Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I GABBIANI VOLANO BASSO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 21
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Discreto poliziesco per il nostro Giorgio Cristallini (celatosi sotto lo pseudonimo di George Warner), che tenta di sfruttare l’eroe di tanti poliziotteschi, Maurizio Merli, in un ruolo diverso da quello del commissario senza macchia e senza paura. Qui è infatti un sicario per necessità, costretto a uccidere (anche se una volta sola) perché ricattato dall'industriale Mel Ferrer. Compiuto l'omicidio tutto dovrebbe andare a posto, con il nostro destinato a tornare nella sua patria d'origine (gli States). Invece scatta l’imprevisto e Merli si ritrova bloccato in Italia in cerca di un'altra identità (gli taglieranno i baffoni biondi e gli ridaranno l’occhio ceruleo, col risultato di farlo sembrare molto meno espressivo) e d’un nuovo passaporto che gli procurerà la splendida rossa Dagmar Lassander. Dovrà andare a Ponza e si porterà dietro la bella Nathalie Delon, appena conosciuta. Fin qui il film funzionava, con un soggetto piuttosto originale e una regia buona, per una volta non esasperatamente legata alle sequenze d'azione. Poi, a cominciare dall’approfondirsi della relazione tra Merli e la Delon, il film perde colpi e ritmo trasformandosi in un deludente dramma psicologico-sentimentale che mette a nudo le pecche nella recitazione dei due attori. Si rivedono le risse d'ordinanza, le indagini della polizia (rappresentata comunque da un commissario tra i più credibili) e l'interesse tende a scemare. Fortunatamente la sceneggiatura è ben calibrata, per quanto riguarda la parte puramente poliziesca e le musiche del Maestro Pregadio (come lo chiamava Corrado alla “Corrida”) sono incalzanti e ben integrate. Nel complesso un film più “tranquillo” rispetto alla media del poliziottesco nostrano d'azione, che non nasconde i limiti di Maurizio Merli ma sa anche valorizzarne le doti.
il DAVINOTTI
PROSSIMAMENTE: un nuovo commento (firmato NOODLES) a questo film verrà pubblicato il giorno 24/10/19 alle 12:12


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 20/1/10 13:49 - 5737 commenti

Il tentativo di sottrarre Merli – qui in versione double-face: prima irsuto e leonino, poi azzimato - dai ruoli di commissario di ferro dei poliziotteschi e trasformarlo in uno sfortunato killer internazionale fa volar basso il film come i gabbiani del titolo: già fiacca e anonima, la messa in scena complessiva (dialoghi, azione, utilizzo degli attori) soccombe del tutto sotto la pressione di un romanticismo svogliatamente malinconico che prende tosto il sopravvento. Improduttivo.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 4/2/09 3:13 - 1495 commenti

Sarò franco: non mi è piaciuto. Dopo un discreto inizio con un Maurizio Merli camuffato da capelli selvaggi e baffi a manubrio (forse per non "sporcare" eccessivamente la propria immagine di commissario mentre impersonava un sicario) il film svolta e prende la via della fuga romantica, ma tutto è risolto da una scrittura superficiale, ed in sostanza annoia. Rimane impresso quasi solo il riporto terrificante di Mel Ferrer, qui anche più bollito del solito.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 4/6/14 0:04 - 7048 commenti

Non malaccio, anche se certi snodi narrativi sono visti e rivisti così come la fine che è abbastanza nota. Eppure questo noir crepuscolare è abbastanza godibile e si lascia guardare piacevolmente senza noie o affanni. D'altronde il neo più grande della sceneggiatura è costituito dal personaggio di Merli che sveste i panni di commissario di ferro per indossare quelli di un sicario a dire il vero molto sfigato (si veda il problema all'aereo) e comunque poco credibile (a tratti così freddo e professionale, in altri casi così emotivo e impulsivo). Con un suo perché, se non vi aspettate troppo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Herrkinski 9/3/12 14:13 - 4446 commenti

Interessante dramma dalle tinte noir, che cerca di riabilitare Merli in un ruolo un po' diverso dal solito "commissario di ferro" dei tanti poliziotteschi da lui interpretati. Il film è bilanciato piuttosto bene tra la parte drammatica e quella d'azione, con una propensione alla prima, tuttavia non disprezzabile; il rischio di cadere nello stucchevole è dietro l'angolo a tratti, ma Cristallini riesce a mantenere il tutto in equilibrio e nel complesso la storia è appassionante e struggente, anche grazie a un finale che non cede a compromessi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 5/2/09 22:43 - 2600 commenti

