Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FANGO BOLLENTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 33
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/9/08 DAL BENEMERITO RENATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/11/09


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 22/3/10 22:33 - 3875 commenti

Addetto ai calcolatori elettronici intravede una via di fuga al grigiore di una vita da passare al lavoro: si applica, con crescente carriera e accompagnato da alcuni colleghi, a compiere atti criminali destinati a sfociare in un omicidio. Sulle sue tracce si mette il commissario Santagà. Interessante noir diretto dal fratello di Enrico Maria Salerno (anche qui, ancora una volta, nei panni del commissario) e co-sceneggiato da Gastaldi. può contare sull'indovinato anti-eroe wharoliano Dallesandro.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 12/12/08 18:08 - 5737 commenti

Nella società industriale si annida il morbo della violenza gratuita che colpisce la piccola borghesia materialista, annoiata e stressata: tesi interessante, condotta tuttavia sotto forma di una disturbante e monotona escalation di nefandezze (risse, stupri, omicidi, investimenti con l'auto) sulle orme di Arancia meccanica. Dallesandro e De Grassi sono sempre perfetti come teppisti, analogamente a Salerno nel ruolo di un commissario intuitivo e dal grilletto che non perdona. Nella rissa allo stadio si notano Galimberti e Capanna.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 10/12/08 12:13 - 1495 commenti

Arancia meccanica in salsa sabauda? Solo in parte... ad una trama spesso inverosimile si accompagna per fortuna una buona realizzazione. Molta violenza ed almeno un paio di sequenze davvero ben dirette, anche se Sal Borgese doppiato in veneto non può che far sorridere, ed il tema musicale (bello, di Franco Campanino) è ripetuto un po' troppe volte. Ma nel complesso è un buon film, che per di più ha un'ambientazione molto efficace. Da riscoprire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma voi, la sera... che fate?".
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 10/8/10 18:04 - 7317 commenti

Discreto film dai ritmi e gli svolgimenti godibili che pur non convincendo sul piano delle "tesi" portate avanti, si dimostra efficace sul piano dello spettacolo anche se a tratti troppo inverosimile pur non essendo poi così lontano dalla realtà e dai nostri tempi (per ciò che riguarda la violenza gratuita di certi fatti di cronaca) Al solito simpatico il canagliesco Dallesandro. Molto violento e perciò difficile da vedere in versione integrale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata di Dallesandro per un "ordine" molto particolare mentre la moglie mangia la zuppa inglese con "sorpresa".
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 28/5/18 14:38 - 1667 commenti

Strano ibrido di poliziottesco, noir e pulp "sociologico" derivato da Arancia meccanica, la storia di tre bravi impiegati che la sera si svagano commettendo delitti sempre più efferati. La profondità dell'analisi è quella che è, del resto i colpevoli non hanno altro movente che la noia di vivere. Non male il cast, su cui spicca il bravo Salerno, in un altro bel ruolo di commissario torinese dopo Un uomo, una città. I tre ragazzotti funzionano, meno i ruoli di contorno. La "pochade" laterale con l'adulterio a fini di carriera è posticcio. Curioso.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 11/10/19 12:40 - 8920 commenti

Tre impiegati in una fabbrica che produce elaboratori elettronici, stressati sia nella vita lavorativa che in quella familiare, commettono una serie di brutali omicidi mentre la polizia brancola nel buio indagando negli ambienti malavitosi. Ma un poliziotto testardo intuisce che potrebbe trattarsi di altro... Da uno spunto non dissimile, Kubrick aveva già girato un capolavoro. Qui siamo ovviamente in un'altra categoria ma non si può negare a questo film violento, scorretto ed anche volgare, una certa rozza efficacia che lo salva dalla banalità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sorpresa alla moglie che sta mangiando una torta.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 7/11/09 14:30 - 3229 commenti

