Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DEMONIO DALLA FACCIA D'ANGELO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 3/3/07 0:39 - 4467 commenti

Film piuttosto lento, ma giocato su ambientazioni interessanti e sottilmente insinuanti, che trovano l'acme nella corporeità di Mia Farrow, ossessionata da ricordi luttuosi e da fantasmatiche presenze. Keir Dullea porta inquietudine con il suo sguardo azzurro, spalancato sin da 2001 Odissea nello spazio.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 23/10/09 18:33 - 3875 commenti

Confuso thriller - frutto di una coproduzione inglese e canadese - che ha per maggior difetto un taglio narrativo (im)personale, essendo appiattito sul già abusato (pur all'epoca, ovvero a metà anni Settanta) tema della fragile e (apparentemente) indifesa figura tratteggiata, comunque con immedesimazione lodevole, dalla (adatta) Mia Farrow, qua sorta di ideale consanguinea della Rosemary più celebre. Difetta di ritmo e l'impostazione, decisamente singolare (ma perdente), di puntare unicamente su una sola attrice alla fine rende ancora più lento e astruso il film.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 8/8/08 17:37 - 5737 commenti

A quasi dieci anni dall'immagnifico Rosemary's Baby, l'intensa Farrow è ancora coinvolta in un horror d'atmosfera su case infestate e bambine maledette, tutto giocato sui sottointesi e su un riuscito connubio tra musica e luci, parziale riscatto di un ritmo lento. L'incontro tra la protagonista e l'enfante terribile fanno venire in mente Il profumo della signora in nero; il pupazzo ghignante sembra presagire La casa 3.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rebis 19/6/14 10:27 - 2075 commenti

La "chiusura del cerchio" cui allude il bellissimo titolo originale, è quella messa in atto da Jullia, inseguendo le tracce del suo senso di colpa. Tratto da un romanzo di Peter Straub, autore americano che ha profondamente innovato la tradizione gotica inglese, mette i brividi grazie alla raffinatissima, sibillina messa in scena di Loncraine che procrastina intelligentemente l'agnizione finale. Luci spettrali di Peter Hannan e score - solo d'acchito datato - di Colin Towns. Ultima, memorabile incursione di Mia Farrow nei meandri della paura, dopo Polanski e Fleischer. Agghiacciante.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 13/4/14 23:04 - 4723 commenti

Inquietante ghost-story con una intensa Mia Farrow interprete di un ruolo non facile da lei ritratto sullo schermo con bravura non comune. Va segnalato anche il notevole cast di contorno, con un viscido Dullea e la Bennett cognata. Inoltre il film forse presenta uno dei finali più "terribili" del genere horror: crudele, inaspettato, lascia lo spettatore senza parole e pieno di dubbi. L'atmosfera è veramente angosciante come in poche altre pellicole, anche grazie alla stupenda colonna sonora. Merita e molto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale: nella migliore delle ipotesi non potrete non provare un sottile brivido di terrore.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 28/6/07 13:24 - 3112 commenti

Discreto film. La storia ha qualche lentezza ma col passare dei minuti diventa sempre più suggestiva e complessa, fino alla bella inquadratura finale. Buona la fotografia e ottima come sempre Mia Farrow, che qui sfoggia un'acconciatura in stile Rosemary's baby. Discrete le musiche, in alcune scene davvero azzeccate.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Daidae 22/3/16 15:34 - 2598 commenti

Non l'ho trovato spaventoso. Sicuramente è ben realizzato, a parte l'assurdità della morte di uno dei protagonisti (la cantina...). Colonna sonora semplicemente perfetta, trama intricata e ottima recitazione da parte di un'attrice che aveva certamente ottime doti. Mi sentirei di consigliarlo anche a chi non apprezza il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La colonna sonora.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Lucius  8/9/09 13:06 - 2752 commenti

Ci sono dei film frutto di un'alchimia perfetta, tipo Rosemary's baby o A Venezia un dicembre..., questo è uno di quelli. Inoltre Mia Farrow, che conferma il suo talento, quasi sprecato con i film di Woody Allen, emoziona ed appassiona. La storia, incorniciata da un profondo malessere ben evidenziato per tutta la durata del film, avvolge lentamente. Dal punto di vista tecnico (fotografia, colonna sonora, ecc.) tutto è perfetto. Notevole.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Nicola81 18/4/17 12:32 - 1695 commenti

Interessante, ma piatto. Gli horror che prediligo sono proprio quelli che puntano sull'atmosfera anziché sugli effetti gratuiti, però vorrei che arrivassero al dunque più rapidamente e che fossero sorretti da un ritmo più sostenuto, cosa che qui invece non accade. La Farrow sembra catapultata da Rosemary's baby e fornisce un'ottima prova, il finale è agghiacciante e si presta a varie letture, la colonna sonora discreta. Comunque, su un canovaccio simile farà molto meglio Peter Medak con il suo Changeling.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Stefania 30/9/12 21:55 - 1600 commenti

Ectoplasmatica lei stessa, la Farrow ammalia, perlacea ed intensa, mentre si aggira nell'ennesima "haunted house", sempre più attenta ai sussurri e alle grida che le giungono dal mondo dei morti, sempre più sorda al gracchiare del buon senso che le giunge dal mondo dei vivi. Loncraine vuole costruire una ghost story sofisticata, un mistery della psiche, ma la parsimonia nel dosare gli elementi schiettamente horror finisce per rendere insipida la portata. Il finale straziante riscatta solo in parte un film troppo ambizioso e ben poco originale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli ultimi cinque minuti...
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

ShangaiJoe 24/6/09 14:49 - 32 commenti

In una parola: angosciante. Ottima ghost story tardi Anni Settanta, imperniata sull'amarissimo tema dell'assenza e del disagio interiore conseguente alla scomparsa di una persona cara. Tutto è perfetto, a cominciare dalle musiche, passando dalla splendida protagonista, fino ad arrivare all'ultima delle comparse. La pesante sensazione di malessere, presente in tutto il girato, esplode nel finale lasciando lo spettatore attonito da tanta crudeltà. Senza scampo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Colonna sonora azzeccata ed elegante.
I gusti di ShangaiJoe (Giallo - Horror - Thriller)