Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GIOCO SLEALE

All'interno del forum, per questo film:
Gioco sleale
Titolo originale:Foul play
Dati:Anno: 1978Genere: commedia (colore)
Regia:Colin Higgins
Cast:Goldie Hawn, Chevy Chase, Burgess Meredith, Dudley Moore, Rachel Roberts, Eugene Roche, Marilyn Sokol, Brian Dennehy, Marc Lawrence, Chuck McCann, Billy Barty, Don Calfa, Bruce Solomon, Cooper Huckabee, Pat Ast
Visite:225
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Uno dei tanti tentativi americani di ibridare il giallo alla commedia e uno dei tanti a riuscirci molto male. Collins Higgins, regista nonché sceneggiatore unico, è costantemente indeciso sulla strada da seguire, finendo inevitabilmente per fallire in entrambi i campi. Come giallo infatti FOUL PLAY non è altro che l'ennesima scialba variazione sul tema dell'innocente che viene coinvolto suo malgrado nella lotta per il solito prezioso microfilm. L’aver lasciato enormi spazi alla protagonista assoluta Goldie Hawn ha comportato la penalizzazione della componente più comica in favore della simpatia troppo premeditata e quindi piuttosto fastidiosa della Hawn, che sèguita a sbarrare gli occhi, si prodiga in equilibrismi alla Harrison Ford, sbraita, scappa e si impone su tutti senza riuscire una sola volta a divertire. Così per sorridere ci si deve affidare ai comprimari; come il semiesordiente Chevy Chase, ad esempio, che tuttavia si vede poco, a sprazzi, e ha solo due o tre occasioni per mettere in luce il proprio talento, costretto in una sceneggiatura per lui eccessivamente seriosa: è un detective un po' maldestro che comincia bene per spegnersi in inseguimenti da action di serie B con velleità vagamente parodistiche. Meglio allora Dudley Moore, che si ritaglia un paio di scene azzeccate: fa il ricco scapolo con la casa superaccessoriata per gli incontri occasionali (“Staying Alive” a tutto volume, letto con specchio, bambole gonfiabili, luci psichedeliche…), ma siamo quasi alla partecipazione straordinaria e non si va al di là del tormentone. In definitiva un film trascurabile, decisamente noioso e sorpassato. Anche ben confezionato, in apparenza, ma ingiustificatamente lungo e prolisso.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

124c 16/12/09 17:50 - 2589 commenti

Commedia giallo-rosa da cui, due anni più tardi, venne prodotto un serial tv dal titolo Doppio gioco a San Francisco, con Barry Bostwick al posto di Chavy Chase e Deborah Raffin nei panni che qui sono di Goldie Hawn. Il film è divertente, si regge sulle trovate comiche di Goldie Hawn e sulle stranezze di Burgess Meredith, però ha il difetto di essere quello che è: una mera commedia americana di fine anni 70. Mi ha, però, divertito il cameo di Marc Lawrence, uno dei duri tv anni 50/60/70/80.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Burgess Meredith, padrone di casa con serpente, impegnato in un corpo a corpo con la cattiva.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Skinner 14/3/09 14:22 - 595 commenti

Piacevole commedia giallo-rosa, ben ritmata e ben confezionata, che punta più sull'azione e sull'intreccio che sulle gag. Goldie Hawn simpatica, Chase ancora sottotono rispetto agli exploits ottantiani; il cast è tuttavia dominato dalle due figure di contorno (ma non troppo): Moore (suoi i momenti più leggeri e divertenti del film) e Meredith (perfetto per il ruolo). 2 pallini e mezzo.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)