Cerca per genere
Attori/registi più presenti

EDMOND

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 22
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/9/08 DAL BENEMERITO SUNCHASER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 4/9/14 5:47 - 10957 commenti

Straordinario caratterista William H. Macy interpreta Edmond da protagonista assoluto. Al netto della universalmente riconosciuta abilità dell’attore, il film non è pienamente convincente. La storia della discesa agli inferi del personaggio principale è piuttosto prevedibile; i personaggi sono stereotipati e non adeguatamente caratterizzati, benché interpretati da un gruppo di bravi attori, Julia Stiles su tutti. Il film si risolleva in parte con un finale spiazzante.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 18/1/12 15:59 - 3011 commenti

Che in genere sia preferibile restaresene a casa lo sapevamo, Mamet lo ribadisce in modo un po' prolisso, e non immune da didascalismi. Il bravo Macy pencola fra vari possibili esiti (a certe scene manca pochissimo per virare nello slapstick claustrofobico alla Fuori orario), ne consegue una sensazione di irrisolto. Quanto poi al finale col sosia di Balotelli, aveva già detto parole definitive Rambaldo Melandri.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Cotola 26/2/16 23:50 - 7042 commenti

Tutto in una notte per il buon Edmond che cerca di riscattare in poche ore una vita di umiliazioni e sopraffazione, ma andrà incontro ad altre delusioni fino a quando... Solito film con tanto di borghese fuori di testa che delude non poco vista anche la firma (Mamet) della sceneggiatura che si rivela prevedibile ed ordinaria come il suo protagonista. Non male il colpo di coda finale e strepitosa la prova di Macy. Con un paio di perché.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 7/9/09 22:30 - 1621 commenti

Un colletto bianco vuole provare almeno un brivido nella sua vita grigia, esce di casa e vagabonda per New York, compra un coltello da guerra e diventa un assassino. Da un testo di Mamet, il film mostra l'ennesimo borghese piccolo piccolo che impazzisce e tenta una sua personale, sterile rivolta contro le gabbie in cui è rinchiuso. L'esito è ovvio: finire rinchiuso nella gabbia per eccellenza, il carcere. Macy è come sempre bravissimo ma il film, per quanto breve, procede per stereotipi, è ben poco choccante e alla fine un po' noioso e straparlato.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 14/7/09 5:39 - 8141 commenti

Formidabile caratterista, Macy fatica a reggere interamente sulle sue spalle il peso di questo dramma di Mamet, portato sullo schermo dall'eclettico e discontinuo Gordon. La colpa non è tanto dell'attore quando di un personaggio privo di vera evoluzione drammatica, così che le tappe della sua metropolitana discesa agli inferi appaiono consequenziali, quasi scontate, e non riescono ad appassionare davvero. Nel finale, un colpo di coda inaspettato e paradossale risolleva l'interesse, ma è troppo poco.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 11/4/11 21:17 - 2075 commenti

Deterministico, ma indeterminato (?). Mentre Edmond insegue le tracce del destino, saltano in aria le inibizioni, il Superio abdica al ruolo di morigeratore: con le mani lorde di sangue e solo il liguaggio dei folli per comunicare, Edmond libera il suo ego come il precipitato imprevisto di una più ampia soluzione. L'adattamento alla giungla urbana spreme la sostanza dell'individuo o lo cancella. Mamet, sceneggia tutto in un notte, affila i dialoghi ma tralascia qualche nodo psicologico. Gordon ci innietta il ritmo e tutta la sua smaccata evidenza. Disturbante William H. Macy. Non male.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

G.Godardi 9/10/09 15:51 - 950 commenti

Dopo essersi distinto nell'horror e nel fantastico o sci-fi, qui Gordon tenta la acrta del thriller d'autoro, un horror "intellettuale", raccontandoci el traversie di un uomo qualunque che sbrocca. Piuttosto buona la prima parte, un mix tra Un giorno di ordinaria follia e Fuori Orario. Purtroppo perde colpi nella seconda parte carceraria, fino all'inutile colpo di scena finale. Macy come sempre bravissimo e con uno stuzzicante cast di contorn. Riuscito a metà.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ghostship 13/2/09 19:53 - 394 commenti