È considerato il peggior film di Merli. Forse perché si è abituati al Merli commissario duro, mentre qui è un killer "per forza" che poi si pente e tenta di rifarsi una vita a fianco di una donnaa; ma ormai è troppo tardi. A me è piaciuto nonostante sia molto molto inferiore ai polizieschi girati da Massi e Lenzi con il grande commissario.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 23/2/17 16:45 - 1418 commenti

C'è il grande Merli, ma in versione melodrammatica e il mio piccolo pregiudizio è stato praticamente confermato: non era il suo ruolo. Qui il bravo attore mi è apparso non a suo agio, spesso fuori parte. Inoltre il tenore generale dei dialoghi è forzato, innaturale e per me questo rappresenta un grave limite. E' un film drammatico, dove la storia "noir" è secondaria e nemmeno troppo avvincente. Ho apprezzato il clima 70s e la presenta "stracult" di taluni (il fascinoso Ferrer, l'eclettico Garofalo), ma il protagonista preferisco ricordarlo come commissario.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 14/3/16 8:09 - 2665 commenti

Partenza discreta: l'arrivo del killer di cui non sappiamo nulla, l'omicidio a sangue freddo. Poi il film comincia a sedersi e Cristallini inizia il melodramma avendo nella testa Redford/Dunaway de I tre giorni del condor. Il calo di tensione è evidente, anche se permane in tutta la pellicola una certa arietta crepuscolare molto apprezzabile.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 8/8/17 10:11 - 2320 commenti

Merli nei panni del killer malinconico appare complessivamente fiacco, mentre il genere s'impregna di una venatura romantica che ne cambia la sostanza, in meglio. La storia è quella di un americano ingaggiato per uccidere un potente corrotto e che finisce lui stesso nel mirino, a causa di un qui pro quo in aeroporto. L'attesa di un finale indovinatissimo conclude la vicenda, che comunque si lascia seguire con entusiasmo.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 9/9/16 9:12 - 2000 commenti

Un discreto poliziesco incapace di lasciare grosse tracce di sé, sebbene abbia qualche buona freccia al suo arco. Alcuni passaggi sono poco credibili e la piega presa nella seconda parte appesantisce eccessivamente la narrazione. La regia è accorta quel tanto che basta per non cadere nel burrone, ma non fa molto per discostarsene e mettersi al sicuro. Consigliato ai patiti del genere che proprio non possono fare a meno di vederlo oppure ai curiosi che vogliono scoprire un Maurizio Merli in una veste differente dalla solita.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Fauno 25/7/11 11:44 - 1822 commenti

Se si vuole la trama è molto avvincente e fa allontanare di molte gradazioni il film dal suo genere. La coerenza del protagonista è più dura della roccia ed è a prova di esecuzione sommaria. E per di più la recitazione è valida da parte di tutto il cast... e allora dove sta il grosso neo? Semplicemente nel fatto che in certe professioni o incarichi i sentimentalismi sono vietati... ma qui il peccato non è grave come in altre opere di altri generi, dove non solo era vietato ma non aveva neanche senso, quando poi le stesse son considerate capolavori...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 1/5/14 19:18 - 1697 commenti

L'ultimo film di Cristallini da molti è considerato il peggiore tra quelli interpretati da Merli, che effettivamente nei panni del killer (sia pure dal cuore tenero) convince molto meno che in quelli del poliziotto. In realtà è un prodotto assolutamente onesto, con una prima parte decisamente riuscita. Poi entra in scena la Delon e la sceneggiatura vira verso il melodramma, facendo emergere alcuni limiti di regia e interpretazione. Finale amarissimo, come nella migliore tradizione noir. Sempre bella la Lassander; per Ferrer pura routine.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 3/6/19 15:10 - 1597 commenti

Il riferimento ornitologico (pure giustificato da una tirata retorica) allude forse al Condor di Redford, tant'è che si scrive "gabbiano" ma si legge "padulo" e volano talmente basso da finire nel... lo sappiamo. Apprezzabile comunque questo noir pessimista con Merli senza baffi nel ruolo del killer solitario e braccato su tutti i fronti: sia per la prova del protagonista, così lontana dai suoi cliché, sia per una sceneggiatura che sa avvincere nonostante un finale abbondantemente annunciato. Incalzanti (e ben sfruttate) le musiche di Pregadio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio iniziale compiuto da un Merli capellone con look da Serpico.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Dusso 4/12/15 13:32 - 1533 commenti

