Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BLUFF - STORIA DI TRUFFE E DI IMBROGLIONI

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Musica, idee e costumi rubati alla STANGATA di George Roy Hill, con Anthony Quinn e Adriano Celentano che tentano di emulare la coppia Redford/Newman. Eppure, nonostante tutto, i bei paesaggi verdeggianti della Francia e la regia spigliata di Sergio Corbucci impediscono di gridare allo scandalo. Anche perché la verve istrionica di Celentano è piuttosto originale ed è qui che ha modo di uscire in tutto il suo dinamismo comico per la prima volta. Le sue risposte spiazzanti, i nonsense, il suo personaggio sempre in bilico tra l'ingenuità e la furbizia emergono prepotentemente lasciando intravedere grandi potenzialità (ci penseranno poi Castellano e Pipolo a sfruttarle economicamente). Vedere il Molleggiato alle prese con un mostro sacro come Anthony Quinn fa sorridere, ma è proprio lui a vincere la partita contro il collega ingessato, bravo ma supponente. La storia si rifà alle tante già viste sul tema, con qualche truffa di preparazione (invero non troppo geniale), un accenno romantico nella figura della splendida Corinne Cléry, il preciso disegno dell'antagonista principale (Capucine) e la preparazione al grande bluff finale (la “stangata”, insomma). Rispetto al classico di Corbucci vira molto di più sulla commedia, senza preoccuparsi eccessivamente della plausibilità e l'effettuabilità reale degli imbrogli. A lui interessa far sorridere e spesso ci riesce, mantenendo viva l'attenzione grazie al ritmo e a una spiccata attitudine al genere. Non è un capolavoro, in più occasioni lascia perplessi la modestia della sceneggiatura, ma l'atmosfera scanzonata, allegra, che pervade la pellicola ci permette di apprezzarne la freschezza. Consulente dei trucchi è il mago Tony Binarelli, che vediamo mescolare le carte e giocare a poker con Celentano.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 10/3/07 0:31 - 4466 commenti

Abbastanza divertente per la simpatìa dei protagonisti e per le numerose simpatiche beffe da loro create. Un po' troppo inverosimile la stangata finale. La Cléry è bellissima. Quinn è in gran forma: Celentano ha l'intelligenza di non rubargli la scena. Spigliatissima la regìa di Corbucci. Ampio spazio all'adorabile caratterista Attilio Dottesio.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 27/7/12 7:41 - 10954 commenti

L'ovvio riferimento cinematografico è La stangata. Ovviamente il film di Corbucci non ha la stessa valenza artistica del capolavoro americano ma si tratta tuttavia di un'pèera gradevole e curata. Funzionano la caratterizzazione ambientale (con scene e costumi) e la coppia Celentano/Quinn sorprendentemente affiatata (e peraltro affiancata da un ottimo cast di caratteristi) la cui prova consente di superare qualche incertenzza nella sceneggiatura. Nel complesso, film più che gradevole.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Renato 30/12/08 14:38 - 1495 commenti

Parodia dei gangster-movie molto di moda in quegli anni, funziona soltanto in parte per via di una sceneggiatura davvero povera di idee, a tratti addirittura improbabile (perché mai tirare in ballo Sigfrido ed i Nibelunghi in un film del genere?), ma che qualche buon momento lo regala. Ovviamente il merito è soprattutto di Celentano, che non sfigura affatto anche affiancato ad un mostro sacro come Anthony Quinn. Certo, l'ambientazione francese è davvero presunta...
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Tarabas 1/1/09 11:41 - 1620 commenti

Una classica "strana coppia" (il vecchio e il giovane, uno in cerca di vendetta, uno in cerca di una svolta: quanti ne abbiamo visti?) di truffatori (con signora e che signora: Corinne Clery) architetta un colpo ai danni di una perfida biscazziera. Divertente, anche se ingenua, commedia con un'interpretazione travolgente di Celentano (qui al suo meglio perché non completamente libero di imperversare) e la vecchia gloria Quinn. Cinema medio di buona qualità, che fa ridere senza i colpi bassi oggi apparentemente imprescindibili. Avercene.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Ciavazzaro 1/1/09 11:34 - 4723 commenti

Curiosa coppia: Celentano-Quinn. Però si dimostrano più che convincenti nei ruoli da "imbroglioni". Nel cast c'e pure il carissimo Ugo Bologna. Il film non è un capolavoro, ma presenta un buon ritmo, qualche simpatica trovata comica. In definitiva si può vedere senza problemi.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Capannelle 1/3/08 21:39 - 3575 commenti

Celentano e Anthony Quinn in un film che fa il verso a La stangata, con le ovvie proporzioni. Corbucci sa dirigere e ricerca un certo stile, ma la cosa gli riesce a metà, perché la coppia funziona, Celentano tira la volata e Quinn fa da spalla consapevole, ma le gag da ricordare sono limitate e la seconda parte è decisamente meno brillante.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Stubby 3/10/07 10:02 - 1147 commenti

Commedia in costume (gangster) non divertentissima ma abbastanza ben fatta. Memorabile la scena in cui Celentano si traveste da prete per entrare nel carcere. Gli attori sono bravi, inoltre il film si avvale della presenza del grande Anthony Quinn. Il reparto femminile è di ottimo livello (soprattutto esteticamente parlando).
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