Teatrale "tutto in una notte" che narra la storia di un uomo (interpretato da un bravissimo William H. Macy) che, da individuo perfettamente integrato nella società, diventa uno psicopatico, tassello della nuova strada negli orrori urbani intrapresa da Gordon. Da vedere anche se non siete fan del regista.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 15/6/10 20:12 - 1578 commenti

Non aspettavo altro: William H. Macy uscire dai soliti stereotipi. Storia altalenante, ma che comunque non annoia. Belli i dialoghi, specialmente quelli in carcere. Film che non poteva avere una durata più lunga di quella che ha, dato che forse sarebbe caduto nel patetico...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 9/6/10 15:12 - 635 commenti

Un uomo cerca di cambiare totalmente la propria vita, conoscendo il vero io adatto ad un paese scontroso e indifferente. Un paese pieno di drammi e una minima disponibilità e questa, quando arriva, sprofonda il protagonista in una serie di pessime situazioni. Macy è maestoso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nella metropolitana.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Giùan 5/8/16 7:48 - 2649 commenti

Francamente una discreta delusione cinematografica! Il nome di Gordon alla regia, l'amatissimo volto attonito di William H. Macy nei flani, il plot sfizioso avran magari "caricato" troppo la visione, fatto sta che par davvero uno di quei film col respiro epico di un trailer contemporaneo (quelli da 30" per intenderci). Il film cade nel peccato capitale di certo cinema Usa: ammantarsi di un'autorialità che finisce per esser pretenziosa (il verboso script di Mamet) senza mai centrare le atmosfere e mai avendo il coraggio di sprofondare nel baratro kafkiano.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Buiomega71 30/10/13 0:25 - 2037 commenti

L'evoluzione gordoniana si fa discesa nelle alienazioni metropolitane ferrariane, negli inferi cittadini notturni scorsesiani, nel sesso a pagamento con echi schraderiani. Viaggio allucinato (e allucinante) tra peep show e luci al neon, sesso mercenario e schegge di belluina violenza (anche qui lo zio Stu non rinuncia a sprazzi splatter), suggellato da pezzi di turpiloquio da antologia. Quasi un incubo surreale (la fotografia satura negli interni delle case di piacere) dove si respira un Gordon in stato di grazia. Da infarto la prostituta di Mena Suvari. Per me e già un piccolo cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Macy sbrocca e massacra Julia Stiles a pugnalate; Il violento pestaggio al pappone rapinatore di colore; Macy al peep show con Bai Ling; Al night club.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Stefania 5/2/10 0:17 - 1600 commenti

Il colletto bianco che si fa leggere i tarocchi da un'indovina! L'avventura svela dall'inizio la sua cifra: un fatalismo arcaico, pessimistico, paralizzante. Quel viaggio al termine della notte è la fine del viaggio di Edmond: quando si dice "divieni ciò che sei"! Ennesima, verbosa e ipertrofica parabola sull'altra faccia dell'americano tranquillo. Come film, fallisce l'obiettivo di coinvolgere e di appassionare. Segnalerei la giovanissima Julia Stiles, efficace e non leziosa.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Mickes2 18/11/11 16:28 - 1551 commenti

Atmosfere horrofiche, surreali, claustrofobiche, bizzarre, con dramma personale annesso. Stuart Gordon si impossessa della mente vacillante di Edmond Burke avviluppando pensieri, sensazioni, pulsioni e situazioni in un disfacimento psico-fisico con freno a mano completamente disinserito. Ritmo sempre in crescendo come l'assoluta apatia del protagonista, oramai posseduto da una frustrazione interiore che non conosce limiti, o forse si. Nel complesso si filosofeggia un po' troppo. Memorabile William H. Macy.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Dusso 6/3/13 10:14 - 1533 commenti

Viaggio allucinato di una notte dopo aver capito di vivere una vita che non gli appartiene: è questo che fa l'ottimo Macy; cosi seguiamo il suo viaggio catastrofico fino a un parte finale meno riuscita della precedente. Ci sono varie scene da ricordare, ma a me pare che Stuart Gordon non riesca mai ad andare oltre il compitino...
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Greymouser 17/6/10 15:44 - 1441 commenti

