Cerca per genere
Attori/registi più presenti

WOLFMAN

All'interno del forum, per questo film:
® Wolfman
Titolo originale:The Wolfman
Dati:Anno: 2010Genere: horror (colore)
Regia:Joe Johnston
Cast:Anthony Hopkins, Emily Blunt, Benicio Del Toro, Hugo Weaving, Geraldine Chaplin, Kiran Shah, Art Malik, David Sterne, Olga Fedori, Sam Hazeldine, Branko Tomovic, Michael Cronin
Note:Remake di "L'uomo lupo" (1941).
Visite:1702
Il film ricorda: King Kong (a Buiomega71), L'implacabile condanna (a Skinner), L'uomo lupo (a Undying), Un lupo mannaro americano a Londra (a Buiomega71), Wolf - La belva è fuori (a Inseminoid)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 36
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/1/09 DAL BENEMERITO STUBBY

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 12/6/10 7:13 - 10861 commenti

Un remake di cui non si sentiva il bisogno questo dedicato al celebre licantropo. L'originale con Lon Chaney è ovviamente inarrivabile ma anche alcune rivisitazioni successivi come quella di Nichols con Jack Nicholson rimangono fuori portata. L'errore principale è avere affidato la parte del protagonista ad un attore bravo ma completamente inadatto al ruolo come Benicio Del Toro palesemente a disagio con il proprio personaggio; ma anche il resto del cast non fa di meglio e poco riuscito è tutto l'impianto generale della produzione.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 26/2/10 21:52 - 3875 commenti

Bruttarello forte, questo Wolfman, inutile e noioso rifacimento di un caposaldo del cinema horror. Pochi i pregi, riducibili - per induzione - al probabile revival del genere licantropico, destinato -per logica di mercato- a rifiorire grazie al successo ottenuto del film. Saltano subito agli occhi le pessime interpretazioni di due mostri sacri, ovvero Hopkins e Del Toro, le cui espressioni rivelano il poco interesse nutrito per il ruolo. Gli effetti speciali sono mediocri, la fotografia scadente (soprattutto nelle scene notturne) e, in generale, il confronto con il prototipo si rivela impietoso.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 28/2/10 0:35 - 4281 commenti

Prendete L'uomo lupo del 1941, fategli mantenere più o meno le stesse fattezze e costruitegli attorno la solita storiella banale, condita con buoni effetti, un po' di splatter e otterrete questa pellicola. Detto ciò, in un film che ha come protagonista l'ennesimo licantropo, bisognerebbe sbattersi per la sceneggiatura, cercando un minimo di originalità (non basta il rapporto padre-figlio estremizzato), o almeno, provare a creare della tensione, che non si ottiene solo con scatti veloci, ululati, ringhi e i soliti inseguimenti. Gli attori se la cavano, ma poco resterà nella memoria di chi lo vede.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il giovane mostro nella grotta; La trasformazione davanti ai dottori e al direttore del manicomio; Le splatterate (teste mozzate e budella estratte).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Cotola 10/7/11 11:12 - 6892 commenti

Dimenticate il classico cui dice di ispirarsi nei titoli di coda: qui siamo dinanzi ad una vaccata hollywoodiana di enormi proporzioni che rasenta il ridicolo per buona parte della sua durata, per poi sfociarvi completamente senza vergogna nel segmento finale. Troppe le cose che non funzionano, tanti gli innesti ingiustificati che appesantiscono la pellicola così come tante sono le pacchianate e le "volgarità" ammannite agli spettatori. Brutti i copiosi fx digitali(si salvano solo le metamorfosi firmate Baker). Anche Del Toro e Hopkins affondano miseramente.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 18/12/11 18:30 - 7858 commenti

Siamo a Londra e dintorni, ma purtroppo non c'è traccia di lupi mannari americani capaci di innovare il genere. Certo, dal punto di vista visivo, l'omaggio al classico Universal funziona: brughiere nebbiose, alberi dai rami contorti, giorni senza sole ma notti illuminate a giorno dalla luna... Ed anche le trasformazioni sono ben fatte, ma il prodotto finale è molto convenzionale, sia nell'aspetto della "bestia" che nello svolgimento della vicenda, assai prevedibile. Poco convincente Hopkins, meglio Del Toro anche se forse poco adatto al ruolo, bella Blunt in gramaglie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Rick Baker è ancora un mago nelle trasformazioni a vista (per lui l'esclamativo), ma la bestia sembra uscita fuori da un vecchio cassettone polveroso.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 25/2/10 18:49 - 2073 commenti

