Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NEMICO PUBBLICO N. 1 - L'ORA DELLA FUGA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 18
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/3/09 DAL BENEMERITO HARRYS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 11/9/09 7:10 - 10684 commenti

Continuum narrativo rispetto al primo episodio (L’istinto di morte), L’ora della fuga (che narra la seconda parte delle vicende del criminale francese Jacques Mesrine), appare maggiormente votato all’azione con mirabili sequenze di inseguimenti e sparatorie rispetto ad un maggiore approfondimento psicologico dei personaggi presente nel primo film. Questo ne fa un’opera più compatta e assai godibile. Molto efficace il montaggio.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 24/4/10 12:08 - 4165 commenti

Una seconda parte decisamente superiore alla prima, se non altro, perchè c'è più azione e si aggiungono personaggi come il commissario della B.R.I. e il nuovo compare del protagonista, conosciuto in carcere e dal carattere forte (infatti, i due faranno scintille). Alcuni momenti sono particolarmente riusciti: la fuga dal carcere; la visita al padre morente; lo scambio, divisi da una porta, tra Mesrine e il commissario; la famiglia presa in ostaggio. Nota di merito per il vecchio riccone speculatore e avarissimo, che riesce a contrattare il suo riscatto con Mesrine. Nel complesso, buono.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mesrine rapina una banca, attraversa la strada e ne rapina un'altra; Al poliziotto, che lo segue in bagno: "Sei frocio, o ti piace la puzza di merda?".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Tarabas 30/12/15 10:39 - 1538 commenti

Meglio della prima parte, un po' (solo un po') meno facilona, un po' (solo un po') più interessante e con un lavoro migliore sui personaggi. La latitanza di Mesrin (se il racconto è realistico) farà rimpiangere ai delinquenti l'era ante internet e carte di credito, visto che il Nostro se ne sta in panciolle con la sua bella senza apparenti problemi. Cassel trova un contraltare in Amalric che un minimo lo limita nell'imperversare sullo schermo. Nel complesso un'occasione sprecata. Un Giovanni o un Melville ne avrebbero tirato fuori un capolavoro.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 5/5/11 7:42 - 7427 commenti

Seconda parte di un monumentale dittico, più avvincente grazie ad un maggior tasso di scene d'azione, ben orchestrate, mentre le vicende familiari del protagonista questa volta restano sullo sfondo (a parte il momento della visita al padre morente). Cassel si conferma l'interprete ideale per questo personaggio di criminale narcisista, megalomane, confusamente libertario, con un proprio codice d'onore, mentre Mathieu Amalric, dalla gestualità nervosa e lo sguardo allucinato, spicca nel ruolo del complice di fuga e rapine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La contrattazione con il vecchio rapito sull'importo del riscatto - La sequenza finale, che riprende in dettaglio quella in apertura del primo film .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

G.Godardi 3/10/09 17:37 - 950 commenti

Sorpresa! La seconda parte delle avventure del noto criminale Mesrine prende inaspettatamente il volo! Dopo una prima parte di maniera qui il regista si sfoga con una narrazione sincopata che prende in prestito svariate tecniche cinematografiche. Il che rende tutto più avvincente. Aggiungiamoci poi che il personaggio di Cassell qui raggiunge vette di gigioneria e cialtroneria non indifferenti e capiremo il perché della buona riuscita di questa seconda parte. Molto più avvincente e divertente del primo.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Hackett 10/10/12 7:00 - 1561 commenti

Piú movimentato e incalzante del primo capitolo, questo secondo atto ci porta nel pieno della campagna criminale instaurata da Mesrine, tratteggiandone maggiormente i lati violenti, spavaldi ed eccessivi. Il ritmo é buono, la sceneggiatura non ha tempi morti e ancora una volta Cassel fa la parte del leone con trasformazioni fisiche non da poco.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Harrys 3/5/09 2:18 - 679 commenti

