Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FEMME PUBLIQUE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/12/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 2/1/09 15:57 - 3875 commenti

Un regista dispotico e con tendenze (riuscite) ad atti di terrorismo s'innamora della bella e disinibita Ethel (Valérie Kaprisky), aspirante attrice che non disdegna, per raggruzzolare una manciata di soldi, di posare nuda per un morboso fotografo. Umiliata sul set dal regista, la ragazza s'affeziona ad un lavapiatti, ma... Noiosissimo e lento film diretto da un Zulawski che sembra sputare sul piatto nel quale mangia, gettando merda sul settore cinematografico e dintorni. Tolta una (nudissima e dal fòlto pelo pùbico) Kaprisky quel che rimane è la di lei ripresa fotogra(n)fica in fase di ballo.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 16/7/10 22:57 - 7009 commenti

Solito film zulawskiano con tutti gli annessi e connessi: trama semi irracontabile con alcuni eventi che hanno dell'incredibile, stile urlato e sopra le righe, dicasi lo stesso per la recitazione degli attori, sbrodolamenti oratori e tirate pseudo-intellettualistiche di scarso interesse ed effetto. Il risultato è noioso ed alla fine resta ben poco nella memoria se non il corpo della Kaprisky. Ah, poi c'è pure Dostoevskij ma su questo punto è meglio stendere un velo pietoso. A mio avviso solo per i fan del regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I balli della Kaprisky nuda davanti al "fotografo". .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 22/4/09 17:16 - 8083 commenti

Visto in un cinemino di periferia, lo ricordavo più che altro per il tifo da stadio che accompagnava ogni apparizione à poil della bella e selvatica Kaprisky. Ad una più recente e solitaria visione, non disturbata da schiamazzi ormonici maschili, il giudizio di allora ne è uscito confermato: trattasi di pellicola pallosissima, guazzabuglio di accadimenti e riferimenti (anche il povero Dostoevskij viene tirato nel mezzo), in cui in effetti l'unico elemento memorabile, oltre alla fotografia, è proprio la femmina "pubica" del titolo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 23/4/09 18:06 - 2075 commenti

Ricorrono le ossessioni di Zulawski (l’uomo e la donna, la scala a chiocciola, il doppio) qui funzionali alla proliferazione delle identità a partire dalla dialettica tra finzione (I Demoni di Dostoevskij sul set) e realtà (l’attentato all’arcivescovo lituano), illusione (Liza) e dissimulazione (Ethel) - sempre espressione di una coscienza (nazionale) disintegrata dalla morte di Dio (il ragno nero). Recitata sul filo dell’isteria (e penalizzata dal doppiaggio) è un'opera sottostimata e in crescendo che nell'esasperazione stilistica mette in luce le proprie idiosincrasie.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Lucius  7/3/13 19:22 - 2747 commenti

Un'opera per palati fini, impregnata del genio di Zulawski, con un tessuto narrativo nevrotizzante in cui regna sovrana la disperazione. Quale prezzo bisogna pagare per emergere, per affermarsi come artista? Un bel corpo può aiutare? Fino a quando esporsi? Come? Con chi? La gatta va al lardo ma non ci lascia lo zampino, perde solo alcuni peli, rischiando di restare intrappolata in un ingranaggio troppo grande. Ma è il risultato che conta. Ogni partita ha il suo prezzo e lei la sua l'ha vinta.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Paulaster 8/5/19 10:09 - 2304 commenti

Attrice ai primordi subirà le torbide attenzioni del suo regista e di un dissidente politico. Zulawsky mette in atto il suo cinema caotico (specie nelle finte scene del film), deborda nel metacinema e si incensa con riprese autoriali. La Kaprisky è fisica dea del sesso e vittima sacrificale e a volte si vede che fatica a reggere la tensione. Nella seconda parte il film perde l'eccitazione iniziale e chiude come una parabola teatrale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le sessioni davanti al fotografo; L'omicidio dell'arcivescovo; L'impiccagione finale.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Buiomega71 1/5/19 10:54 - 2024 commenti

L'essenza del cinema zulawskiano, non sempre lineare, spesso zeppo di sregolatezze (l'inseguimento "poliziottesco", i dialoghi intellettualoidi che sfiorano il ridicolo, una narrazione febbrile che si barcamena tra set cinematografici e fotografici), ma pervaso da una carnalità sanguigna tipica del suo autore (la Kapriski dona nudi integrali notevoli, preda di febbricitanti balli tarantolati e crisi isteriche). Nelle sequenze in appartamento ci sono i riverberi di Possession e il metacinema si macchia di bagliori apocalittici. Imperfetto ma vitale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I sandaletti argentati con il tacco indossati dalla Kapriski; In tv il corpo straziato della modella; Addentando il bicchiere; Sul set dei Demoni.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Giacomovie 29/7/09 19:09 - 1319 commenti

Prodotto di una certa ambizione che però non riesce a concretizzare del tutto. Si mantiene astratto, nevrotico e, quasi a voler superare le distinzioni tra realtà e fantasia del film che parla di un film, è girato in modo convulso e caotico. Il regista più che a valorizzare le sue idee sembra che si impegni maggiormente ad esaltare la bellezza di una Kaprinsky dal fascino selvaggio, di cui non si dimenticano la rigogliosa foresta pelvica e i sensuali balletti davanti al fotografo. **1/2
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)