L'illazione al complesso edipico (che sarebbe la componente innovativa sottesa a tutta l'operazione) rende sì più articolato il racconto ma non più complessa la figura del licantropo. Il fascino scaturisce invece dall'utilizzo di elementi scenografici consolidati dalla tradizione cinematografica, mutuati principalmente dal gotico italiano e dal milieu hammeriano. Goffo il mascherone di Rick Baker realizzato sul modello di Jack Pierce. Evitabile la scazzottata finale già vista (con esiti avvilenti) in Wolf. Bene il gore, brutto il CG. Del Toro spaesato tra ciuffi e ricami. Ma la luna dov'è?
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 25/2/10 15:00 - 3540 commenti

L'atmosfera, cupa e classicheggiante, funziona bene grazie ad un valente disegno dei luoghi e dei personaggi. Anche Del Toro funziona nello sdoppiamento vittima-carnefice mentre il personaggio di Hopkins appare più scontato. Lo splatterometro e la maestria degli effetti sono ben registrati, la trasformazione di fronte agli scienziati, per esempio, è roba da leccarsi i baffi. Il coinvolgimento funziona a corrente alternata e svanisce in un finale dalle tinte troppo accese.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Brainiac 20/2/10 12:37 - 1081 commenti

Non male, anzi ottimo. Perchè riesce a smarcarsi dai vezzi e dalle odiose affettazioni del film in costume. Perchè Del Toro in sovrappeso e pur sfoggiando pettinature cangianti è un monstrum (prodigio che viola la natura) malinconico (Del Lobo?) che quando fa i danni li fa davvero grossi. La storia è prevedibile ma senza fronzoli. Non affatica. Wolfman è un film asciutto, agile, che sfoggia scene cattive e sa spingere sul macabro surrealismo quando serve (le sequenze del manicomio, la strage nel calesse). Innovativo in nulla, ma quando ci si rifà ad un film targato '41 non è quella la priorità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo sguardo affranto di Hugo Weaving verso l'alto e la carrellata "lunare".
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Stubby 19/2/10 1:17 - 1147 commenti

Partiamo col dire che la storia è molto scontata, basta fare due più due e sai già tutto praticamente dall'inizio, però (e c'è un però) a me il film è piaciuto perché riesce a ricreare l'atmosfera delle vecchie pellicole con Lon Chaney. Anche gli effetti visivi sono bellissimi e soprattutto non se ne fa un uso smodato. Straordinarie le locations che contribuiscono a ricreare un'atmosfera retrò. Promosso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Emily Blunt è stupenda.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Hackett 5/11/11 17:33 - 1593 commenti

Ultra patinata rivisitazione del mitico uomo lupo. Il film è visivamente affascinante, con un cast di tutto rispetto e ben confezionato. Di contro la lunghezza è eccessiva, i momenti di paura latitano e il tutto è narrato in maniera monocorde e autocompiaciuta. Grosso giocattolone che può meritare una visione, nulla di più. Come capita a molti remake risulta superfluo.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Flazich 19/9/10 19:16 - 658 commenti

Ho apprezzato moltissimo l'atmosfera ricreata di quel genere di film anni 40/50 horror dei quali, personalmente, sento molto la mancanza. Nulla di troppo stravagante per far strabuzzare gli occhi allo spettatore. Ho apprezzato anche il cast in particolar modo Benicio.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Mco 2/4/11 12:21 - 2037 commenti

Le atmosfere che si respirano in questo film riportano alla memoria tanto cinema che fu, soprattutto gli horror hammeriani, sempre immersi in nebbioline e con il rumore degli zoccoli dei cavalli a far da sonoro. La storia non può che essere scontata, visto il tema trattato. Del Toro non è indubbiamente nel suo ruolo più confacente ma Hopkins ne riempie i vuoti con la sua bravura. Effetti belli tosti per un film complessivamente discreto.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Enzus79 20/6/10 10:26 - 1540 commenti

Non trovo che questo Wolfman sia proprio tutto da buttare. Certo, L'uomo lupo è un'altra cosa, ma la suspence c'è, bella la colonna sonora e le location; anche il finale mi è piaciuto. Nota negativa: Benicio Del Toro non è ai livelli visti in Che - L'argentino; meglio Hopkins e Weaving. Più che sufficiente.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 20/6/10 18:03 - 635 commenti

Questo è un film girato bene che marca molto da vicino l'horror di tanti anni fa, magari quello in bianco e nero. Ben costruito e orchestrato in una maniera che convince anche se non rende completamente sazi. Benicio Del Toro conferma di essere adatto a qualsiasi genere di film.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 12/8/12 10:08 - 4099 commenti