Cinema di genere rozzo ma godibile sul tema dei ragazzi borghesi annoiati e violenti, con un occhio a Kubrick e un altro al poliziottesco. La regia non bada alla forma e punta tutto sugli effetti, con ritmo veloce e alcune scene (tagliate in certe versioni) di una violenza che sfiora il grottesco. Dallesandro inespressivo come al solito, Enrico Maria Salerno (fratello del regista) nella solita parte del commissario funziona, così come De Grassi e De Carli in quella degli altri due "drughi" nostrani. Incalzante colonna sonora rock. Niente male.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 1/9/18 18:07 - 3181 commenti

Tre giovani dall'aspetto inerme, sul luogo di lavoro, hanno il brutto vizio di diventare dei sadici nei momenti di disimpegno; il che si traduce in sonno eterno per chi ha la sventura d'averci a che fare. L'opera di Vittorio Salerno segue un filone violento che allora - in maniera in parte compiaciuta - esibiva scelleratezze alla mercé di un pubblico forse un po' smanioso. Rivisto con occhi contemporanei il film assume valore aggiunto per l'estetica Anni '70 e nel paragonare l'allora libertà di atti e concetti rispetto al bonario cinema d'oggidì.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 11/2/11 9:17 - 3663 commenti

Piccolo grande film che compendia in poco tempo gli stilemi del genere senza inventarsi ridicole giravolte o improbabili stili di ripresa, cosa frequente nel periodo. La trama è leggermente forzata ma la narrazione è lineare e contiene diverse perle di grezza perfidia e acuta riflessione sociale. Grande il sound di Campanino, attori intonati tra cui riesce ad emergere addirittura Dallesandro. Peccato per i tagli nella versione da 80' e per non aver sviluppato il tema del calcolatore/laboratorio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il parallelo topi/tifosi. "Scava, scava". L'ordine per la moglie.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 8/9/10 9:31 - 1368 commenti

Joe D'Allesandro è come la Garbo: non si sa se sappia recitare ma è perfetto. E anche in questo film del fratello di Enrico Maria buca lo schermo alla grande. Un po' Arancia Meccanica, un po' poliziottesco, è stranamente un mix di taglio con scure e riflessione. Breve e spartano, sbrigativo ma talvolta costruito bene. Si sente un po' la mano di Balestrini e sebbene sia un piccolo film il sentore 70 c'è appieno. Il pericolo sembra annidarsi nei piccoli borghesi, anche il "buono" nasconde desideri violenti. Piccolo film e invisibile; ma da recuperare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ordinazione della bara della moglie mentre questa si sbafa una zuppa inglese all'arsenico.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Herrkinski 26/4/10 0:03 - 4864 commenti

Un film che nonostante l'ambientazione e le musiche anni '70 (un prog-rock che rimane in mente) riesce comunque a risultare molto attuale, visto il tema della violenza urbana sempre più gratuita e dilagante; qui l'attacco è però rivolto alla classe borghese. I tre disgraziati sono ben interpretati da un Dallesandro particolarmente ispirato e dai validi De Grassi (sempre inquietante) e De Carli; bravo come sempre anche Salerno. Efficaci le scene di violenza e il finale cinico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'impressionante scena del muletto, veramente brutale; Dallesandro che ordina la bara per telefono; il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 1/3/10 19:44 - 1082 commenti

Come una band degli Anni Settanta che suoni live nel 2010, il film è tanto invecchiato bene nello spirito quanto gremito d'impietose rughe a solcarne il viso. Le anacronistiche (per dinamica) risse da stadio, il pestaggio a rallenty esasperato, il proto-calcolatore modulare che sfancula il mondo: hanno quella consistenza ammuffita del cracker lasciato troppi giorni nella dispensa. Al contrario l'alienazione del trio di balordi, la maschera amara e vendicativa di Salerno, il prog, e non ultima l'assurda presenza scenica di Dallesandro riflettono l'immagine d'un film molto più che coevo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sulle cavie: "C'è sempre uno che comincia a mordere gli altri"; "E succede anche agli uomini?"; "...se qualcuno li mette in gabbia"; Stacco: stadio.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Daidae 19/9/09 3:35 - 2705 commenti