Incursione di Gordon nei territori del thriller autoriale, "Edmond" è una prova meno riuscita dello stupefacente "Stuck", ma dimostra la volontà recente del regista di affrancarsi dai vincoli troppo canonici di genere. Grazie anche all'interpretazione di Macy, impagabile nei tic e nelle piccole ossessioni che preparano la follia, Gordon riesce a girare più di una sequenza piuttosto inquietante. Da vedere.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Giacomovie 2/6/11 11:37 - 1319 commenti

Tra i tanti modi di analizzare il tema della deriva psicologica di un uomo, il film si sofferma sugli elementi accidentali che la innescano ed esasperano (come il colloquio con una maga e i consigli di uno sconosciuto). Finisce per essere anch'esso un film accidentale, senza un adeguato sviluppo e che si perde in momenti contorti ed in una filosofia elementare. Macy è ottimo ma non basta.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Sunchaser 29/9/08 14:36 - 127 commenti

Da un romanzo di David Mamet, adattato dallo stesso autore, Gordon ha diretto un thriller esistenziale velleitario e noioso, nonostante la breve durata. Per far funzionare un film del genere ci voleva una grandissima interpretazione da parte del protagonista, ma purtroppo William Macy eccede, rendendo il personaggio così nevrotico e lamentoso da impedire qualsiasi immedesimazione. Il resto del cast, composto da tanti caratteristi di talento, dà meno di quel che promette.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un breve dialogo di Edmond che dice che quando temiamo qualcosa, in realtà desideriamo che avvenga.
I gusti di Sunchaser (Fantascienza - Musicale - Thriller)

G.enriquez 22/4/11 10:33 - 121 commenti

L'impostazione di "Edmond" è quella di un horror vecchio stile e ciò è dato soprattutto dalla regia (inappuntabile) del veterano Gordon. Interessante lo script di Mamet, che riesce nel difficile intento di descrivere il divenire psicologico del protagonista in un limitato periodo di tempo (una sola notte). La durata limitata della pellicola è un pregio e non ci si perde dunque in corollari inutili. Un buon film.
I gusti di G.enriquez (Comico - Poliziesco - Thriller)

Losciamano 10/6/10 9:56 - 112 commenti

La storia si concentra su un uomo, interpretato magistralmente da William H. Macy, che decide di cambiar vita andando alla ricerca di qualcosa che soddisfi la sua ansia e la sua voglia di vivere. Molti anneddoti e prediche di vita in buona fede. Manca però un po' di poesia, anima e dunque risulta il tutto quasi non "sincero" e non passionale.
I gusti di Losciamano (Drammatico - Horror - Teatro)

Ghirlanda 9/7/10 15:42 - 58 commenti

Chi non ha mai pensato almeno una volta di mandare tutto a quel paese e prendersi una rivincita sulla prevaricazione e l'arroganza umana? Ebbene sì, Edmond sbotta e per la prima volta "vive"! Peccato però che perda un po' la testa. Questo film potrebbe chiamarsi "Un giorno di ordinario esaurimento nervoso" (con il dovuto citazionismo) in cui può succedere di tutto, in cui la vita cambia e prende una nuovissima piega (che non è detto sia la più giusta). Un film buono che coinvolge; peccato solo per il predicozzo finale (che avrei evitato di netto).
I gusti di Ghirlanda (Fantascienza - Horror - Teatro)

Inseminoid 6/2/10 14:33 - 32 commenti

Visto accanto al regista Stuart Gordon al Festival Horror dedicato a Joe D'Amato del 2007. Una pellicola scritta bene, l'incontro tra il genere e Mamet... pochi sussulti, ma si capisce da subito che stiamo assistendo a una parabola dolorosa. Un film troppo teorico, come molti di quelli scritti da Mamet; per fortuna la mano di Gordon, un regista di gran mestiere, porta il film su territori più fantastici e fa sposare perfettamente il protagonista con tutti gli aspetti grotteschi della vicenda. Un film di genere, ispirato a L'uomo che non c'era.
I gusti di Inseminoid (Drammatico - Erotico - Musicale)