Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CIPOLLA COLT

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Il senso dell'umorismo, perlomeno al cinema, non è mai stato un punto di forza dell’ottimo Enzo G. Castellari (autore di alcuni capisaldi del nostro cinema di genere, dalla POLIZIA INCRIMINA all’ULTIMO SQUALO) e si era già rivelato nell’orripilante TEDEUM, penalizzato oltretutto dall'assenza di un cast decente. Riprovarci con Franco Nero significa essere forse convinti di avere buone speranze nel campo, ma ancora una volta i risultati danno al regista torto marcio. D'altra parte sono in molti, in italia, ad aver tentato di replicare il successo di Spencer e Hill incorrendo in risultati imbarazzanti (vero, Provvidenza?). Saper far ridere non è sempre facile e un personaggio incredibile come quello quello cui qui dà vita il volenteroso Franco Nero ne è la dimostrazione: un umorismo elementare, per bambini, con tanto di cavallo parlante (in romanesco, sue le peggiori battute del film) e accelerazioni in moviola come nelle vecchie comiche. Nero, nella parte del villico mezzo scemo Onion, lesto di mano, di pistola e divoratore famelico di cipolle (con l'alito arriva a stendere anche sei persone) è un continuo strabuzzare d’occhi (per farne risaltare l'azzurro, probabilmente): salta, corre e mena per difendersi dalla tirannia del ricco petroliere Petrus (Martin Balsam, con mano d'acciaio come nella storica pubblicità dell'omonimo amaro), che gli vorrebbe sottrarre la terra. Popolato di macchiette patetiche (i due aiutanti omosessuali dello sceriffo, i tre gangster che parlano in rima e completandosi come Qui Quo Qua), di autocitazioni inutili (“...e poi dicono che il cittadino si ribella”), di espedienti grafici malriusciti (i cuoricini che circondano i volti degli innamorati), CIPOLLA COLT può contare solo sulla gran professionalità di Castellari (sempre un fenomeno nella messa in scena) e sulla musica degli Oliver... Onions! Scazzottate scialbe, ripetute e interminabili.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 26/1/09 8:15 - 5737 commenti

Imbarazzante. Come Corbucci, anche Castellari risponde agli ultimi rantoli del western italiano con una storia burlesca, che si abbandona al fumetto demenziale per bambini, citazioni anacronistiche (dall’amaro Petrus al giornalista Mr. Pulitzer), battute in romanesco e alle proprietà (anche a scopo bellico!) della cipolla. Nero è scritturato in versione Trinità, con il magico trio d’azione Vanni-Puppo-Zamperla, le stars Balsam e Hayden e vari caratteristi spagnoli. Trattandosi di cipolle, le musiche non potevano essere che degli Oliver Onions…
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 19/3/18 8:32 - 2934 commenti

Fallimentare tentativo di Castellari di riproporre la commistione tra commedia e western alla Bud & Terence, con protagonista il "suo" Franco Nero. Per mancanza di idee e di degne battute non si ride mai e, finito lo stupore un po' da voltastomaco della passione culinaria per le cipolle del protagonista dal fiato che uccide, tutto si riduce a una lunga ed estenuante lotta contro il tedio. Un pellicola uscita davvero fuori tempo massimo e con l'aria dell'occasione mancata. Buone le musiche dei fratelli De Angelis.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Matalo! 16/9/08 17:53 - 1360 commenti

Ma santo cielo! Perchè un regista solidissimo come Castellari si è piegato a fare il verso alle Trinitate? Nero insopportabile cipollaro va a sistemare i torti di una cittadina sotto il pugno Petrus del buon Martin Balsam. Comicità deficiente, divertimento stitico. Peccato perché la mano di film più degni si vede comunque. Vabbè, si doveva far cassa.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Herrkinski 5/12/09 18:01 - 4446 commenti