Anthony Hopkins e Benicio Del Toro sono werewolf nati, si potrebbe dire. Hopkins perché ormai è considerato uno specialista nelle trasformazioni; la sua ambiguità (artistica) nel passare da gentiluomo a temibile animale è stata dimostrata in diverse occasioni; del Toro invece è favorito dal suo aspetto "animalesco". Gli effetti e i trasformismi, ora, si avvalgono di tecniche senza limiti; si tratta solo di usarle bene, e in questo caso direi che non sono niente male. Anche le varianti sul tema (di padre in figli) funzionano. Discreto remake.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il viso "teschio" di Geraldine Chaplin.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 22/2/10 22:42 - 3366 commenti

Diciamo che il film non si risparmia in violenza sin dalle prime battute (e questa non è una gran cosa), facendo sì che ci si concentri più sui vari massacri che sulla storia (sceneggiatura al limite del ridicolo da quanto scontata). Gli attori sono di buon livello e questo fa sì che il film si meriti la sufficienza ma niente di più. Anche gli effetti speciali non sono un granchè. Un lupo mannaro americano a Londra credo che rimarrà insuperato.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Nando 19/3/11 9:57 - 3275 commenti

Un ennesimo ritorno al genere licantropico vede una narrazione gotica e turbata nella prima parte mentre nella seconda si scade in scene splatter che culminano con il ridicolo duello tra ululati e sbuffi asmatici. Nonostante il cast importante, il film delude e non appassiona.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Belfagor 22/8/10 10:06 - 2587 commenti

Ambizioso questo horror, ma incapace di raggiungere gli standard autoimposti. Atmosfera troppo gotica, espressioni troppo convinte, personaggi troppo marcati (in più di un'occasione Hopkins sfiora la macchietta). Si corre spesso il rischio che la tragedia si trasformi in farsa. A riscattare la pellicola intervengono una CGI usata con maestria e un make-up davvero ottimo: le trasformazioni non lasciano certo indifferenti. Del Toro imbolsito pare un po' a disagio nel ruolo di predatore inconsapevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La trasformazione nel manicomio.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Myvincent 17/8/11 20:25 - 2257 commenti

Questa volta la bestia non è fuori dall'uomo (King Kong) né al posto dell'uomo (La bella e la bestia), ma è l'uomo stesso, con la sua eterna lotta fra bene e furia distruttiva senza riscatto. Ci troviamo di fronte ad un romanzone prolisso, ben curato, ben ambientato, con un ottimo cast, ma la prevedibilità e il confronto con i vecchi film lo rendono un po' ovvio e ci fanno attendere quasi con sollievo la fine dei suoi circa 120'.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 23/6/11 12:41 - 2083 commenti

L'opera è decisamente poco interessante, colpa da imputare soprattutto alla sceneggiatura poco intrigante ed incisiva. Il cast non fornisce una prestazione memorabile, anzi... risulta evidente come Del Toro e Hopkins abbiano scelto il progetto esclusivamente per fini alimentari. Qualche bell'effetto speciale non riesce a salvare la baracca. Non si può parlare di film brutto, ma questo Wolfman sarà (almeno per il sottoscritto) presto dimenticato. Mediocre.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Buiomega71 26/1/13 1:08 - 1954 commenti

Johnston si scrolla di dosso il marchio di regista per famiglie e dirige un "werewolf movie" sporco, cattivo e grondante carne e sangue. Chi se ne importa dello script banale e poco originale, quando c'è puro divertimento tra deliziose iperbole splatter (che mai ti aspetteresti dal regista di Rocketeer), squisite citazioni a King Kong (licantropo che impazza nella piazza), Shining versione King (le siepi a forma di animali) e sprazzi visivi tra la fiaba e il macabro che lasciano il segno. Un po' baracconesco il finale stile wrestling, ma lo spettacolo regge alla grande.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I flashback di Del Toro bambino, dove Johnston regala piacevoli tocchi fantasy; I macabri incubi di Del Toro dopo le terribili "cure" al manicomio.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Greymouser 6/7/10 19:42 - 1441 commenti

Diciamolo subito: non aggiunge nulla alla filmografia sui licantropi, ma non sarebbe stato male se la sceneggiatura - dalla linea narrativa scontata e banale - non fosse stata per lunghi tratti sonnolenta e prolissa; e se l'aspetto dell'uomo lupo, forse nell'intento di omaggiare Lon Chaney, non fosse stato così scialbo e convenzionale. Peccato, perchè qualche sequenza d'impatto c'è; ma ci voleva più coraggio e ben altra fantasia visionaria da parte di Johnston.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Jandileida 1/11/13 8:05 - 1108 commenti

