Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GRANDI CACCIATORI

All'interno del forum, per questo film:
Grandi cacciatori
Dati:Anno: 1988Genere: avventura (colore)
Regia:Augusto Caminito
Cast:Klaus Kinski, Harvey Keitel, Debora Caprioglio, Thomas Attguargarvak, Roberto Bisacco, Brian Cooper, Bob Crocket, Moser Dangwa, Absalom Dhikinya
Note:E non "I grandi cacciatori".
Visite:1384
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/4/09 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 6/5/10 18:36 - 4356 commenti

Mediocre pellicola di denuncia, con spruzzate documentaristiche e una parte quasi mistica, dove Kinski la fa da padrone (lui e una "magica" pantera, che protegge nonostante...). E' incredibile come, nella scena del bacio con la sua bella, Kinski sembri Nosferatu (la poveretta doveva essere proprio innamorata). Per non parlare dell'attacco alla fanciulla, dove la cosa più impressionante è proprio la faccia di Kinski, mentre corre verso di lei. Poi Klaus passerà il testimone a Keitel e la pellicola si ridurrà a uno scontro tra lui e i cacciatori, con in mezzo gli eschimesi, saggi e generosi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Kinski, bianco ossigenato, ai lavori forzati tra i neri; Kinski surgelato; I bastonatori di cuccioli di foca presi a mitragliate (il sogno di tutti).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 7/5/10 18:09 - 5737 commenti

Confuso film d’avventura dalle ambizioni ecologiste in cui i padroni incontrastati sono gli immensi paesaggi naturali “herzoghiani” del Continente Nero e del Polo Nord, commentati da musiche à la Vangelis o Popol Vuh: dinanzi ad essi si presta scarsa attenzione agli sparuti dialoghi e alla sceneggiatura, pulita e agghindata alla maniera di una produzione televisiva di vasta fruibilità. Verso metà, Keitel subentra a Kinski come protagonista e la storia assume la piega di un western tra i ghiacci, offrendo una soddisfacente vendetta contro gli spregevoli cacciatori di foche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Kinski che scherza con i cuccioli di foca. Il monologo finale di Keitel, nello stile di Rutger Hauer in Blade Runner.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 26/4/09 10:53 - 7078 commenti

L'idea di partenza non era malvagia e la prima parte del film lasciava ben sperare. Poi il cambio di scenario e la storia che muta continuamente senza sapere bene che strada intraprendere per diventare infine sempre più scontata e persino delirante nel finale. Colpa di una sceneggiatura che peggiora col passare dei minuti rendendo alla fine il tutto decisamente improbabile qunado non ridicolo. Nemmeno la presenza di Kinski e Keitel salvano la situazione. Esornativa la presenza della Caprioglio (imposta da Kinski?). Cartolineschi i paesaggi.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Herrkinski 16/4/09 16:44 - 4479 commenti

Avventuroso a sfondo ecologista di Caminito, ambientato tra i bei scenari d'Africa e poi del Polo Nord. Kinski compare per tutta la parte iniziale in Africa, invecchiato ma ancora in discreta forma, ma a neanche metà del film scompare misteriosamente e poi viene fatto sapere che è morto. Viene il dubbio che abbia lasciato il film a metà, fatto sta che tutto il resto del film è sulle spalle di un Harvey Keitel non troppo convinto; e si capisce, data la sceneggiatura raffazzonata e il taglio televisivo della pellicola. Una misconosciuta bizzarria.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 7/4/12 2:54 - 2608 commenti

Ottimo film di Carminito che lavorerà con Kinski anche nel Nosferatu italiano dello stesso anno (e appare anche Voyagis). Ottimo il parallelo tra la caccia degli esquimesi e quella futile e crudele delle foche. Riflessivo, girato bene e con una giusta morale animalista, da riscoprire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La mitragliata sui cacciatori di foche, Kinski surgelato, la pietà di Keitel, la caccia all'orso.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Enzus79 25/4/12 10:09 - 1586 commenti

Mediocre film di Augusto Caminito, pur con le buone intenzioni ambientaliste e pro animali. Klaus Kinski ed Harvey Keitel sembrano due attori qualunque (specialmente il secondo). Colonna sonora che si avvicina ad altri film del genere, ma che non coinvolge.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 5/8/10 1:28 - 5932 commenti

Kinski, tormentato da una pantera che gli ha ammazzato la compagna, viene assoldato per cercare un cacciatore di foche che ha ammazzato un ragazzo in Antartide. Ma lui scompare e allora viene assoldato Keitel. Gradevole questo filmetto di avventure dal taglio documentaristico: paesaggi mozzafiato e belle inquadrature, dialoghi scarni ma essenziali e una buona interpretazione del grande Kinski. Un po' lentuccio e più debole nella seconda parte (con Keitel) ma in definitiva godibile. Belle le musiche.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Noodles 7/9/19 19:37 - 363 commenti

Film diviso in due parti distinte. Nella prima un buon ritmo e gli splendidi paesaggi africani sono rovinati da una brutta sceneggiatura, che un invecchiato e stanco Klaus Kinski non riesce a salvare. Nella seconda, ambientata al Polo, si conferma la terribile sceneggiatura e le si unisce un ritmo soporifero. E Harvey Keitel, idem come sopra, nulla può farci. Il messaggio ecologico, di base apprezzabile, non passa come forse si sarebbe voluto. Belli gli scenari ma nulla più.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)

G.enriquez 29/6/13 22:13 - 121 commenti

Incredibile guazzabuglio che ha vissuto certamente problemi produttivi di ogni tipo; con una sceneggiatura piena di buchi, spiegazioni a posteriori, cambi repentini di scenario e di protagonista principale e una storia che viene troncata di netto per farne iniziare una nuova dopo soli trenta minuti di montato. Eppure qualcosa si salva in questo film. Alcuni scenari naturali ben ripresi, l'interpretazione convincente di Kinski e un sincero amore per la natura lo salvano dalla vaccata in calcio d'angolo.
I gusti di G.enriquez (Comico - Poliziesco - Thriller)