Cerca per genere
Attori/registi più presenti

AMERICA 1929 - STERMINATELI SENZA PIETà

All'interno del forum, per questo film:
America 1929 - Sterminateli senza pietà
Titolo originale:Boxcar Bertha
Dati:Anno: 1972Genere: drammatico (colore)
Regia:Martin Scorsese
Cast:Barbara Hershey, David Carradine, Barry Primus, Bernie Casey, John Carradine, Victor Argo, David Osterhout, Grahame Pratt, Chicken' Holleman, Harry Northup, Ann Morell, Marianne Dole, Joe Reynolds
Note:Presentato come ispirato ad una vicenda vera, in realtà il soggetto è tratto dal romanzo pseudo-autobiografico "Sister of the road: The Autobiography of Boxcar Bertha" scritto dallo scrittore americano Ben L. Reitman e pubblicato nel 1937.
Visite:1105
Il film ricorda:Il clan dei Barker (a Tarabas, Minitina80), L'imperatore del nord (a Pinhead80)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/1/09 DAL BENEMERITO TARABAS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 9/8/09 16:44 - 5737 commenti

Dal romanzo autobiografico di Bertha Thompson, un truce affresco degli USA negli anni della Grande Depressione e il suo portato di povertà, sospetto, odio xenofobo, sindacalismo sovversivo e violente reazioni padronali. Spinti dalla saldissima regia di Scorsese, Hershey e Carradine jr. entrano a buon diritto nella lunga galleria di antieroi romantici del cinema americano; Carradine sr. concede un aristocratico cameo. Si scorgono analogie con Il clan dei Barker di Corman che, non a caso, lavora qui in veste di produttore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La crocifissione. La vendetta a reboanti colpi di fucile degna di un western italiano.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 2/8/09 13:42 - 6690 commenti

La seconda opera di Scorsese mostra già le grandi capacità di questo regista che esplora le tematiche tipiche dei suoi film, una su tutte la violenza insita nella società americana (ma non solo) e tratteggia una galleria di perdenti che resta nella memoria. Bello, avvincente e soprattutto intenso. Sconosciuto ai più, va decisamente recuperato.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 30/1/18 19:26 - 7289 commenti

Negli anni della grande depressione, una ragazza vagabonda si lega ad un sindacalista ricercato dalla polizia ed insieme mettono a segno alcune rapine... Scorsese alla seconda regia si avventura negli spazi aperti popolati da homeless che si spostano da una città all'altra sui vagoni merci, offrendo un ritratto spietato dell'America con più di un punto di contatto con quello del Clan dei Barker di Corman, qui in veste di produttore, la cui influenza è avvertibile nelle scene d'azione. Bel film: splendida La coppia Hershey-Corradine, indimenticabile l'epilogo di grande potenza drammatica.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La crocefissione al vagone ferroviario.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 14/12/16 10:34 - 2068 commenti

Escluso il finale cristologico - che tornerà a più riprese nell'opera del regista - la cifra scorsesiana è spesso indistinguibile da quella cormaniana: il ché va a tutto vantaggio di una produzione che attraverso il cinema di genere mira a restituire uno spaccato impietoso della società americana, in beffarda e tragica antitesi ai principi dei padri fondatori – perfetto in questo senso il double bill con Bloody Mama. Per Scorsese il film è innanzitutto un campo di sperimentazione (in)formale che attinge in modo viscerale e senza moralismi all'exploitation. Barbara Hershey in stato di grazia.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 27/1/14 3:20 - 3013 commenti

Pervaso da un'atmosfera assolutamente "new Hollywood", il classico film che riapre vecchie ferite per parlare del(l'allora) presente, tra capitalismo, razzismo e violenza. Il film scorre piacevole senza far gridare al capolavoro, nonostante giungano graditissimi elementi come il costante country-blues in sottofondo, la presenza di una Barbara Hershey che definire meravigliosa non renderebbe lontanamente l'idea e infine l'inaspettatamente macabro finale, peraltro coronato da sopraffine scelte di regia. Più cormaniano che scorsesiano, ma buono.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Patrick78 13/1/09 12:13 - 357 commenti

