Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DESIDERIA: LA VITA INTERIORE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/5/09 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Panza, Marcolino1
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Homesick
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Rufus68
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Faggi


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 3/8/09 8:57 - 5737 commenti

Dall'omonimo romanzo di Moravia. Lo scopo di intersecare la decadenza della famiglia borghese con le spinte sovversive dei gruppi terroristici si materializza in un fotoromanzo erotico dai dialoghi crudi e scabrosi, che nell’impatto scenico-drammaturgico ricorre a tinte simili a quelle degli esempi bertolucciani e fassbinderiani. Dopo una brusca cesura, la bulimica e bistrattata Marra si trasforma come per incanto nella provocante lolita Wendel, meritevole primadonna in un cast di nomi illustri che si prestano a personaggi ad alto grado di bassezza e perversione moral-sessuale. **!/***

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I tremendi insulti della matrigna Sandrelli alla Marra; l’incubo della Wendel; Guerrini “collauda” la Wendel.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rufus68 14/1/18 17:40 - 2661 commenti

Prima parte micidiale, con dialoghi involontariamente spassosi, attori allo sbando e una pretenziosità da affresco sociale ridicola (si taccia sulle impennate osé da postribolo midcult). Per fortuna la tempesta si acquieta per lasciare il posto a un film semplicemente brutto. A chi la colpa: Moravia o Barcelloni? Forse del primo, di cui, allora, si prendeva tutto troppo sul serio. La Sandrelli è molto bella; la Wendel, però, le ruba disinvoltamente la scena con la sua arietta perversa (rimane l'unico motivo per sorbire tale zuppa).
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Panza   29/3/16 19:38 - 1426 commenti

Da un romanzo singolare e morboso di Moravia, Barcelloni trae un adattamento che riesce a riportare efficacemente il testo d'origine. In un susseguirsi di personaggi, dall'aristocratico con ambizioni di lotta di classe fino al terrorista spiantato, si dipana una storia dalla forte carica erotica (ottima come lolita la Wendel) e anche malinconica (inquietante il rapporto tra madre e "figlia"). Stupisce vedere un giovane Orso Maria Guerrini in un ruolo molto spinto. Bella la colonna sonora di Pino Donaggio, adeguata al tono generale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La triste festa di compleanno di Desideria; La scena di sesso che scandalizza Desideria.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Faggi 18/3/18 15:10 - 1408 commenti

Ricca ragazza viene a sapere che è stata adottata e che sua madre era una prostituta; da brutta e goffa diviene come per miracolo bella e disinvolta e... apriti cielo! (comincia l'ambaradan emotivo). Ma il vero ambaradan è il film: terrificante, quasi inguardabile. Si capisce bene che gli anni '80 sono cominciati ma non si capisce affatto in che modo si è voluto trasporre il testo moraviano; abbiamo solo una frase (che più moraviana non si può): "Tu sei come la Madonna, piena di grazia"; e poi l'oggetto implode, lasciando detriti di noia.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Marcolino1 11/4/19 10:23 - 402 commenti

Manca "l'interiore" del titolo, quasi inesplicabile nella celluloide rispetto alla scrittura, apparendo più un episodio apocrifo di Storie di vita e malavita di Lizzani che completa il trittico erotico-ideologico, scevro del pesante didascalismo, insieme a Porca società di Russo e Porci con le ali di Pietrangeli, con un duetto madre-figlia complesso che ricorda L'immoralità di Pirri. Sospeso e indefinito tra palcoscenico e settima arte, nebulosamente nasce tra cinema e teatro, distruggendo clamorosamente e nichilisticamente borghesia e ideologia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'insistenza e l'indugio sulla sodomia come simbolo di decadenza; Il tema attuale della bulimia, qui trattato in anticipo coi tempi.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)