Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA FOSSA DEI SERPENTI

All'interno del forum, per questo film:
La fossa dei serpenti
Titolo originale:The Snake Pit
Dati:Anno: 1948Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Anatole Litvak
Cast:Olivia de Havilland, Mark Stevens, Leo Genn, Celeste Holm, Glenn Langan, Helen Craig, Leif Erickson, Beulah Bondi, Lee Patrick, Howard Freeman, Natalie Schafer
Visite:487
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/6/09 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Max92
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Corinne
  • Davvero notevole! a detta di:
    Cotola
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Pigro, Daniela


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 25/6/09 9:34 - 7339 commenti

Giovane moglie in un manicomio, tra sedute psicanalitiche e elettrochoc, rievocazioni del passato e amnesie, fino alla "fossa dei serpenti", pozzo di contenzione dei pazzi più gravi. E' stato il film che ha spalancato gli occhi dell'America sulla terribile realtà dei manicomi e sulla necessità di una loro riforma. A parte il suo valore sociale, è un film cupo e claustrofobico, vagamente misogino ma ugualmente avvincente. Potente interpretazione di Olivia de Havilland, che attraversa con emozione i numerosi sbalzi psicologici del personaggio.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 14/8/10 13:08 - 7048 commenti

Bel melodramma in cui Litvak coraggiosamente (siamo nel 1948) ritrae in maniera vivida il mondo manicomiale ricorrendo alle tinte fosche (la fossa che dà titolo al film) e raggiungendo buone vette d'intensità, pur con qualche pausa, senza però mai tirare colpi bassi allo spettatore o scadere nel patetico. Ne viene fuori un'opera sobria e asciutta, in cui brilla la fulgida stella di una de Havilland in forma eccellente. Da recuperare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 3/12/09 11:44 - 8159 commenti

Litvak riuscì a fatica a trovare chi producesse il film, in quanto la tematica era considerata troppo forte, ed invece ottenne un grande successo con questo melodramma, debole nei passaggi psicanalitici ma riuscito nella rappresentazione del manicomio e dei metodi di cura del tempo, un ambiente popolato da donne in cui tutte - pazienti ed infermiere - dipendono dagli dei/medici maschi e l'unica via l'uscita può avvenire quando una giuria maschile giudica la protagonista sana, consegnandola poi ad un altro maschio/custode (il marito).
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Corinne 12/7/12 23:25 - 390 commenti

Da un lato la rappresentazione cruda e cupa degli ospedali psichiatrici e metodi terapeutici dell'epoca, culminante nella fossa dei serpenti del titolo (fortemente mantenuto), dall'altro il caso psicanalitico (a onor del vero da psychology for dummies, ma non importa) e l'intensa interpretazione di una bravissima De Havilland. Il finale scivola un po' nel melenso, ma del resto doveva rendere il passaggio dal buio alla luce e quindi... Film da antologia, "grande esempio di cinema" come da mio pallinaggio.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Max92 30/11/11 10:02 - 104 commenti

Uno di quei film che compongono la storia e la memoria del cinema. Perfetto, semplicemente perfetto. Anatole Litvak dirige in modo impeccabile, ed inserisce anche dei coraggiosi elementi di critica sociale, descrivendo la pessima condizione in cui versavano i degenti dei manicomi dell'epoca. E poi lei, la grandissima, inarrivabile Olivia De Havilland giganteggia, regalando un'interpretazione indimenticabile, degna di un Oscar. E la storia, pur attraversando percorsi psicologici inquietanti, riesce a non scivolare mai nel grand-guignolesco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scoperta della chiave del mistero alla base delle turbe della de Havilland.
I gusti di Max92 (Animazione - Horror - Thriller)