Secondo lungometraggio di Scorsese, che con i soldi di Roger Corman e della AIP gira in economia seguendo la più consolidata formula del maestro della serie B. Un gangster movie secco e molto violento con protagonista la bravissima e bellissima Barbara Hershey nella parte di Boxcar Bertha, che rimasta orfana dopo la morte del padre si dà alla vita da fuorilegge insieme ad un sindacalista (David Carradine che recita insieme al padre John) e ad un giocatore d'azzardo (Primus). Tante le sparatorie e molto sangue fino allo straziante finale del treno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le scene di Barbara Hershey senza veli!
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Enzus79 9/12/09 11:24 - 1540 commenti

Mi ha sorpreso. Credevo di assistere ad un film di genere gang scontato e noioso. Invece ho assistito ad una bellissima storia, che tocca tematiche importanti e ci fa notare coma gli Usa di quei tempi fossero il contrario della democrazia. Ci finiscono tutti, sotto i colpi della polizia intollerante: comunisti, neri ed ebrei. Bravi gli attori, soprattutto la Hershey. Scorsese si dimostra un cineasta superbo.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 9/12/09 10:33 - 635 commenti

Sullo sfondo polemico di un periodo di crisi dell'America, questa storia trasmette ironia, ribellioni, riflessioni e tragedie. Opera intelligente del giovane Scorsese che sfrutta bene l'occasione di "raccomandazione" offertagli da Roger Corman. Filone politico di un ambientalismo ostile alla razza nera e a quella "rossa". Ottimi risvolti che denotano un film sopra le righe anche grazie ad un cast all'altezza. Nel finale si intravedono le capacità di uno dei registi che sarà destinato a rimanere parte della storia del cinema.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fuga dal campo di lavoro; il finale.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 31/3/17 18:59 - 4099 commenti

La regia di Scorsese cresce vistosamente con il procedere del film. Se all'inizio si ha (almeno io) l'impressione di essere di fronte a una direzione e una recitazione (che la bellezza dolce-selvaggia della Hershey rende distraente) di una rozzezza autoriale, poi si viene presi da una sceneggiatura esemplare e tutto acquista un sapore tra il drammatico e l'entusiastico, fino a un epilogo che la Hershey stessa rende di una tristezza unica. La mano di Scorsese è capace di rendere speciali riprese all'apparenza ovvie, ma c'è quel tocco in più...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ultima corsa della Hershey.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 30/11/15 15:12 - 3019 commenti

Una carrellata di reietti incrocia le proprie disavventure in un'America che sta vivendo il buio periodo storico della Grande Depressione. Ne esce un film intriso d'odio e di rancore verso una società intollerante che disereda chi è diverso e chi non si conforma ai canoni dell'uomo bianco. C'è spazio per l'amore ma solo come luogo protetto in cui si cerca di lasciare alle spalle le angherie della vita. La Hershey è bellissima e seducente e il resto del cast decisamente all'altezza della situazione. Bello ma profondamente triste.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Giùan 15/12/17 11:06 - 2442 commenti

Bell'esempio di mediazione tra ragioni politico-commerciali della Corman's factory e personalità del giovane ma già artisticamente stratificato Martin. Così se in superficie le spezie sessual-libertarie tipiche del cinema di Corman son servite in abbondanza (dalla Hershey che prodiga le sue grazie, peraltro con una tenerezza che sublima ogni volgarità, alle location on the road attentamente fotografate), il regista mette lo zampino autoriale nelle istanze outsideristiche degli sbandati della Grande Depressione e nella ricca cinefilia a supporto dell'opera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'immagine finale di David Carradine "Cristo inchiodato a una locomotiva".
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 5/7/18 10:30 - 1843 commenti

Ragazza perde il padre e si unisce a un trio di malfattori. Opera acerba di Scorsese nella quale il suo stile inizia a farsi notare (i primi piani ravvicinati, l’attenzione ai particolari) mentre descrive il periodo della Depressione in diverse chiavi: la condanna della schiavitù, la vita da figli dei fiori, il cameratismo tra perdenti. Un vagabondaggio per sopravvivere in cui il più forte risolve i conflitti solo con la violenza. Finale crudo ma con dimostrazione d’amore fino all’ultimo secondo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La macchina sotto al treno; I titolo di testa; La Hershey che corre a lato del treno.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 8/12/17 11:32 - 1690 commenti