Stupendo esempio di cinema. Contesto a questo film solo alcune scene di eccessiva violenza che lo rendono grottesco (una su tutte quella del muletto). Stupendo Dallesandro e grande sopratutto Enrico Maria Salerno. Film che incalza sopratutto nel finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ma voi la sera... che fate?
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 12/2/11 10:40 - 1461 commenti

Non mi ha convinto completamente. Ci sono ottime intuizioni sociali (stressor devastanti, la massa violenta senza cervello, l'assoluta alienazione dalla vita che porta alla dissoluzione dell'esistenza), ma lo sviluppo è statico ed inopportunamente dotato di parti ironiche (l'impallinata). Anche il grande Maria Salerno è meno incisivo del solito, ma forse è solo il suo ruolo che è stato previsto in quel modo. C'è anche qualche ingenuità (come non identificare subito i balordi, dai), ma ci sono anche scene di forte impatto, comprensibilmente vietatissime.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Nando 12/10/10 9:02 - 3438 commenti

Tre giovinastri insospettabili ed ineccepibili lavoratori diventano senza un motivo apparente degli spietati assassini, lasciando una lunga quanto illogica scia di sangue. L'alienazione umana che porta alla violenza efferata è vista con un discreto taglio narrativo anche se, lievemente, si punta pure al sensazionalismo.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Rufus68 16/6/16 22:24 - 2978 commenti

Come per Hanno cambiato faccia, vale per questo film la sentenza di Marcuse: "L'inferno di oggi è la tecnologia". La disumanizzazione del lavoro e dei rapporti personali ha come unico antidoto la disumanizzazione crescente dell'individuo: solo gli psicopatici sono a proprio agio. Salerno condisce questo reportage sociale con accensioni grottesche o di raggelante cinismo (il vecchio che chiede l'elemosina, l'avvelenamento). Ottimo Dallesandro, impassibile Italian psycho; bravo De Grassi; Enrico Maria Salerno si adegua con mestiere.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Lucius  11/10/14 11:21 - 2819 commenti

Buon poliziesco di genere, con attori calati nelle rispettive parti e ruoli azzeccati in pieno. Le atmosfere sono quelle giuste, tipiche dei bassifondi, in odore di sporco e degrado. Iniettato di dosi di violenza psicologica e fisica, rende appieno le potenzialità di uno script duro, in stile Il poliziotto è marcio. Tra venature noir e il male oscuro di vivere, regole fai da te e una società che ti sta stretta. Cupo.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 22/5/14 12:06 - 2807 commenti

Mantiene, nonostante il passar dei lustri, notevole provocatorietà cinematografica, scaturente paradossalmente dallo stesso crudo realismo spiccio che inficia tante pellicole del periodo. L'intuizione di Salerno jr. e Gastaldi è sottrarre la cifra stilistica della violenza reiterata al genere poliziottesco per innescarla in una rozza ma fruttuosa metafora metropolitana, che cita l'alienazione ferreriana e il grottesco di Petri. Non è un caso sia il ruolo più aderente del "ciclo" italiano di Dalessanro, capace di duettar con l'understatement di Salerno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pappa e la prostituta appesi ai ganci; Il temibile volto sardonico di De Grassi; La battuta di caccia propedeutica alla promozione della Brochard.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 22/4/20 8:31 - 2466 commenti

Tre giovinastri che lavorano in una grande azienda torinese, abbrutiti dalla meccanizzazione del lavoro e dalla povertà della loro vita privata, si dilettano a torturare e uccidere con sadica intenzione. Scordatevi Kubrick, qui solo derive sociologiche a buon mercato e tanta violenza verso i vari malcapitati di turno (camionisti, tassisti, prostitute ecc.). Alza il livello il buon Enrico Maria Salerno (diretto dal fratello) nel congeniale ruolo di ispettore paziente e implacabile.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Fauno 4/2/11 12:55 - 1888 commenti