Questo secondo capitolo inizia esattamente dove finiva l'incipit del primo (!). Si intuisce ben presto però che la consistenza non è la medesima. Dove L'Istinto di Morte falliva, L'Ora della Fuga colpisce nel segno. A differenza del capitolo/pastrocchio infatti, questa conclusione risulta degna dei migliori gangster movie in circolazione: sequenze tesissime, violenza ben dosata, coerenza narrativa rispettata... e un gran Vincent Cassel. Tecnica registica più consapevole e matura, nonostante lo stile persista, e un montaggio meno videoclipparo.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Redeyes 28/5/14 20:32 - 1971 commenti

E terminiamo col camioncino e le mitragliette! Nel mezzo tanta azione, travestimenti e manie di grandezza. Rispetto al primo c'è una deriva di violenza che pecca di quella ricerca psicologica, di quell'approfondimento che avevano reso notevole il raccontato. Mesrine, quasi un eroe, con quel contrastato sentimento che già i vari Romanzo criminale avevano creato assume, qui, i connotati del criminale dotato di rari momenti di lucidità e idealismo. Buono ma ho preferito L'istinto di morte.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Supercruel 8/5/10 17:56 - 498 commenti

Dopo la buona prima parte, in queste due ore la vicenda di Mesrine esplode in tutta la sua potenza drammatica. Cassel è monumentale nel dipingere e tinte forti un personaggio dall'indubbio fascino e carisma. Anche per quel che concerne l'azione si entra nel vivo, con sparatorie ed inseguimenti davvero ben congegnati e diretti. Il film non lesina sulla violenza, vedasi il brutale pestaggio del giornalista e il glaciale e bellissimo finale. In questa parte poi, viene egregiamente sviluppata la morale e l'etica di Mesrine. Ottimo.
I gusti di Supercruel (Azione - Fantascienza - Horror)

Giùan 30/11/14 17:48 - 2496 commenti

Se il primo capitolo s'era incaricato di farci misurare con l'essere per la morte di Mesrine, in questo L'ora della fuga a esser messo a fuoco è invece l'istrionico istinto spettacolare del più pericoloso criminale d'oltralpe. Richet ne "inquadra" l'animalità anarchica all'interno dell'incandescente quadro socio-politico degli anni '70, peritandosi tuttavia, come già era accaduto nel precedente episodio, di non empatizzar mai coi suoi eccessi, le sue crudeltà, le sue megalomaniche meschinità. Meno organico e più bruscamente ellittico della prima parte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il secco nervosismo di Lanvin; La temeraria bellezza della Sagnier.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Piero68 1/6/10 14:07 - 2489 commenti

Classica pellicola di mala, violenza e rapine. Anche se ispirata da un personaggio vero, ricalca molto i cult del genere in voga in Italia e Francia negli anni 70. La sceneggiatura fa di tutto per rendere Mesrine un personaggio quasi romantico. Buone le intenzioni ma Cassel secondo me questa volta rovina tutto. Faccia e pancetta da "ragioniere" (forse per esigenza di copione) si uniscono ad una strana indolenza che lo portano lontano anni luce da quell'intensità che dovrebbe essere propria di un personaggio come Mesrin. Anche Amalric delude.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Buiomega71 30/3/12 1:22 - 1855 commenti

Cocente delusione questa seconda parte, che non ha un grammo del furore della prima, così meravigliosa e mozzafiato. Poca azione, violenza contenuta (qualche sprazzo quà e là), prese di posizione ideologiche e politiche e gran spreco di dialoghi spesso noiosi con un Cassel trasformista manco fosse Alighiero Noschese. Ricet gira sempre da dio, ma dà troppa libertà a Cassel/Mesrine (ne fa addirittura una specie di Robin Hood) affievolendo il ritmo e tirandola per le lunghe. Qualche buon momento c'è, ma siamo distante anni luce dal feroce primo capitolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il furioso pestaggio del giornalista nella grotta; Mesrine e Sylvie in Bmw mentre ascoltano a tutto volume "Non, rien de rien"; Il violento finale.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Mickes2 13/12/11 12:08 - 1550 commenti

