Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ULTIMO MONDO CANNIBALE

All'interno del forum, per questo film:
Ultimo mondo cannibale
Dati:Anno: 1976Genere: avventura (colore)
Regia:Ruggero Deodato
Cast:Massimo Foschi, Me Me Lai, Ivan Rassimov, Sheik Razak Shikur, Judy Rosly, Suleiman, Shamsi
Note:Aka "Last cannibal world", "Jungle holocaust", "Carnivorus", "The last survivors".
Visite:2165
Il film ricorda:Cannibal holocaust (a Acid burn), I guerrieri della palude silenziosa (a Buiomega71), Il paese del sesso selvaggio (a Undying), Un uomo chiamato cavallo (a Undying)
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI I CANNIBAL MOVIES ITALIANI
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 18
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Il primo “vero” film dedicato ai cannibali doveva originariamente essere diretto da Umberto Lenzi, autore dell'antesignano IL PAESE DEL SESSO SELVAGGIO. Fu poi invece chiamato Ruggero Deodato, qui assistito dal giovanissimo Lamberto Bava. ULTIMO MONDO CANNIBALE ha inaugurato il filone con un’incredibile sequela di truculenze, che culminano nella scena dello squartamento della bella Me-Me-Lay: coccodrilli sventrati selvaggiamente, puerpere che partoriscono, staccano l'ombelico a morsi e gettano il neonato in pasto agli alligatori, braccia divorate dalle formiche, violenze gratuite tra animali... A queste amenità vanno aggiunte sequenze di stupri, inquadrature di genitali maschili strizzati e tirati (il benemerito Massimo Foschi non ha problemi a girare nudo per mezzo film), masturbazioni accennate e molto altro ancora. Deodato dimostra da subito l'amore incondizionato per il dettaglio scioccante che lo porterà a realizzare il suo “must” CANNIBAL HOLOCAUST. L'idea è quella di far apparire la storia più verosimile possibile (insistendo fin dall'inizio col sottolineare l'origine reale della stessa) in modo da coinvolgere lo spettatore mostrandogli un ipotetico mondo cannibale e spingendolo a credervi, ottenendo così un inevitabile interesse morboso. Girato interamente in Malesia, nei pressi di Kuala Lumpur, ULTIMO MONDO CANNIBALE non ha il ritmo del classico di Deodato precedentemente citato, soffre di una approssimazione contenutistica notevole, ma risulterà comunque un grande successo, non solo italiano. Addirittura in Indonesia ne produrranno un remake (PRIMITIV). La strada è aperta...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 19/4/10 22:06 - 3875 commenti

A seguito di un atterraggio di fortuna, un uomo si ritrova "ingabbiato" in una civiltà a lui estranea, arcaica e legata a riti tribali (nel bel mezzo della giungla Mindanao). Sorta di lettura, più audace e insistita, del precursone lenziano: Il paese del sesso selvaggio, film con il quale condivide, oltre alla trama, l'idea folgorante di rileggere il plot de Un uomo chiamato cavallo in chiave estremamente populista/popolare e ad effetto. Sangue, violenze e crudeltà assortite - ibridate, però, con una copiosa dose di ingenuità - ne fecero di fatto il titolo apripista del filone "cannibal".
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 2/3/09 11:58 - 4341 commenti

E' sicuramente uno dei film meno parlati che abbia mai visto, ma è comunque molto chiaro ed esplicito (non rompete le palle ai cannibali e soprattutto, uomo bianco, lascia perdere la giungla). Qui l'interpetazione degli attori (il protagonista e i poveretti della spedizione) conta poco. Questa è una pellicola d'immagini forti, decisamente crude (il primo barbecue, l'eviscerazione con smembramento e cottura di carne umana, animali che si combattono). Il resto passa decisamente in secondo piano. Purtroppo, nelle scene in grotta, bisogna aguzzare la vista. Non male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La megapalla con spuntoni. I Manabu ("leggermente" violenti e "vagamente" cannibali) ridono delle mutande del protagonista e gli assaggiano l'orologio.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 4/3/09 0:58 - 1495 commenti

Sicuramente più convenzionale del successivo Cannibal Holocaust, almeno nella struttura, ma non per questo meno godibile. La storia infatti è ben scritta, ed il senso di spaesamento dei protagonisti in mezzo ad una giungla ostile è reso molto bene. Ottimo come al solito Ivan Rassimov, ma anche Massimo Foschi è bravissimo in un ruolo forse non molto adatto alle sue corde.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Deepred89 13/4/07 21:03 - 3112 commenti