Riuscito a metà: discreta la ricostruzione ambientale della nebbiosa brughiera e della fumosa Londra di fine '800 e anche le prove di Del Toro e Hopkins non dispiacciono visto che ambedue, pur gigioneggiando, mostrano di aver il physique du rôle. Dove il film cede tristemente è nella storia: trattandosi di un remake non mi lamenterò della prevedibilità, ma anche nei rifacimenti sarebbe cosa buona e giusta aggiungere un tocco personale altrimenti tanto vale vedersi l'originale. Effetti speciali tendenti al mediocre. Si vede ma sostanzialmente è inutile.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Von Leppe 27/1/11 13:31 - 915 commenti

Film valido soprattutto per quello che riguarda il lato estetico: l'atmosfera è resa da una fotografia buia e greve, ci sono belle scenografie della villa, della brughiera, ma anche di Londra dove il lupo mannaro semina il panico. Bello anche l'aspetto del licantropo vecchio stampo. La trama però la trovo ingarbugliata: ci sono conflitti edipici e un sentimentalismo banale nel finale (la bella e la bestia) che non commuove (almeno a me) come nei film degli anni 40 dove la sofferenza e la solitudine del diverso è tangibile ancora oggi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La vita è troppo splendida Lawrence: specialmente per i maledetti e i dannati... come me.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

R.f.e. 19/2/10 11:15 - 819 commenti

Anni fa scrissi il primo libro sui Lupi Mannari nel Cinema pubblicato in Italia, dunque mi sento chiamato in causa. La prevedibilità non sempre è un "peccato mortale" e, nello specifico, a prescindere da questo e da altri difettucci, il film a me è piaciuto. Bella l'ambientazione, eccellente la regia e lo special-make-up. Pur continuando a prediligere In compagnia dei lupi, Wolf - la belva è fuori e L'ululato, devo ammettere che la pellicola di Johnston si guadagna la sufficenza.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Anthonyvm 14/8/18 22:41 - 796 commenti

Molto patinato ma anche molto lento, almeno nella prima parte; sostanzialmente un remake/reboot superfluo, che aggiorna gli effetti speciali (neanche troppo spettacolari, certe animazioni della Pixar impressionano di più) e dà un po' più di spessore alla caratterizzazione dei personaggi rispetto all'originale. Il secondo e il terzo atto ravvivano il film grazie ad alcune sequenze d'impatto (si veda quella del manicomio) e a scene d'azione ben orchestrate. Non si può dire riuscito, ma almeno alla fine della visione non lascia insoddisfatti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La trasformazione in pubblico in manicomio; Le visioni del protagonista; I massacri molto gore del Wolfman; La lotta tra licantropi; Il finale.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Skinner 22/6/10 12:47 - 595 commenti

Pur apprezzando lo stile visivo e citazionistico del film, non si può non notare quanto poco il suddetto film abbia da dire... di certo un film che non nasce per innovare il genere quanto per omaggiarlo, ma che al di là di questo resta quantomai inutile, perso tra lentezze asfissianti e una trama assai prevedibile. Deludente Del Toro. Apprezzabile giusto l'efferatezza sorprendente di alcune sequenze.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Domino86 23/2/10 18:35 - 435 commenti

Pellicola il cui finale si evince facilmente dallo svolgimento della stessa. Bella sicuramente l'ambientazione notturna di Londra con i tanti comignoli fumanti, ma sicuramente non bastano questi per apprezzare il film. Non pessimo ma nemmeno un film da consigliare.
I gusti di Domino86 (Animazione - Drammatico - Thriller)

Siregon 7/8/10 0:13 - 346 commenti

Pellicola insignificante del solito mestierante Johnston, che viene dagli effetti speciali e si vede soprattutto nei difetti. Non si sentiva il bisogno di un ennesima rivalutazione del mito del licantropo specie con attori così fuori posto come Del Toro e Hopkins che comunque cerca di gigioneggiare il meno possibile. Effetti speciali che spaziano dal risibile al fantastico in qualche dettaglio delle trasformazioni. Bellissima Emily Blunt.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Darkknight 29/12/13 14:58 - 334 commenti

