Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ROBOT MONSTER

All'interno del forum, per questo film:
Robot monster
Titolo originale:Robot monster
Dati:Anno: 1953Genere: fantascienza (bianco e nero)
Regia:Phil Tucker
Cast:George Nader, Claudia Barrett, Selena Royle, John Mylong, Gregory Moffett, Pamela Paulson, George Barrows
Visite:385
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Tipicissimo esempio di quella fantascienza americana a costo zero che negli Anni Cinquanta proliferava senza vergogna regalandoci vagonate di autentico trash. Qui l’invasore arrivato in avanscoperta è uno solo, un gorillone con in testa un casco da astronauta dalla visiera offuscata capace di parlare un perfetto inglese. E’ arrivato dal suo pianeta per distruggerci e l’ha fatto in poco tempo col suo raggio cosmico riportando la Terra in pieno Cretaceo (a giudicare dalle ridicole lotte tra dinosauri che compaiono qua e là senza una logica). Si sono salvati in otto, una famigliola e tre scienziati che hanno inventato un antibiotico in grado di debellare ogni malattia. Buon per loro, ma il ro-man si nasconde in una caverna lì vicina con la sua attrezzatura (un visore e una macchina che produce, chissà perché, bolle di sapone) e continua a minacciarli via video. Una storia tanto elementare e rozza che gli autori pensano bene di attribuirla alla fantasia di un bambino (era tutto un sogno di un ragazzino suggestionato dall’incontro con una paio di archeologi). Lo spettatore deve sorbirsi però, tra una sghignazzata e l’altra, i pedanti dialoghi della famiglia sopravvissuta, le camminate eterne degli umani e del ro-man nell’arido paesaggio che li ospita e perfino un’improvvisata storia d’amore (con tanto di matrimonio celebrato tra pochi intimi) che indispone. La situazione in pratica tende a ripetersi senza grosse variazioni dall’inizio alla fine, con il ro-man nella caverna che contatta alternativamente - via visore - gli umani e i suoi capi lontani e dall’altra la famiglia che pianifica il da farsi. Fotografia, in bianco e nero, povera come tutto il resto.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 20/1/11 18:30 - 4250 commenti

Ecco la madre di tutte le fantaboiate (e non basta il solito, trito escamotage finale per salvare il baraccone). Se avessi visto un simile film al cinema, all'uscita mi sarei nutrito delle viscere di cassiere e proprietario. E' persino difficile descrivere tutte le idiozie presenti, a iniziare dai personaggi, già pietosi e ulteriormente massacrati dai dialoghi. Chi ha sceneggiato una tale pellicola, con un robot gorilla, immagini rubate con dinosauri in stop motion e un varano e un coccodrillo che si massacrano, dovrebbe essere internato. PS. I bambini non sono fessi, mentre gli adulti...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli ultimi fotogrammi (si ripete la stessa immagine), che spero abbiano spinto l'allora pubblico a devastare il cinema.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Ciavazzaro 17/5/08 15:05 - 4706 commenti

Film di fantascienza minore, come andava di moda negli anni 50'. Gli appasionati del genere lo ameranno pur nella sua semplicità (gli spaziali non sono altro che dei robottoni), gli altri invece potrebbero trovarlo datato e noioso (io appartengo alla prima categoria). Trasmesso molto spesso da Raisat cinema.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Belfagor 7/3/10 17:28 - 2581 commenti

Gli ingredienti ci sono tutti: un mostro quanto mai improbabile, un sacco di tempi morti, una trama tanto banale quanto noiosa. Questo film merita in pieno l'ingresso nell'Olimpo del trash a far compagnia alle manos infuocate e ai piani dall'oltrespazio. L'originalità del mostro (un gorilla con il casco spaziale) lo rende una perla nera nel mare in tempesta della fantascienza a costo zero degli anni '50. Un evergreen nella lista dei peggiori film di tutti i tempi.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Rufus68 2/2/19 16:16 - 2376 commenti

Uno dei film più brutti di tutti i tempi. Non solo per la povertà di mezzi e la scarsa vena degli attori, ma per la micidiale caparbietà del regista e degli sceneggiatori (?) a ricercare il peggio a ogni costo: gli effetti speciali con bolle di sapone, gli alieni come gorilla obesi con casco da palombaro, inserti di dino-movies che c'entrano come i cavoli a merenda e via devastando. Il risultato è solo irritante e sciocco. Impossibile il recupero in chiave stracult; doveroso, invece, riservargli l'oblio.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Von Leppe 26/1/15 13:09 - 909 commenti

Si salva dal monopallino per una delle più bizzarre presenze aliene mai apparse sullo schermo (in 3D per di più), che consiste in uno scimmione con scafandro in testa: l'unica cosa per cui vale la pena vedere questo film. Ci sono pure degli equivoci dinosauri, tanto per aggiungere un qualcosa a una trama inesistente. Dialoghi pessimi.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)