Deodato ci sa fare e si vede, infatti questo suo Ultimo mondo cannibale è tra i migliori del sottogenere "cannibal". Meno angosciante della media (nonostante il gran numero di scene splatter), il film è comunque appassionante e decisamente ben realizzato. Ottima la fotografia e bravi gli attori (da ricordare il tour de force del protagonista Massimo Foschi). Alcune scene splatter verranno riutilizzate in Mangiati vivi!
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 9/7/09 23:05 - 4443 commenti

Deodato riparte da dove Lenzi s'era fermato (in Il Paese del sesso selvaggio) e fa le prove per il capolavoro Cannibal Holocaust; ma questo film brilla di luce propria. Rispetto al succitato CH, questa pellicola punta maggiormente sull'azione (il ritmo è davvero incessante) e su un'atmosfera quasi da puro horror, basti vedere l'asfissiante capitolo della prigionia di Foschi (eccellente interpretazione, tra l'altro). Non mancano le classiche scene truci a danno degli animali e lo splatter è presente in parecchie sequenze. Uno dei migliori esempi del filone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il riprovevole smembramento del coccodrillo; Me Me Lay che viene squartata, cucinata e mangiata.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Stubby 17/2/08 1:31 - 1147 commenti

Mi è piaciuto molto anche se non apporta niente di particolarmente nuovo al genere. Sono presenti le solite sequenze con animali (uccisioni e combattimenti) e lo splatter che naturalmente caratterizza questo genere di pellicole. Comunque stavolta ci viene sottolineato come l'uomo civile dimostri tutte le sue debolezze dettate dallo spirito di sopravvivenza e il suo comportarsi come gli stessi selvaggi se non addirittura peggio. Il film ha un ottimo ritmo e tiene sempre desta l'attenzione nello spettatore. Ottimo adventure.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Redeyes 28/9/15 18:13 - 2045 commenti

Ruggerone fa le prove per il capolavoro cannibalesco che di lì a poco verrà. Al solito non si lesina nelle torture sugli animali, ma si cerca anche di non risolvere tutta la trama in un banale sparpaglìo di budella. Efficace la cinica storia d'amore con la selvaggia e tutto sommato il taglio dato alla caratterizzazione delle due fazioni è meno manicheo che in altre pellicole di genere. Dialoghi passabili e una corsa/inseguimento meno sciocca di quanto possa apparire. Molto bravo Foschi.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Flazich 16/4/07 20:45 - 658 commenti

Sinceramente mi ha lasciato perplesso e deluso. Dopo aver visto Cannibal Holocaust questa pellicola risulta notevolmente ridimensionata. Buono il cast e buone anche le scene girate nella foresta... Immancabili le scene di lotta tra animali. Per il resto il film è proprio bruttino. Solo per appassionati del genere e masochisti.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Trivex 14/1/09 22:46 - 1417 commenti

Il film narra le peripezie di alcuni occidentali, incappati nell'inconveniente di smarrirsi nella giungla selvaggia, con la loro progressiva involuzione comportamentale volta alla sopravvivenza. L'ambiente è davvero impressionante, in particolare la grotta nella quale viene imprigionato l'ottimo Massimo Foschi, mentre le solite scene di violenza inutile sugli animali rappresentano l'elemento negativo del prodotto. Forse propedeutico a Cannibal Holocaust, se non si arriva alla fine di questo... è meglio desistere ed evitare il successivo!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 17/11/08 17:00 - 1579 commenti

Bruttissimo horror, dove il filo logico non c'è e le scene splatter si sprecano. Poveri animali, che vengono massacrati per spaventare il pubblico. A me ha fatto solo incazzare... Ruggero Deodato ha sprecato solamente pellicola per girare un film che verrà ricordato unicamente per la nausea cha lascia a fine visione (e non è un complimento).
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 17/11/08 17:26 - 635 commenti

Un film che sviluppa una storia di avventura ambientata all'interno di una giungla immensa abitata dai cannibali sempre pronti ad un nuova ricetta. I limiti dell'uomo sono quelli che si vedono nel film. Un antropologo intelligente che diventa schiavo delle sue radici preistoriche, arrivando a mangiare persino il fegato di un uomo. Il voto basso non è per la storia in sè (metaforicamente emerge anche una morale), ma per come viene trascritta e mostrata attraverso scene inutili ed ignobili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ti porto a casa.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Lercio 15/4/07 1:53 - 232 commenti