124c 28/6/13 14:37 - 2693 commenti

Adriano Celentano si dà alla Stangata, aiutato da un buon cast di professionisti. Buono il vecchio imbroglione con figlia di Anthony Quinn, mentre Capucine sa farsi detestare come capo-gangster. Il molleggiato interpreta un ruolo che, secondo me, sarebbe andata bene anche a Giuliano Gemma, ma i suoi duetti con Quinn risultano divertenti. Simpatici i bluff, vivace la scena iniziale in treno, discreti gli inseguimenti in auto e ben ricostruita l'ambientazione anni '20/'30. Corinne Clery, all'epoca al top, è, anche qui, la cosa più bella del film.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Trivex 14/3/12 15:57 - 1417 commenti

Divertente e spensierata commedia leggera e divertente; disimpegnata ma "veloce" da guardare, anche in seconda (o terza) visione. Naturalmente il molleggiato fa l'80% del lavoro e senza di lui la storia sarebbe poca cosa. Questa parodia del trucco del più furbo è perfetta per lo stile personalissimo di Adriano, per le sue battute, i suoi movimenti plastici e per il coinvolgimento che riesce ad ottenere dallo spettatore. I collaboratori sono noti e piazzati bene, senza però risultare indispensabili, mentre la regia di Corbucci risulta impeccabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La partita decisiva ed il finale "al filo".
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 29/9/11 18:17 - 5874 commenti

Divertente commedia di Corbucci che sfrutta in parte i temi e lo stile della Stangata (pure se con molta meno originalità nei colpi di scena). La coppia Quinn-Celentano, per quanto stranissima, funziona e dà vita a duetti davvero spassosi; insieme a loro ci sono poi una bellissima Corinne Clery e una sempre brava Capucine, nonchè uno stuolo enorme di caratteristi (tra cui spicca Borgese). In definitiva un film godibile, non eccelso ma sicuramente buono. Simpatica la colonna sonora di Luttazzi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La truffa al sarto.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Paulaster 2/5/18 11:10 - 2338 commenti

Coppia di imbroglioni riesce a truffare una biscazziera. Contesto vintage (aiutato dalle musichette charleston), imbrogli assortiti e contorno di belle donne. I protagonisti funzionano perché complementari: Quinn più di sostanza e Celentano per la simpatia. Sceneggiatura a strappi, viene forzata nell'ovvio bailamme finale. Cameo del mago Binarelli (che poteva essere sfruttato di più, per la sua abilità con le carte).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il doppio poker di assi.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Il Dandi 14/1/18 23:18 - 1594 commenti

Questo di Corbucci è senz'altro il più particolare e riuscito dei tanti rip-off de La stangata che imperversavano negli anni '70, grazie anche all'alto livello di tutti i comparti (dalle scenografie alle musiche charleston di Lelio Luttazzi). I protagonisti, curiosamente assortiti, rivelano un'insospettata somiglianza: Quinn si misura con la commedia restando serio, Celentano abdica il suo abituale carattere da superuomo e torna alle origini della sua comicità, quando imitava il picchiatello Jerry Lewis.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tra il rosso e il nero, vince sempre lo zero".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Il ferrini 30/7/16 0:29 - 1492 commenti

Corbucci è regista capace di capolavori come Il grande silenzio e di imbarazzanti pastrocchi come Rimini Rimini. Bluff è lontano da entrambi, è una commedia divertente ed elegante, non certo priva di difetti ma decisamente godibile, grazie anche all'ottimo cast. Celentano non rinuncia neanche stavolta a indossare l'abito talare (vedi Qua la mano, L'altra metà del cielo) ma qui è solo un travestimento. Belli i costumi e ottima la ricostruzione degli anni '20. Non male davvero.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Rigoletto 22/7/12 15:27 - 1403 commenti

Di solito non amo molto i film di Celentano, che reputo commedie di terz'ordine con un personaggio spesso ripetitivo, ma questo ha davvero una marcia in più; sarà la regia di Corbucci, sarà una certa fedeltà alla musica e ai costumi dell'epoca rappresentata o forse la presenza di attori importanti (Quinn, Capucine) e comprimari di valore (Borgese, Marignano e altri)... sta di fatto che il risultato è un film piacevole, con un Quinn perfetto nel ruolo di imbroglione e un Celentano che risente positivamente della performance del collega. **1/2

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La faccia del prete quando incontra Celentano appollaiato su una specie di trespolo.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Ultimo 14/8/15 18:57 - 1246 commenti

Strana coppia, quella formata da Anthony Quinn e Adrano Celentano. Il film può dirsi nel complesso sincero grazie alla simpatia dei due, ma dall'altro lato si nota qualche lacuna nella sceneggiatura e nella gestione dei passaggi tra le varie sequenze. Non tutte le scene delle truffe sono riuscite, ma complessivamente divertono. C'è anche Corinne Clery, giovane e bellissima. Promosso, ma nulla più.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Parsifal68 13/7/16 7:47 - 607 commenti

Una Stangata pane e salame, ma abbastanza gustosa, quella diretta dal buon Sergio Corbucci, che ha il compito non facile di far convivere (bene) due attori del calibro di Celentano e Quinn, apparentemente mal assortiti. La storia scorre piacevolmente, anche se il film di Roy Hill è tutt'altra cosa; ci sono scene simpatiche e il duo funziona bene. Elegantissima Capucine e molto bella la Cléry; insomma, un film disimpegnato che si lascia ben guardare.
I gusti di Parsifal68 (Comico - Commedia - Drammatico)