Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DIARIO SEGRETO DA UN CARCERE FEMMINILE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/11/08 DAL BENEMERITO CAPANNELLE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 14/5/16 22:04 - 4467 commenti

La prima cosa che balza all'occhio è che la Gajoni e la Maiolini erano presenti anche in Nella città l'inferno. E la prima delle due è decisamente la migliore di una sfilza di interpreti che sciorina i vari tipi di bellezza del cinema bis dell'epoca: dalla Strindberg alla Czemerys, dalla Tamburi alla Senatore, dalla Bisera alla Torosh. Il film vale meno del titolo e della sua fama. Sballatissima (con snodi talora risibili) la vicenda mafiosa, caricaturale e forzata quella penitenziaria, all'interno della quale, però, qualche momento si salva.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Valeria Fabrizi che si spoglia.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 17/12/08 1:20 - 3875 commenti

Ragazza si lascia internare in un carcere alla ricerca di prove che possano scagionare il padre dall'accusa (pilotata) che lo addita quale narcotrafficante; vivrà, da coàtta, esperienze inimmaginabili, condivise suo malgrado assieme alle altre compagne: punizioni corporali, rapporti saffici e umilianti perquisizioni "intime". In realtà il complotto è guidato dal direttore del carcere. Apripista italiano del famigerato -non meno dell'Eros-Svastika, genere affrontato in seguito dal regista- W.I.P., il film affronta in maniera determinata e con un valido cast il tema della violenza al femminile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: la perquisizione intima (al limite dell'osceno) cui viene sottoposta la protagonista, appena introdotta in carcere.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 23/2/09 8:03 - 5737 commenti

Una strada al maschile (il regolamento di conti tra criminali, le indagini della polizia) e una al femminile (le detenute), dapprima parallele, si avvicinano progressivamente fino a ricongiungersi. Naturale che l'attenzione sia tutta per la variegata (nonché denudata) manovalanza muliebre: la vittima Tamburi, l'infiltrata Strindberg, la mafiosa Czemerys e la sua gelosa amichetta Senatore, la pia Gajoni, la piromane Moratti, le ruspanti Giorgelli e Mongardini, la guardiana Bisera, la ninfomane Fabrizi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La spiritata Moratti mentre contempla il fuoco da lei stessa appiccato.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Capannelle 25/11/08 13:50 - 3575 commenti

Un film né carne né pesce, a metà tra il poliziesco di maniera e un wip piuttosto blando. Un carico di droga scompare e il boss tampina chi è rimasto in libertà e chi è finita in galera (la compagna del corriere). La trama poliziesca è diluita e scontata, il carcerario finisce a tarallucci e vino. Tra le detenute segnalo la Bedy Moratti ascetica piromane, la Giorgelli bolognese caciarona e soprattutto Olga Bisera la gelida capo-guardie che interpreterà nel 1977 un James Bond (tra l'altro è l'unica a non "svelarsi"..).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nei titoli di testa la Bisera accoglie le detenute col dito medio guantato per le ispezioni del caso.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Daidae 7/3/09 14:06 - 2598 commenti

Uno dei pochi "Donne In Prigione" che si possa guardare. Scene erotiche al minimo, attrici diciamo "serie" e un poco di trama (che nei film di questo tipo di solito latita); divertentissime le lotte innescate dalla detenuta burina. C'è anche un po' di "poliziesco-mafia"... Guardabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ammazza quanto puzza sto sapone: ma che è, merda?".
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 11/3/11 20:32 - 3483 commenti

Film che si muove su due piani paralleli tra loro: dentro al carcere femminile (come nel più classico dei W.I.P.) e fuori dal carcere (nello stile più tipico del poliziesco). Ne esce un buon film che, nella vhs che ho visionato, è stato ignobilmente censurato di scene che avrebbero potuto solleticare ben altre fantasie (oltre al fatto che l'opera così presentata è stata danneggiata!). Si distinguono la Bisera (come dimenticare l'incipit iniziale) e la marmorea Strindberg.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ispezione rettale. La doccia con gli idranti.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Fauno 26/11/10 11:33 - 1822 commenti

Titolo completamente fuori luogo... Se solo azzardassimo un rapporto con Prigione di donne, questo film perderebbe 20 a 1. Banale la storia parallela della mafia, ridicolmente allo sbando infiltrazioni e complicità. C'è da dire che noi cinefili possiam dilettarci a vedere le nostre beniamine fare a botte, solo che le due protagoniste Strindberg e Tamburi son pessime, la Czemerys è già meglio, mentre al top sono la Moratti e soprattutto Valeria Fabrizi, in una rarissima interpretazione cinematografica. Va anche bene il finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Come se dice 'n Francia ali mortacci di sta mignotta!
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Maik271 17/1/16 16:27 - 436 commenti

Una trama che intreccia il classico mafia movie con tanto di picciotti con il genere delle donne in carcere. La Strindberg insieme alla Czemerys offrono una convincente prova, bella la Bisera, le altre detenute (tutte geograficamente eterogenee) un po' meno. Come mio primo approccio al genere ho trovato più cura per la sceneggiatura e meno sesso gratuito (forse tagliato) di quello che mi aspettavo.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Zardoz35 29/1/11 11:59 - 231 commenti

Uno dei primi film che si spaccia per W.I.P., ma in realtà trattasi di una storiaccia di mafia di infima categoria che si collega ad uno spaccato di vita carceraria al femminile. Le detenute o lesbicano o sono impegnate in continue risse fra loro, i poliziotti fanno la figura dei fessi, tutti o quasi sono corrotti. Un bello specchio dell'Italia anni Settanta che ci mostra come da allora poco sia cambiato. Gli attori, o almeno quasi tutti, recitano da cani.
I gusti di Zardoz35 (Fantascienza - Horror - Thriller)