Indubbiamente è un buon film, ma da due mostri sacri come Dallesandro e De Grassi, viste le prestazioni magistrali ad esempio ne il Tempo degli assassini e ne L'ultimo treno della notte, ci si aspettava una valorizzazione da cinque pallini. Di grande interesse il concetto dell'omicidio ecologico, scoppiato come un virus di Ebola nei decenni successivi. Trovate al limite del pulp, forti emozioni, ottima colonna sonora... ma il film non agisce come un blocco di marmo e ha anche dei cali... paragonarlo ad Arancia meccanica è una parola grossa. Ok Salerno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Siamo invitati a cena dal primario" "Che mangiamo? Mammelle neoplastiche infarcite di coglioni con orchite?".
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 1/5/14 20:36 - 1880 commenti

Con le sue problematiche relative a integrazione, immigrazione e lavoro, Torino si rivela cornice ideale per questa interessante riflessione sulla violenza dilagante nella società industriale, frutto del malessere e dello stress di cui soffre soprattutto la piccola borghesia. Il ritmo serrato impresso alla vicenda impedisce un’analisi approfondita del percorso che trasforma i protagonisti da impiegati modello a feroci criminali, ma è comunque un prodotto che va oltre i canoni del genere. Buona prova del cast e belle musiche di Franco Campanino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio della Scarpitta; La torta all'arsenico; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 4/12/15 22:02 - 1719 commenti

Forte del volto istituzionale del fratello e di quello underground di Dallesandro, il regista gira uno di quei polizieschi sui generis che vorrebbero intercettare anche il pubblico più snob. Purtroppo le ambizioni sociologiche della pellicola sono compromesse da una sceneggiatura superficiale e urlate da una regìa troppo didascalica (le cavie in gabbia accostate ai tifosi nello stadio). Migliore il secondo tempo, salvato da gustosi picchi di cattiveria (la bara ordinata per telefono, il beffardo finale aperto).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Dusso 24/7/12 16:53 - 1534 commenti

Ha qualcosa di interessante che non so ben spiegare, seppure ci sia la solita escalation di violenza qui motivata solo dalla monotonia e da poco altro. Ci sono scene notevoli (la più disturbante a mio avviso è la torta con arsenico e telefonata in diretta). Buona la regia di Salerno. Da visionare necessariamente in versione integrale, da 84 minuti e passa.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Gestarsh99 1/11/10 17:27 - 1301 commenti

Il più piccolo dei Salerno dirige questa sconcertante storia di stanchi giovinastri qualunque, tran-tran lavorativi disumanizzanti e nevrotiche propensioni represse da sfogare in sperimentali scorribande teppistiche. Sul valido terzetto di protagonisti spicca il warholiano Dalessandro, in un personaggio vagamente ispirato al McDowell di Arancia meccanica, con in più una dose di diabolico charme alla Helmut Berger. La violenza esibita è di quelle senza compromessi, tipica dei selvaggi anni '70. Un Quattro bravi ragazzi ante litteram ma molto più paradigmatico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incredibile realismo della scena con la donna infilzata senza pietà dalla pala di un muletto: una delle sequenze più barbare e gratuite mai viste!
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Lupoprezzo 7/3/11 20:55 - 635 commenti

Vittorio Salerno dirige discretamente, mettendo sotto accusa la classe borghese: instabile, oppressa e frustrata, capace di nefandezze d'ogni sorta. Diversi momenti imperdibili (l'aggressione al camionista; l'incredibile scena del muletto); meno interessanti l'indagine poliziesca e il personaggio di Enrico Maria Salerno. Incalzante, anche se un po' invadente, la musica di Franco Campanino. Splendida la battuta finale.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Corinne 21/5/11 23:38 - 398 commenti

Arancia meccanica incontra il poliziottesco, si potrebbe dire. Il risultato, lungi dall'essere paragonabile al film di Kubrick, è comunque buono e, straordinariamente per il genere, anche attuale. Brutalità assortite, a tratti quasi grottesche e narrazione veloce e dinamica, senza tempi morti.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Guru 9/3/11 18:25 - 348 commenti