Un Martin Scorsese diretto e sfrontato che contrappone un sindacalista, un ebreo, un nero e una ragazza sessualmente libera all’America borghese e capitalista, quella delle corporazioni che più accentua il divario con gli ultimi della fila. Da ambo le parti trova ottimi interpreti in grado di immedesimarsi perfettamente nei loro rispettivi ruoli. Non mancano riferimenti e simboli che rimandano a qualcosa di più profondo e sentito che prende corpo con il passare dei minuti, fino a conclamare nell’epilogo, tra i migliori realizzati da Scorsese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La crocifissione sul vagone.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Nicola81 20/11/17 17:26 - 1459 commenti

Nel suo primo film degno di nota, Scorsese mette da parte le mezze misure per raccontarci l'America della grande depressione: i suoi eroi sono una ragazza facile, un sindacalista (quindi comunista!), un baro e un nero, mentre i cattivi della situazione sono i tirapiedi dei grandi capitalisti e la stessa polizia. Spesso scanzonato, a tratti inevitabilmente immaturo, ma comunque da vedere, se non altro per la potente drammaticità del finale. Bravi gli attori, in particolare una Hershey che passa con disinvoltura dal candore alla spregiudicatezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Giacomovie 14/5/10 9:53 - 1271 commenti

Scorsese ha cercato di mettere ordine in una scrittura un po' disordinata ed ha impresso a questo suo secondo film la caratteristica della vivacità delle immagini che caratterizzerà il suo stile di ripresa. Con un pizzico di goliardia di sottofondo il film non risparmia scene forti che, insieme alla diversità dei contenuti, gli danno un rozzo fascino. La Hershey è brava e coraggiosa. Se la produzione Corman avesse assegnato a Scorsese anche Il clan dei Barker, anche quest'ultimo ne avrebbe giovato. ***!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Jdelarge 6/8/13 23:25 - 624 commenti

Il secondo lungometraggio di Scorsese è un film sulla crisi del '29, realizzato già con una certa sicurezza e originalità. La caparbietà del regista sta nell'affrontare un tema forte, come quello della Grande Depressione, con finta leggerezza, in modo da non appesantire troppo il film, il quale inevitabilmente finirà con l'appesantirsi da sé, schiacciato dall'importanza dell'argomento trattato e dalla follia umana di quel periodo. La scena finale è un capolavoro.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Alex1988 6/4/18 17:59 - 406 commenti

Secondo lungometraggio diretto da Martin Scorsese, stavolta sotto l'egida di Roger Corman. La storia è ambientata nel pieno della crisi americana del '29, dove regnano razzismo e disparità sociali. I protagonisti, differentemente rispetto al precedente Gangster story, si comportano come dei moderni Robin Hood, finendo inevitabilmente male. Finale in pieno stile scorsesiano.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Ishiwara 10/8/11 20:42 - 214 commenti

Un cast estremamente efficace ed una regia notevole. La sceneggiatura non approfondisce la storia, ma si sofferma su alcuni episodi più o meno significativi con un risultato però tutt'altro che frammentario. Una buona ricostruzione dell'epoca e personaggi molto ben disegnati. Scorsese sa fondere azione e riflessione con armonia per un'opera già molto matura. Difficile trovare un difetto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fuga in auto; il "sociologo"; tutto il finale.
I gusti di Ishiwara (Animazione - Commedia - Drammatico)

Giuliam 9/12/09 10:19 - 178 commenti

Un Robin Hood americano: Bill, un sindacalista perspicace che ruba ai ricchi per aiutare i poveri, futuro martire di una società prevenuta ed ancora conservatrice per alcune sue maniere. Altri tre ragazzi l'accompagnano (come se fossero i dodici apostoli con Gesù), e sono: la sua ragazza "puttana" interpretata dalla brava Barbara Hershey, un "negro" e da un "vigliacco" giocatore di poker. Martin Scorsese già dimostra di essere un grande come regista e Corman (produttore) c'azzecca sempre, non c'é niente da fare...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Giuliam (Horror - Poliziesco - Western)

Markvale 23/8/11 12:07 - 143 commenti

Un grande piccolo film da recuperare che già rivela il raro talento di uno Scorsese giovanissimo. Dietro la veste del film di gangster e banditi allora particolarmente in voga si palesa una raffigurazione precisa, dolente e ficcante di un paese che sacrifica i suoi figli più deboli e meno tutelati (operai, neri, donne, ecc...) sull'altare delle grandi ricchezze. L'esplosione della violenza - mai catartica in Scorsese - è consequenziale. La potente e simbolica immagine finale della crocifissione sintetizza efficaciemente il senso dell'opera.
I gusti di Markvale (Gangster - Giallo - Poliziesco)