Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IT LIVES AGAIN

All'interno del forum, per questo film:
It lives again
Titolo originale:It Lives Again
Dati:Anno: 1978Genere: horror (colore)
Regia:Larry Cohen
Cast:Frederic Forrest, Kathleen Lloyd, John P. Ryan, John Marley, Andrew Duggan, Eddie Constantine, James Dixon, Dennis O'Flaherty, Dennis O'Flaherty
Note:AKA "It's Alive 2: It Lives Again". Sequel di "Baby Killer" ("It's Alive"). Seguito da "Baby Killer III- L'isola Dei Morti Viventi". Inedito in Italia.
Visite:437
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/3/09 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/10/15
Proseguono le avventure della nuova razza di neonati inventati da Larry Cohen, geniale regista (ma prima di tutto sceneggiatore) che aveva saputo, con BABY KILLER, proporre un nuovo pericolo deformando e incattivendo bimbi appena venuti al mondo. Il padre protagonista del primo capitolo (Ryan) ritorna fin da subito per avvicinare una prossima coppia di genitori (Forrest/Lloyd): sa che il loro figlio appartiene alla nuova stirpe e li avverte che le autorità (anch'esse al corrente della cosa) uccideranno il pupo in ospedale non appena uscirà dalla pancia della madre. Quelli ci credono fino a un certo punto, ma ben presto si accorgeranno che l'uomo aveva ragione e con lui fuggiranno per far partorire la donna in santa pace (si fa per dire). Verranno condotti in una villetta dove un gruppo di persone custodisce già un paio di baby killer e ospita volentieri il terzo in attesa di vedere come crescerà ("sarà la razza dominante del futuro"). La polizia naturalmente è sulle loro tracce e non ci vorrà molto prima che si avvii lo scontro, coi tre babies (il make-up è quello storico, firmato da Rick Baker) pronti alla battaglia. Curiosamente la parte migliore è la prima, in cui il clima di attesa è ben reso dalla solita buona sceneggiatura di Cohen, che fin da subito si distingue dalla media: solidi dialoghi che un cast scelto con gusto e assortito ottimamente valorizza accrescendo la tensione attraverso una buona dose di inattesa credibilità. La storia si sviluppa con belle variazioni e non ci sono le inutili parentesi “esterne” o la penalizzante staticità che avevano danneggiato il capostipite. Il film comincia a mostrare la corda nella seconda parte, quando l'azione banalizza la vicenda e il thrilling si stempera in un horror di maniera, con i neonati killer che al solito si vedono molto poco e quando si vedono vengono ripresi con luci che non ne esaltano certo il realismo. Ad ogni modo è una buona dimostrazione di come Cohen sappia gestire bene le poche risorse a disposizione soprattutto attraverso la scrittura e la direzione del cast. Peccato non abbia saputo mantenere vivo lo stesso clima angosciante fino alla conclusione (che suggerisce una nuova ciclicità).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Herrkinski 15/3/09 21:10 - 4489 commenti

Sequel del piccolo cult Baby Killer, nuovamente diretto da Cohen. Riprende esattamente da dove finiva il prototipo, ed offre una sceneggiatura e uno svolgimento decisamente interessanti, risultando un seguito più che gradevole e azzeccato. Ricompare anche il protagonista del primo episodio, il buon John Ryan. Sopra la media tutti gli interpreti, buoni gli SPFX (stavolta si vedono un po' meglio anche i "baby killers"). Il film ha ritmo e merita di sicuro una visione.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Pumpkh75 17/5/19 15:13 - 1217 commenti

Più movimentato del progenitore, con l’opportuno trambusto che va a distrarre dalla costipazione creativa di Cohen: qualche creaturina in più, complotti e movimenti di liberazione ma stringi stringi il tema di fondo è monotonamente privo di novità. Un paio di assurdità ce lo rendono più simpatico: l’incredibile numero di poliziotti impiegati per il primo Baby Killer (e chi è, Alien?), il tendone giallo e blu che in extremis è quella follia che risolleva la conclusione manieristica. Sempre adeguato John Ryan. Così così.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)