Si avverte un miglioramento rispetto al primo episodio. Action a tutto tondo, questo di Richet. La vita di uno dei criminali più famosi di Francia, affrontata da un punto di vista volutamente meno introspettivo e dedito a parentesi energiche, addizionando gesti, ideali, amicizie, amori che hanno fatto parte della vita dell'eclettico Jacques Mesrine. Coinvolge grazie ad una regia di mestiere, asciutta, dinamica e ritmata. Nello sguardo di Cassel ci sono tutta l'espressività, la grinta e la cattiveria necessarie.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Nicola81 2/1/14 14:59 - 1515 commenti

I nodi vengono al pettine, imponendo a questo secondo capitolo un ritmo più serrato e un maggior tasso d'azione. Richet dirige ancora egregiamente mentre Cassel, perfetto nella prima parte, stavolta si lascia prendere troppo la mano e, con il suo dilagante istrionismo, alla lunga rischia di stancare. Si aggiungono però degli ottimi comprimari (su tutti Lanvin, Gourmet e la Sagnier) ed è memorabile il cammeo di Georges Wilson nei panni del vecchio miliardario rapito che contratta l'entità del proprio riscatto. Un bel lavoro complessivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli scontri a fuoco con la polizia; La famiglia presa in ostaggio; Il brutale pestaggio del giornalista; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Greymouser 31/3/12 1:23 - 1441 commenti

Lasciando spazio libero all'istrionismo dilagante di Cassel, Richet rinnega la scrittura asciutta e dinamitarda del primo atto per confezionare un prodotto molto più canonico e convenzionale, contornando inoltre il primo attore di personaggi cartavelinici privi di spessore. Deludente rispetto alle (mie) attese, il film si risolleva nel finale con la brutale esecuzione di Mesrine, ma resta il rimpianto per quella che poteva essere un'opera epica, rimasta irrisolta e scorciata a causa della scelta poco coraggiosa di non portare fino in fondo un percorso iniziato così bene.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Giacomovie 5/11/13 20:20 - 1295 commenti

Questa seconda parte del dittico di Richet, così come la prima, sintetizza tutta la migliore tradizione del gangster-movie d'azione, con momenti serrati da western metropolitano in piena regola, un impianto granitico consolidato da una regia meticolosa e concreta e un finale a cui si arriva con pathos nonostante sia stato svelato nei titoli di testa del primo film. Grande Vincent Cassel, a cui riesce anche il ruolo di trasformista nel cambiare svariati look. ***!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "La morte non è niente per chi ha saputo vivere".
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Almicione 6/1/14 2:35 - 765 commenti

Mesrin non si ferma e soprattutto non lo fermano. Si procede allora col gradevole secondo episodio, senza dubbio più avvincente del primo, forse perché la narrazione non subisce la monotonia delle scene di cui aveva sofferto e anche perché ormai Mesrin è un pezzo grosso, il numero uno e i suoi colpi divengono sempre più ardui e fascinosi. Il resto, suppergiù, non cambia molto: la regia mostra qualche interessante spunto, ma è a tratti confusionaria; alcuni passaggi diegetici sembrano un po' forzati; la performance di Cassel è molto buona.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La suspense delle scene finali (anche se il finale sembra mozzato, lasciato incompiuto); "Giri come una trottola e il peggio è che non lo capisci...".
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Mark 22/4/11 3:03 - 231 commenti

Il secondo episodio è decisamente il più spettacolare per qualità e quantità di azione e soprattutto interpretazione. Mai visto un Cassel così immedesimato, irretito dal personaggio, sembra muoversi quasi con una seconda pelle mostrando un talento interpretativo straordinario. Il ritmo è incessante, esplosivo fino all'epilogo. Un film che lascia il segno e si lascia guardare davvero con passione. In assoluto uno dei migliori gangster movie degli ultimi anni.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)