Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SATYRICON

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/5/09 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 31/5/09 2:30 - 4413 commenti

Scombinato. Gli nuoce il confronto con l’opera di Fellini, ma troppi momenti, comunque, non funzionano. Le fasi “sacre” (per esempio la scelta di Gitone) non assumono mai quell’aura importante che sarebbe servita. L’opera, insomma, non ha la necessaria, compiuta ampiezza di toni, anche a causa di un cast che è debole (lo nota bene Giusti) specialmente nella coppia principale. Personalmente credo che Franco Fabrizi avrebbe anche potuto funzionare, ma è la scelta di Don Backy che è sbagliata in pieno. Si notano Tognazzi, Carotenuto e Olmi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il centurione che fa i fanghi.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 30/5/09 5:00 - 3875 commenti

Una pellicola sconfortante, nella quale predomina un sottotesto omosessuale estremamente pregnante. Disavventure di Ascilto (Franco Fabrizi) e Encolpio (Don Backy) in stile pre-decamerotico, nelle Roma antica. Encolpio, in particolare, s'innamora della bella Gitone, in realtà un maschietto sotto mentite spoglie. Il film picchia malamente sulla comicità volgare, appoggiata da un look maschile al limite della macchietta: nemmeno i grandi Ugo Tognazzi e Mario Carotenuto sfuggono al trucco con rimmel attorno agli occhi, fastidiosamente vistoso. Tognazzi/Trimalcione anticipa il Pujol de Il Petomane.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 7/6/11 9:13 - 3011 commenti

Non all'altezza delle ambizioni, molto giocato sull'ambiguità sessuale ma incerto fra il pre-decamerotico alto e la satira, con cenni all'attualità (i beats) lasciati cadere, e i contrasti scenografici pure essi solo accennati. Però non è brutto come lo si racconta, c'è un grande Carotenuto, Fabrizi tiene botta, e insomma si può guardare. O meglio si potrebbe, in una copia esente dai tagli (apportati evidentemente con la roncola) che affliggono la versione trasmessa da Rete 4.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 6/9/10 8:57 - 7252 commenti

È il confronto con la versione di Fellini a massacrare questa, che tuttavia non merita l'ostracismo totale, anche se molte cose non funzionano. L'handicap maggiore è il tentativo di rendere storia ciò che storia non può essere, cioè il testo frammentato di Petronio: cercando di creare una trama, ne vien fuori una commedia in costume più o meno sboccata o sbrindellata. Da qui, molti errori, a cominciare dall'epurazione dell'eros omosessuale, che da perno di senso diventa qui errore di percorso. Gli attori si impegnano, ma l'opera traballa.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 5/7/11 23:46 - 6928 commenti

L’unica cosa che riuscì a Polidoro con questo film, fu quella di anticipare la pellicola di Fellini. Ma se già il maestro non era riuscito a trasporre efficacemente un testo complesso e difficile come quello di Petronio, non meraviglia che nemmeno il regista in questione, decisamente più modesto, sia riuscito meglio. Un bel po’ di volgarità, risibili intenti satirici ed un cast con un nome altisonante (Tognazzi) e qualche nome strambo (Don Backy) ed interessante (Aumont e Fabrizi) che non fa però una gran figura.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Matalo! 30/10/12 16:34 - 1341 commenti

Inquisita dal magistrato Occorsio (per l'età di Pau, visto il ruolo) e difesa tra gli altri da Antonioni, questa riduzione di Satyricon non ha gran profondità, si attiene al testo quel che basta per trarne una traccia narrativa anche se sconnessa (forse per tagli). Ma è davvero così brutto? Io non direi. Un po' del cialtronismo dei protagonisti é nello spirito del libro, ogni tanto il caos che si affolla sullo schermo rende l'idea. Passabile, secondo me. Ottimo Tognazzi ma Fanfulla fu scelta migliore nel contesto felliniano. Backy fa quel che può (malino).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bellissima Tina Aumont, che però si vede poco.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Rufus68 4/1/18 12:02 - 2568 commenti

L'impari raffronto col capolavoro felliniano pesa come un macigno. Eppure il filmino non demerita. Polidoro può contare su attori di vaglia (Fabrizi, Carotenuto, un pur gigionesco Tognazzi) e volti notevoli (il sorprendente e bifronte Pau, la Aumont) e le magagne della sceneggiatura rimangono in secondo piano. Apprezzabile anche l'erotismo diffuso che il regista, anche se in modo facile e meccanico, miscela a un certo afrore di dissoluzione già presente in Petronio. Bel finale.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ronax 30/7/12 15:48 - 811 commenti

Che il film non sia un capolavoro e che trabordi di eccessi e volgarità inutili è indubbio, ma resta il sospetto che all'accanimento bipartisan di giudici e recensori dell'epoca non sia del tutto estraneo il reato di lesa maestà a Fellini, cui Polidoro aveva rotto le uova nel paniere addirittura anticipandolo di qualche mese nelle sale. Comunque splendide la Granata e la Aumont. È probabile che i tagli presenti nella versione tv (anche Sky, in teoria esente da censura) risalgano alle disposizione della magistratura dopo sequestro e condanna.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Trimalcione rivolto a Encolpio e Ascilto: "Intellettuali di merda!".
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Liv 9/12/14 9:31 - 237 commenti

Più aderente al testo di Petronio, è un prodotto anni '70, con tutta l'indulgenza per gli aspetti sessuali ma ancora tenuto a freno dalla censura. La recitazione non convince, a cominciare da quella di Don Backy (uno si chiede "ma chi ce lo ha messo? Celentano?"). Tognazzi è divertente nel fare Trimalcione. Quando lo si vede, uno si dice "Ecco Tognazzi che dice ora faccio Trimalcione, ragazzi". Portare su schermo il testo di Petronio è un'impresa rischiosa. Neanche a Fellini riuscì, ormai troppo felliniano. Polidori annusò l'aria e ci provò.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)