Cerca per genere
Attori/registi più presenti

COMINCERà TUTTO UN MATTINO: IO DONNA TU DONNA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/2/11 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 14/5/18 0:24 - 3091 commenti

Rivisitazione semi-dilettantesca e semi-saffica del peggior Antonioni, con dialoghi da far rimpiangere il "mal di capelli" della Vitti, scene di sesso bolse e stiracchiate, terribili momenti di improvvisazione sentimentale (indescrivibili le effusioni sulla barca) e tocchi gialli in apertura e chiusura che lasciano interdetti. Si perdono pure quelle vaghe suggestioni che rendevano curioso l'ancor più scalcinato Un brivido di piacere, anche se la dedica finale lascia trasparire l'indubbio attaccamento del regista al prodotto in questione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lui e lei sulla barca, verso l'inizio; La dedica finale del regista al figlio.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Rufus68 25/9/16 22:29 - 2565 commenti

A parte i dialoghi sfiancanti, gli incomprensibili intellettualismi fini a se stessi, la meschinità della messinscena, il femminismo d'accatto, la regia inesistente, il film non è male. Peccato che le proprietà anzidette costituiscano il 100% d'esso. Un tour de force dell'insulso che, tuttavia, provoca, come una raffinata tortura, allucinazioni e barlumi di rivelazioni critiche: non è che la distanza estetica fra Pannacciò e certo Godard sia a un tiro di schioppo?
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Fauno 21/2/11 9:44 - 1800 commenti

È un film centrifugo... come una girandola che sprizza scintille verso lo spettatore, che altro non sono che schegge di sapienza da elaborare. Sì, perché il senso globale, nonostante la spiegazione finale del regista, resta ambiguo, ma i particolari e gli spunti filosofici sono molto più spiccioli, molto meno complicati da capire e approfondire. D'altronde se anche il senso globale fosse chiaro, saremmo davanti a un capolavoro assoluto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena d'amore sulle note del Requiem di Mozart.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Panza   24/9/16 21:22 - 1402 commenti

Le grandi ambizioni dei dialoghi portano a un risultato pessimo che non trasmette nulla e risulta persino ridicolo (la scena al bar sulla spiaggia...). Pannacciò prova a creare un prodotto colto - ma successivamente andrà a parare nel giovanilistico alla wanna be Sapore di mare - con l'inserimento del bellissimo "Requiem" di Mozart nel finale, ma la costruzione della trama è raffazzonata e scombiccherata. Un minimo criptica e affascinante la conclusione; si sente che il regista ci ha provato, ma purtroppo non ci siamo proprio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La dedica finale.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)