Merli non è certo il protagonista adeguato (anche non volendo considerare come siamo abituati a vederlo nei panni del commissario), ma la prima parte fino all'incontro con la Delon è guardabilissima; il resto invece non funziona per nulla e il finale è terribile per ingenuità del protagonista; ma va detto che queste ingenuità e improbabilità costellano tutta la seconda, disastrosa parte.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Gestarsh99 24/5/14 17:01 - 1220 commenti

Munito di falsa identità esterofila, Cristallini tenta di riscattare il flop della sua trascurabile diade western dirigendo uno spaghetti-polar presieduto nientepopodimeno che da Maurizio Merli, sempre più crepuscolare nel suo inedito ruolo di veterano del Nam stritolato da ricatti, rimorsi e attrizioni incancellabili. Un film dal ritmo pisolante che incorre nelle esagerazioni opposte a quelle che minano gran parte degli italo-noir settantiani: pochissima carne al fuoco e assenza totale di rincrudimenti gore. Troppo stiracchiato e inammissibilmente lasciato a metà nei suoi risvolti cruciali.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'emozionante confessione di Merli chiosata con intensa lapidarietà: "Oggi io sono come uno di quegli insetti e un giorno o l'altro una goccia mi colpirà".
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Tomastich 1/7/11 14:59 - 1203 commenti

Un pastiche tra il poliziesco (soprattutto tra il cast) e il drammone alla Enrico Maria Salerno annacquato con qualche spruzzatina di noir on-the road: non è che sia un granchè questo film di Cristallini, anzi ha molte lacune, però gli appassionati del poliziottesco tricolore potrebbero trovare qualche spunto interessante. Il Merli "sbaffato" e dolce è una perla rara.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Furetto60 7/2/15 13:32 - 1129 commenti

Se dico che l'unica cosa che salvo di questo polpettone è la generosa scollatura della Lassander, passo per un vecchio bavoso; sì, ma almeno sincero. La vicenda è un insieme di eventi forzati e improbabili che sviluppano in rosa da fotoromanzo. L'incongruenza principe è quella del protagonista: un uomo con un passato intriso di violenza che si perde di continuo in un bicchier d'acqua, oltre a perdere l'aereo (condicio sine qua non, altrimenti non avremmo avuto il film). Se aggiungiamo la povertà di mezzi, ecco il perchè della famosa scollatura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quale bambino che tiene in braccio un meraviglioso cuccioletto lo vende alla prima che passa? Jack lo squartatore da piccolo?
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 11/5/17 23:53 - 1003 commenti

Un poliziesco con Merli che una volta tanto non fa il commissario si preannuncia succulento, ma dopo un inizio piuttosto brillante il film prende una piega decisamente banale. Non aiutano a risollevarne le sorti una regia piuttosto sciatta e una sceneggiatura piatta che ne rallenta decisamente il ritmo. La recitazione di protagonisti e comprimari non è certo da Oscar e anche le musiche di Pregadio, invadenti, sono a tratti fastidiose. Un modesto film di genere, con qualche acuto nei fondamentali, ma niente di che. Per curiosi e completisti.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Alex1988 19/12/16 18:45 - 556 commenti

Insolito ruolo per Maurizio Merli, che in quel momento vedeva la sua stella in discesa (era il periodo in cui uscì anche lo sfortunato Mannaja). Qui veste i panni di un killer, in realtà, costretto dalle circostanze. Storia dai toni crepuscolari, oserei dire quasi melvilliano, ma il risultato è fiacco. Interessante, però, per vedere un Merli più "impegnato" del solito.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Uomomite 12/7/11 4:30 - 175 commenti

Avevo sempre sentito parlar male di questo film e ora che l'ho visto mi chiedo a cosa si debba questa cattiva fama. La pellicola di Cristallini è decisamente un buon noir, povero, certo, ma ben scritto e ben diretto. L'atmosfera è lenta e malinconica, l'interpretazione di Maurizio Merli è ottima, quella della Delon addirittura commovente, così come è commovente il finale. Il modello sembra essere I tre giorni del condor. Da riscoprire.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

Ianrufus 18/8/08 19:55 - 139 commenti

La prima volta guardai questo film quasi sconvolto; ero ragazzino e Merli era l'eroe sparatutto dei vari polizieschi che adoravo; giuro, aspettavo la rivincita del protagonista, un risveglio dal torpore, per me spettatore. Rivisto oggi confermo il giudizio negativo anche se per altri motivi; l'idea era interessante, un Merli perdente e romantico fino in fondo era accattivante. Peccato che fosse necessario anche scrivere una sceneggiatura...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I primi venti minuti fanno sperare...
I gusti di Ianrufus (Commedia - Poliziesco - Western)