Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DOV'è LA LIBERTà

All'interno del forum, per questo film:
Dov'è la libertà
Dati:Anno: 1954Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Roberto Rossellini
Cast:Totò, Vera Molnar, Nyta Dover, Franca Faldini, Giacomo Rondinella, Leopoldo Trieste, Ugo D'Alessio, Mario Castellani, Vincenzo Talarico, Fortunato Misiano, Ines Fiorentini
Note:Aka "Dov'è la libertà...?". Girato nel 1952, ma uscito solo nel 1954.
Visite:1202
Il film ricorda:Siamo uomini o caporali? (a Smoker85)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

R.f.e. 28/6/09 21:33 - 819 commenti

Ho il sospetto che in alcune interviste, stufo di essere sottovalutato, Totò dicesse all'intervistatore ciò che riteneva il tipo volesse sentirsi dire, piuttosto che quello che lui pensava davvero. Infatti, fra i suoi film che il Principe sosteneva di prediligere, c'era questo, anche perché diretto da Roberto Rossellini. Peccato che il film sia brutto, noioso, con il nostro che interpreta il solito personaggino patetico (perché lo considerava un passo in avanti rispetto al "burattino" del teatro di rivista... allora era questo che si credeva).
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Graf 10/9/13 2:29 - 628 commenti

Amo il cinema didascalico di Rossellini e i suoi film sul “disagio”, ma questa pellicola con Totò la trovo esteticamente brutta, narrativamente sconclusionata e con una tesi di fondo a dir poco semplicistica: ma si può trovare realmente la vera libertà in carcere? Mah... Rossellini non credeva al progetto, la sceneggiatura cambiò spesso di mano, molte battute furono improvvisate sul set e sembra che l’aiuto regista Lucio Fulci e addirittura Fellini abbiano girate diverse scene come quelle del processo. Insomma, una babele, un'occasione gettata al vento.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Smoker85 7/2/12 14:18 - 361 commenti

Tra i meno diffusi del Principe, questo lavoro, a cui han messo mano diversi registi a parte Rossellini, ha il pregio di mostrare un Totò intenso ed espressivo spogliato dai suoi consueti ruoli comici. Grosso punto debole è la sceneggiatura, che a tratti appare efficace ma in molti punti sembra trascinare a fatica gli eventi della storia fino alla conclusione, che nella sua tragicomicità riporta il registro dalle parti della commedia. Il Principe cerca di fare bella figura, ma, come spesso è accaduto nella sua carriera, è abbandonato a se stesso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lojacono scopre la verità su Torquati.
I gusti di Smoker85 (Commedia - Drammatico - Fantastico)