Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PERMETTETE, SIGNORA, CHE AMI VOSTRA FIGLIA?

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/1/09 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Panza, Skinner
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Liv
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Giùan
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    B. Legnani


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 29/1/09 23:28 - 4483 commenti

Per dire quanto sia strano, basterà dire che Maria Tedeschi, comparsa in mille film, è più presente qui che in tutti gli altri messi insieme. Tognazzi dà un'aura bizzarra al capocomico che, inebriato dal successo della sua compagnia di guitti nei paesini del Centro-Sud, si immedesima tanto nel suo tragicomico personaggio ducesco che, ad una finta fucilazione, sbotta con uno "Sparate al petto!". Cast notevole. Perfetta la Lafont, adorabile la Tanzi, grandi Colli, Andreasi e Fabrizi (che nella stessa commedia fa quattro o cinque personaggi...). Il film, per quanto degno, è frenato dalla mescolanza di farsa e tragedia che trabocca dal palcoscenico, invadendo lo schermo.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Giùan 9/8/16 16:09 - 2665 commenti

Ben un gradino sotto altre commedie sui teatranti (Vita da cani e Basta guardarla son esemplari d'altro spessore), eppur dotato d'una sua intrinseca peculiarità se non d'oggetto di culto almeno di reperto archeo/storico. La mano di Azcona si sente, ma la corrosività del soggetto è altrettanto evidentemente temperata da Benvenuti/De Bernardi. E se Polidoro non è Ferreri, la pantomima mussoliniana di Tognazzi non scade mai in pochade, tenendo il film sul pelo dell'acqua dell'ambiguità socio-politica. Nell'alvear di caratteristi eccellon Tedeschi e Andreasi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Lafont a letto; La Di Lorenzo in macelleria; Fabrizi "zelighiano".
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Panza   27/12/16 17:26 - 1435 commenti

Non banale, questa commedia che vede Tognazzi nei panni di uno scapestrato capocomico di provincia che interpreta il Duce al teatro. Interessanti sia le parti a teatro (reazioni del pubblico comprese) sia i momenti comici sulla povera vita della compagnia teatrale. Tognazzi, in bilico tra comico e drammatico, è a dir poco eccellente e la sceneggiatura riesce a non cadere nel banale soprattutto nella studiata confusione progressiva del protagonista tra vita e teatro (il parallelismo tra la moglie e Rachele o la citazione della battaglia del grano).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Cosa ha detto?" "Dice che hanno chiavato...".
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Skinner 25/2/11 14:00 - 595 commenti

Geniale commedia satirica, con un Tognazzi mattatore in grande forma. Si ride, ma in maniera intelligente e pungente, cosa oggi rarissima nel cinema italiano. Grossi meriti vanno agli sceneggiatori: il ferreriano Azcona a cui sono imputabili gli accenti da apologo grottesco e la coppia Benvenuti-De Bernardi, che di loro portano il sapore da "commedia all'italiana". Cast geniale, con citazioni d'obbligo per Fabrizi, la Tedeschi e la Di Lorenzo. Da riscoprire.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Liv 27/7/13 23:19 - 237 commenti

Scomodare la figura del Duce per farne un film grottesco e non la solita apologia della gloriosa Resistenza, alla metà degli anni Settanta, fu un atto di encomiabile coraggio. La storia e la sceneggiatura sono molto divertenti, con attori in forma, ma il discorso è ondivago, per comprensibili correzioni in ossequio ai tabù. Pistore-Tognazzi si innamora del personaggio e si identifica con lui. La messinscena di cartapesta dello spettacolo crea un parallelo con quella che lo stesso Duce (o meglio Starace) curarono a suo tempo. Finale azzeccato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tognazzi che imita l'intonazione del Duce e i suoi gesti teatrali.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)