Tra le poche cadute di stile del bravo Castellari rientra di sicuro questo tardo spaghetti-western (o forse dovrei dire cipolla-western!). E dire che da un punto di vista prettamente registico il film è corretto, le location sono ottimamente realizzate, la fotografia è buona e Nero ce la mette tutta; ma la pessima sceneggiatura e le tremende gag rovinano tutto. La parte più "guardabile" sono i primi 40 minuti, poi il film degenera completamente nella demenza scellerata. Insopportabili il tic "sonoro" di Nero e il cavallo burino. Assurdo. *!
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Fabbiu 23/4/08 15:58 - 1893 commenti

Non è che ci si annoia a guardarlo (se si ha una vaga idea di quel che ci si deve attendere). Però è un peccato, perché alcune trovate carine ci sono (i bambini uomini duri ad esempio), le musiche sono belle (gli Oliver Onions) e posti e ricostruzioni rendono abbastanza l'idea. Scade nel tipo di umorismo che fa da scheletro alla vicenda: tutto pieno di suoni (anche quando i personaggi restano di stucco), moviole, scene circensi, battute pietose e continue smorfie; i combattimenti sono tutti molto ridicoli. Insomma, sembra un grosso cartone animato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I due si innamorano tra cuoricini e cipolle.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Pinhead80 9/12/10 1:16 - 3489 commenti

Spentissimo spaghetti western che vede come protagonista Onion (che guarda caso vuol dire cipolla in inglese...) alle prese con una compagnia petrolifera senza scupoli. Tra i film del filone questo, per usare un eufemismo, non è certo uno dei migliori. Battute fiacche e gag improbabili lo rendono a tratti simpatico e a tratti insopportabile. Evitabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La spremuta di cipolle di Onion con annessi effetti collaterali post bevuta.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Minitina80 8/9/16 10:09 - 2000 commenti

Castellari si inventa un personaggio bislacco e stravagante con la fissa delle cipolle in giro per il selvaggio west. Nel primo tempo il film si regge in piedi a stento, mentre nel secondo collassa definitivamente su stesso per la ripetitività di sketch di cui ci si sazia presto. Una comicità grossolana a metà tra lo slapstick e il demenziale lo confinano a una nicchia decisamente ristretta per poter ambire a qualcosa di importante e duraturo. La confezione, comunque, rimane più che dignitosa poiché il manico è buono e gli attori non improvvisati.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ianrufus 10/4/10 0:13 - 139 commenti

È quasi inutile parlare male di questa pellicola. L'unica cosa da salvare sono i titoli di testa con il mitico trio di Vanni-Puppo-Zamperla! Per il resto sarebbe interessante sapere quanto gli artefici di questo Trinità di serie C (ma c'è anche Provvidenza di Milian) ci hanno creduto, quanto hanno riso alla prima proiezione e cosa provano oggi nel vederlo. Per me, appassionato di Castellari, si tratta di un film inutile, tempo e soldi portati via a chissà quale buon film d'azione. Per fortuna arriverà poi Keoma...
I gusti di Ianrufus (Commedia - Poliziesco - Western)

Mark70 29/8/10 1:01 - 118 commenti

Sull'onda di "Trinità" negli anni '70 vennero girate molti western comici o parodistici e tra questi "Cipolla colt" non è assolutamente il peggiore, anzi: trama convenzionale ma solida, buone ambientazioni e tutto sommato bravi interpreti (Nero forse un po' sopra le righe). Divertenti le scentette accellerate come nelle comiche di Ridolini. Per essere un B-movie merita ampiamente la sufficienza. Da rivalutare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma cos'è questo odore?" "L'odore è tutto mio!" "Odoratissima".
I gusti di Mark70 (Avventura - Comico - Commedia)

Tresette 13/2/11 7:37 - 2 commenti

Sulla scia dei Trinità, Castellari dirige questo western commedia che in alcuni punti sfiora la demenzialità. Spassose alcune trovate, come l'accento romanesco e la simpatia del cavallo di Onion o i due vice-sceriffo Gay, ma come dicevo a volte la comicità del film si perde e trascende in scenette demenziali di dubbio gusto.
I gusti di Tresette (Guerra - Horror - Western)