Cerca per genere
Attori/registi più presenti

WANDA, LA PECCATRICE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/6/09 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 9/6/12 17:46 - 4453 commenti

Il primo quarto d'ora è ottimo: serrato come montaggio e come sequenza degli avvenimenti. Poi la regìa di Coletti deve fare i conti con una trama tutta sentimenti e pentimenti che scade per via del banale (la prostituta di buon cuore), per via di interpretazioni così così (il francese Frank Villard è un simil-Nazzari che non rende come l'Amedeo nazionale), con un finale che cerca di chiudere con la sorpresa e invece la rovina con l'incredibile sbrigatività degli ultimi tre minuti.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Faggi 15/4/18 16:06 - 1401 commenti

Comincia bene ma procede franando gradualmente nel liquidativo; e decade definitivamente nell'apoteosi di pathos posticcio degli ultimi cinque minuti. Sino alla scena dove lui (fortunosamente risollevatosi da sorte avversa) va a trovare lei (la prostituta salvifica) tutto filava (grazie alla regia serrata, moderna). E intrigava con toni scuri da meló psichicamente ambiguo, capace di tempeste senza miele ad addolcire la vicenda. Ma erano miraggi, presto fugati da convenzionalità e altri difetti; rigido Frank Villard, brava Yvonne Sanson.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)