Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ODISSEA SULLA TERRA

All'interno del forum, per questo film:
Odissea sulla terra
Titolo originale:Uchu daikaiju Girara
Dati:Anno: 1967Genere: fantascienza (colore)
Regia:Kazui Nihonmatsu
Cast:Eiji Okada, Shun'ya Wazaki, Itoko Harada, Peggy Neal, Franz Gruber, Mike Daneen, Shin'ichi Yanagisawa, Keisuke Sonoi, Hiroshi Fujioka, Ryûji Kita, Takanobu Hozumi, Toshiyuki Watanabe, Torahiko Hamada, Kathy Horan, Toshinari Kazusaki, Sônosuke Oda, Kenji Sonoda
Note:Aka "The X from Outer Space", "Gilala" o "Gilara" o "Big Space Monster Guilala". Seguito da "The monster X strikes back: Attack the G8 summit" (2008). Il mostro si chiama Guilala.
Visite:401
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/6/09 DAL BENEMERITO IL GOBBO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/1/17
C'è da capire perché le missioni partite per conquistare Marte sono tutte scomparse nel nulla a un passo dal pianeta e per questo viene spedita nello "spazio esterno" la nuova astronave ABGamma. Ma durante il viaggio ahinoi il variegato equipaggio incontra un disco volante a forma di raviolo bollente ("C'era da aspettarselo", dice uno di loro non si capisce in base a cosa) e qualcuno a bordo si sente male. Gli ordini dalla Terra sono perentori: "Raggiungete la base sulla Luna e guaritelo!". Passato un po' di tempo sul nostro satellite a scherzare con quelli della base accompagnati da musichette allegre alla messicana che già da prima facevan capire come qualcuno deve aver completamente sballato la colonna sonora, la sfigatissima ABGamma riparte e becca degli asteroidi e un campo magnetico prima di incappare nuovamente nel solito raviolo ambulante, che stavolta si allontana depositando strane bolle schiumose che l'equipaggio pensa bene di portare sulla Terra ad analizzare. Il campione schiumoso però, una volta lasciato da solo nel laboratorio terrestre, frantuma la vetrina e scompare generando finalmente, dopo tre quarti d'ora di noia mortale e battutine da oratorio, il mostro Guilala (pronunciato "Ghilala"), una sorta di gigantesco pollo preistorico con le antenne, gli occhi rossi e due lunghi triangoli piatti posti orizzontalmente dietro al becco, sulle mascelle. E qui comincia la solita storia: Guilala sfascia quintali di modellini, case di cartapesta, centrali, lancia in aria intere navi da carico e fa insomma tutto quello che ci si aspetta dall'ennesimo clone di Godzilla. Lo fa con stile però: la fama di pessima imitazione il film non la merita, dopotutto. La regia riprende bene le scene di distruzione e il mostro ha un suo rozzo fascino. Esilarante vedere come al centro operativo intanto qualcuno sullo sfondo abbia ideato una gigantesca mappa della zona segnalando le zone colpite da Guilala e sposti di volta in volta il mostro schematizzato con una sagoma di cartone rosso in base alle segnalazioni in tempo reale! Incredibile poi che per studiare il guilalium, ovvero il poco materiale schiumoso rimasto dopo la "trasformazione", l'equipaggio della ABGamma debba ripartire in direzione Luna per farlo nell'ambiente corretto. Ad ogni modo, dopo ulteriori analisi, si conclude come sparandone addosso al mostro una grande quantità (trovata sulle rocce lunari e sintetizzata) questo dovrebbe impedire a Guilala di assorbire energia e annientarlo. E sarà meglio, visto che la mossa successiva, a detta degli scienziati, sarebbe solo la bomba H. Sorvolando sui dialoghi inutili che appesantiscono soprattutto la prima parte, comunque, ci si può divertire con le follie assortite della trama, gli effetti primitivi delle navicelle, magari anche con il Grandscope che regala belle aperture su paesaggi reali o ricreati in miniatura. Spassosi i movimenti al solito un po' goffi del mostro di gomma, che sfascia tutto ruggendo, sparando palle incendiarie dalla bocca e addirittura trasformandosi a sorpresa in un enorme globo infuocato che ha tutta l'apparenza di un'arancia... Niente di nuovo, si capisce e la pesantezza con cui è realizzato tutto ciò che non è azione rischia di indurre presto alla sonnolenza. Lascia a bocca aperta il finale "romantico", con la bella occidentale Lisa (Neal) che capisce come sia meglio ritirarsi in buon ordine e lasciare l'amato Sano (Wazaki) alla fascinosa collega "lunare" Michiko (Harada).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 19/6/09 8:27 - 3011 commenti

Un'equipe di specialisti è inviata con l'astronave AAB Gamma a scoprire la causa di numerosi incidenti nei paraggi di Marte... Kaiju-eiga di rara sgangheratezza - impresa non da poco nel ramo - con un mostro (Guilala nell'edizione italiana) risibile, effetti anche più poveri del consueto, momenti "comici" devastanti e un atroce quanto onnipresente motivetto lounge. Fruibile solo se si è in vena psicotronica, condita da un pizzico di masochismo. Complimenti vivissimi al titolista italiano...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pupazzo del mostro spostato a mano per indicarne i movimenti sul mega-pannello del "centro operativo" che coordina (... ) le operazioni.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 16/1/17 12:31 - 4340 commenti

La prima parte è devastante, con battibecchi puerili, battute pietose, noia e una colonna sonora che, prima sembra affidata al Casadei messicano, poi, sulla Luna, a un fan dei cartoni di Doraemon (quando saltellano fuori). La comparsa di Guilala (enorme mostro-pila assorbieneregia) e la sua lenta ma inarrestabile avanzata spaccatutto riesce almeno a ravvivare la pellicola, nonostante il copione inevitabilmente si ripeta (lui distrugge, carriarmati e caccia soccombono, alcuni sbattendogli anche contro senza motivo). Pare però un ecologista (lancia una petroliera contro delle ciminiere).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Terra si allontana e lei "Che bei colori!" (grigio topo); L'effetto meteoriti e l'uragano nell'astronave; Guilala definito "Un bel problema..." .
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 12/1/17 21:22 - 8141 commenti

Prima parte noiosissima, con una astronave di sfigati mandata in esplorazione su Marte per scoprire il motivo delle misteriose sparizioni delle precedenti navicelle. Se si ha la pazienza di sopportare una marea di chiacchiere insensate, la ricompensa è lui, Guilala, mostro partorito da una specie di uovo proveniente dagli "spazi esterni" (sic!), uno dei più brutti e mal fatti mai concepiti da mente umana. Kaiju-eiga con una propria encomiabile coerenza: tutto è infimo, dagli effetti speciali alla recitazione, dai modellini utilizzati alla colonna sonora. Una poveracciata adorabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il look di Guilala; I carrarmatini calpestati che esplodono con lo schiacciamento.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

R.f.e. 20/6/09 18:17 - 819 commenti

Considerato comunemente uno dei peggiori dai-kaiju-eiga mai realizzati, con il passare degli anni questo film di Nihonmatsu si è curiosamente conquistato una notevole fama nell'ottica del "it's so bad that it's good", assurgendo per contrasto a più divertente kaiju-eiga della storia del cinema! A questo non contribuisce soltanto la trama, scopiazzata qua e là, l'UFO che sembra una torta margherita poco cotta o la risibilità del mostro, ma anche taluni particolari marginali, i dialoghi pretenziosi, la musichetta lounge anni '60 e così via.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)