Lo sceneggiatore di Seven s’era già districato nel macabro con lo Sleepy Hollow burtoniano e qui si riconferma con una trama che omaggia il classico regalando qualche bella sorpresa. E se il gore è coraggiosamente spinto per il mainstream hollywoodiano, la CGI è impiegata più per l’atmosfera gotica che per la spettacolarità fracassona (presente ma contenuta). E che sollievo: per una volta niente humor nero e citazionismo tarantiniano, che per me tolgono serietà ai generi classici...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La performance di Del Toro: l’Oliver Reed de L’implacabile condanna non è così irraggiungibile.
I gusti di Darkknight (Animazione - Horror - Western)

Werebadger 5/1/12 14:58 - 270 commenti

Remake di ottima fattura di un classico dell'horror: un eccellente Del Toro veste i panni che nel'41 furono di Lon Chaney Jr. Con lui un Hopkins malvagio come non lo si vedeva dal lontano 91, la bellissima Blunt e Weaving. Le ambientazioni cupe e gotiche sono assai suggestive, il make up di Rick Baker notevole come sempre. Sorprendente la quantità di gore, mentre resta un po artefatto lo scontro finale tra i due licantropi a causa di un uso un po eccessivo di CG. Un buon film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La trasformazione nel manicomio; L'inseguimento sui tetti di Londra; Larry che ulula alla Luna.
I gusti di Werebadger (Animazione - Fantastico - Horror)

Mtine 6/3/10 22:25 - 217 commenti

Il film di certo non brilla per originalità: la storia è risaputa, l'intreccio banale e la regia da telefilm alla Buffy l'ammazzavmpiri. In compenso gode di attori piuttosto bravi, tra i quali spicca un Benicio Del Toro che fa il suo mestiere senza uscire dalle righe e un Anthony Hopkins che ricalca paro paro la sua famosa interpretazione nel Silenzio degli innocenti. Vale la pena di vederlo, ma non vi aspettate un capolavoro, è un remake come tanti altri che non toglierà ne aggiungerà nulla alla filmografia orrorifica.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La seconda trasformazione.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)

Pau 18/4/10 20:06 - 125 commenti

È apprezzabile il tentativo (tutto sommato riuscito) di ricreare le atmosfere gotiche dei primi classici della Universal. Il trucco old-style di Rick Baker affascina, Del Toro è dignitoso come licantropo dolente, la ricostruzione d'epoca è discreta. Sulla colonna dei meno, invece, metto l'interpretazione sopra le righe (e ai limiti del ridicolo) di Hopkins, l'uso discutibile della CG (poco convincente nel riprodurre i movimenti del licantropo), l'imbarazzante "wrestling match" tra i due wolfmen, ed una certa stanchezza dell'insieme. Mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'attacco del licantropo al campo degli zingari.
I gusti di Pau (Giallo - Poliziesco - Teatro)

Losciamano 20/6/10 18:07 - 112 commenti

Il film è soporifero, un flop come remake di uno dei miglior horror del secolo scorso. La noia si fa molto sentire e non c'è niente d'interessante (a parte i salvabili effetti grafici e l'ambientazione); addirittura Benicio Del Toro apatico e svogliato, sceneggiatura molto debole. Compensa soltanto la bravura di Anthony Hopkins.
I gusti di Losciamano (Drammatico - Horror - Teatro)

Lebowski 22/7/10 9:02 - 81 commenti

Inutile e anche abbastanza tedioso rifacimento di un classico. Non c'è nulla che possa attirare l'attenzione, tranne i momenti in cui la bestia si scatena con conseguenze sorprendentemente splatter per un film da grande pubblico (teste mozzate, budella, etc.). Tutto il resto è fiacco. Peccato, perché la scelta di utilizzare in buona parte gli effetti meccanici del veterano Rick Baker era apprezzabile. Del Toro prova a impostare la sua recitazione sul modello degli attori anni '40, secondo me con buoni risultati, Hopkins è svogliatissimo.
I gusti di Lebowski (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

Inseminoid 8/3/10 14:24 - 32 commenti

Se si pensa che la licantropia sia una metafora della tossicodipendenza, Wolfman ha un senso, se si pensa che la licantropia sia una metafora di una malattia ereditaria il film ha una pertinenza ideologica che va di pari passo con un buon allestimento visivo. Se lo si pensa come un prodotto di intrattenimento, l'obiettivo è fallito a metà perché a parte le trasformazioni di Del Toro il film annoia e non ha nulla di mitico. Il problema è che Wolfman non è né carne né pesce. Innocuo. Due pallini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le trasformazioni curate da Rick Baker sono ancora memorabili!
I gusti di Inseminoid (Drammatico - Erotico - Musicale)