Grande prova di Deodato a cui si sono ispirati più registi, alcuni dei quali per film di rilevanza internazionale (soprattutto per quanto riguarda la parte iniziale). Un cannibal movie avventuroso che strutturalmente ricorda i film degli anni '50 costruiti classicamente, ma che poi se ne differenzia per il tema trattato. Da riscoprire!
I gusti di Lercio (Drammatico - Horror - Poliziesco)

Rufus68 25/8/16 21:25 - 2660 commenti

"Si diventa ciò che si è..." sentenziava Nietzsche. "Si diventa ciò che si era..." corregge Deodato. Grattata la doratura della tecnica e della civiltà insorgono le pulsioni primarie e il passato di nuovo ghermisce l'uomo bianco. Se in Cannibal holocaust sarà la follia nichilista degli occidentali il nucleo del film, qui è il ghiaccio sottile del progresso il vero dilemma (e l'innocenza degli indigeni, un po' diversa dall'edenica visione delle utopie illuministe). Bravi i protagonisti maschili. Me Me Lay nudazzola è proprio un bel vedere.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giùan 1/10/16 21:38 - 2651 commenti

Virulento esempio dello sferzante cipiglio registico del prode Ruggero, il quale con cannibalica famelicità se magna quel fumettone a tinte (neanche troppo) forti del Paese del sesso selvaggio e vomita un feroce survival movie, di ansiogena tenuta stilistico-narrativa. Rispetto al ben più vasto discorso politico-sociologico di CH il film si regge su una struttura più stringata, concentrando su un Foschi in gran vena gli abbruttimenti della natura sulla cultura. Comunque spiacevoli gli inserti "animalistici", ben più fastidiosi d'ogni pasto antropofago.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Buiomega71 21/5/11 16:23 - 2039 commenti

Feroce mix di adventure movie e cannibal, prove generali per il monumento cannibalico deodatiano. Foschi è a dir poco eccezionale: rapito, torturato, fuggitivo e infine costretto a calarsi nel cannibalismo per dimostrare la "supremazia". Le trappole torneranno nei Guerrieri della palude silenziosa di Hill (col quale il film di Deodato ha diversi punti in comune) e alcune sequenze gore lasciano il segno (Me Me Lay squartata, le formiche guerriere sul braccio, il feto divorato dal coccodrillo). Deodato, come sempre, è una spanna sopra a tutti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Foschi legato su un costone: i cannibali glistrappano gli slip neri e cominciano a giocherellare con il suo pisello.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Von Leppe 23/2/11 15:30 - 943 commenti

Deodato aveva un vero talento per questo genere: da questo film semplice si vede come sa mettere in scena le crudeltà, girate in una vera giungla in modo documentaristico; supera Lenzi, l'inventore del genere. La scelta della grotta è il mostrare tutto, anche le parti basse senza remore; ed è la forza di questo film; le riprese nella grotta con i cannibali sono eleganti, bella la mora cannibale nuda e come finisce, con il commento musicale melodico. Ci sono ingenuità, ma è un buon film.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Jdelarge 11/4/14 19:58 - 733 commenti

Deodato rende celebre il genere cannibalico (precedentemente scoperto da Lenzi con Il paese del sesso selvaggio), facendo immergere totalmente lo spettatore nel mondo "naturalmente spietato" della giungla. Chiaramente l'intento principale del film è quello di mostrare scene estreme, ma il tutto è giustificato pienamente da una trama approfondita e convincente, che conferisce alla pellicola una dose di realismo non irrilevante. Molto bello il finale.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Impi3gato 14/7/16 22:55 - 26 commenti

Discreto film d’exploitation che in quanto ad ambientazione e ad atmosfere prepara la strada al suo fantastico successore, il cui però lato forse più interessante, quello sociologico, è qui assente. Rimane un film assai godibile, il sodalizio bianco-selvaggia e la conseguente fuga per la foresta intrattengono non poco e il tutto è condito con gustosissime scene sanguinolente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il recupero dell’esca; Il fraintendimento delle necessità di Foschi da parte dell'indigena.
I gusti di Impi3gato (Commedia - Drammatico - Fantascienza)