa ravvicinata e partecipante, un ritmo pensoso e incalzante. Bravo Pasotti, eccezionale Colangeli.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Capannelle 30/3/10 17:12 - 3575 commenti

La linfa del racconto Ŕ tutta nel rapporto tra un Pasotti discreto, nonostante tenda a sgranare gli occhi e andare sopra le righe senza motivo, e il Colangeli molto bravo nel suo ruolo sofferto di ex-duro che intravede (ma non abbastanza) una possibilitÓ di recupero dei rapporti da lungo troncati. Bravo Angelini a rimanere sufficientemente distaccato ma senza per questo rinunciare a indagare i problemi dei personaggi coinvolti. Qualche trama rimane sospesa ma sono dettagli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La finta gita fuori porta.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 31/7/09 18:54 - 4436 commenti

Esemplare tipico del "nuovo" cinema italiano d'autore, questo film offre una storia non del tutto originale, ma affrontata con un realismo apprezzabile e non priva di alcune buone trovate. Pasotti Ŕ abbastanza insopportabile ma Colangeli Ŕ eccellente e buono Ŕ anche il resto del cast. Si respira un'atmosfera altamente depressiva, urbana, aiutata dalle belle musiche (mai invadenti) e da un andamento lento ma non per questo noioso. Il finale arriva inaspettato e lascia un po' cosý, ma il film merita comunque una visione per chi ama il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Colangeli che simula una gita fuori porta con gli altri carcerati.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Mco 27/11/10 12:09 - 2085 commenti

Che bel film! Rapporto tra padre e figlio interrotto col carcere si ricompatta (per quanto possibile) col carcere stesso, dove il figlio stesso svolge la mansione di educatore. Testa a testa tra Pasotti e Colangeli in un concerto di sguardi, sorrisi beffardi, ammiccamenti e lacrimucce. Entrambi recitano molto bene senza mai sfociare nella retorica stantýa e la mano del ragazzo tesa al parente per farlo uscire dall'acqua Ŕ un'immagine che resta a lungo.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Pinhead80 20/6/17 20:33 - 3479 commenti

L'assenza si fa presenza inaspettata e diventa ingombrante, quasi fastidiosa. Il tempo perduto che nessuno pu˛ restituire diventa un peso che schiaccia, sino a lasciare senza respiro alcuno. Nonostante l'interpretazione sentita ma fin troppo carica di Pasotti, quello di Angelini Ŕ un film onesto e verosimile, costruito su emozioni sincere che permettono di empatizzare con i personaggi. Il mare Ŕ lo scenario dove si apre e si chiude il film e l'aria salata Ŕ quella che si accanisce sulle ferite interiori che non intendono rimarginarsi.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Nando 24/11/10 0:07 - 3322 commenti

Un educatore carcerario scopre che lo scomparso padre Ŕ in realtÓ un omicida. Nasce quindi un rapporto sofferto e contrastato tra i due. Ben evidenziato il sistema carcerario italiano e interessante la narrazione che si avvale di un intenso Colangeli e di un discreto Pasotti, di contorno le altre figure. Inaspettato il finale.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Gi¨an 23/4/12 13:52 - 2648 commenti

Lusinghiero esordio al lungometraggio del documentarista Angelini, in un film distante anni luce dalla urticante artificiositÓ con cui le "patologie" familiari sono "celebrate" oggi da fiction e spettacoli TV. Encomiabile la precisione sentimentale della sceneggiatura, frutto di un percettibile lavoro sul campo (i penitenziari) ma anche sugli attori, la cui credibilitÓ Ŕ parte integrante della resa. ╚ un privilegio in particolare citare l'implacabile prova di Colangeli, valore aggiunto che molta ruggine toglie al film. Evidente l'influsso dei Dardenne.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il viso di Michela Cescon; Il finale.
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 17/4/15 17:49 - 2338 commenti

Interessante la contrapposizione dei valori familiari lasciati filtrare attraverso le sbarre del carcere. A parte qualche frase a effetto non ci si crogiola nel sentimentalismo; si lascia invece che il sapore amaro pervada gli spazi, i primi piani e i rapporti. Pasotti Ŕ al solito troppo aggressivo anche se crede nel personaggio, Colangeli al contrario riesce anche a commuovere. Regia con pecche specie nella parte finale, girato poco originale con macchina in movimento.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)