L'ho trovato veramente interessante, precursore di tematiche attuali e non lantane dalla realtà. La noia di un'esistenza, la voglia di superare oltremodo tutti i limiti attraverso un prodotto finito quale è la violenza! Bravo il regista che associa i momenti di più intima depravazione ai movimenti sistematici e ripetitivi dei calcolatori del centro meccanografico; meno entusiasmante il fratello con la soluzione del caso fra le mani... Pittoresca la scena in Piazza Palazzo di Città, con quei corpi straziati e sanguinanti.
I gusti di Guru (Fantascienza - Giallo - Sentimentale)

John trent 27/2/10 14:08 - 326 commenti

Ben diretto da Vittorio Salerno, questo film sorprende per la freschezza e il ritmo e ci immerge nella violenza urbana della Torino degli anni di piombo. È un viaggio senza ritorno e senza speranza, un crudo ritratto delle folli gesta di 3 disgraziati annoiati che stuprano e ammazzano per divertirsi un po'. Molto bravi Dallesandro, De Grassi e il terzo compagno di merende (colui che in Reazione a catena di Bava si beccava la mannajata in pieno volto) e solito marpione il grande Enrico Maria Salerno... Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma voi, la sera... che fate?".
I gusti di John trent (Commedia - Horror - Thriller)

Mark 7/10/19 12:30 - 264 commenti

Nel filone cinematografico sui figli annoiati e viziati dai padri che avevano fatto la resistenza si colloca a metà strada tra il pariolinismo e il nichilismo post industriale, con un deficit nella sceneggiatura che, con un più marcato sviluppo narrativo, avrebbe forse conferito diverso spessore all'intero film. Impeccabile, come sempre, Enrico Maria Salerno ma Joe Dallesandro non è affatto da meno; anzi, la psicosi del suo sguardo anticipa il De Niro di un Taxi che verrà.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Se becco un paio di stronzi ci torno alla mobile, eccome se ci torno!" (Enrico Maria Salerno).
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Berto88fi 19/6/18 10:20 - 199 commenti

Prodotto originale, terribilmente attuale sul tema della violenza scatenata dall'insulsa quotidianità e dal lavoro stressante; un'escalation di cattiverie gratuite verso chiunque incontri il terzetto di compari annoiati, cinici e sadici. Ottima prova per la coppia selvaggia De Grassi-Dallesandro e azzeccatissima la ost rock di Campanino. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I calcolatori elettronici; Le aggressioni.
I gusti di Berto88fi (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Gmriccard 7/7/18 18:15 - 112 commenti

Ottimo film di Salerno (anche sceneggiatore in tandem con Gastaldi), migliore dell'altro caso felicemente risolto. Tre colleghi trovano sfogo alle proprie frustranti esistenze con una violenza accentuata (non a caso è presente il ladiano De Grassi) ma non eccessiva. Molto bene Dallesandro nella consueta parte dell'ambizioso gangster, ma Salerno attore è eccezionale come sempre, riuscendo con la limpidezza interpretativa a migliorare anche le altrui performances. Straordinarie le scene dei raptus, specie quella ambientata nel capannone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'(in)calzante tema musicale della follia, un incrocio tra la strumentistica Black Sabbath e la voce in dissolvenza della beatlesiana Helter Skelter.
I gusti di Gmriccard (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Bisturi 30/11/11 13:55 - 9 commenti

Ottimo esempio misconosciuto di film "sociologico". Fango bollente è un omaggio evidente al masterpiece di Kubrickiana memoria con tre drughi nostrani alle prese con un climax crescente di malefatte ai danni dei malcapitati di turno. Dallesandro ottimo, così come il sempre eccellente De Grassi, che già aveva sfoderato una prova maiuscola ne L'ultimo treno della notte di Lado. Notevoli alcune scene e colonna sonora leggendaria. Ottimo.
I gusti di Bisturi (Azione - Gangster - Poliziesco)

Emmanuel 17/2/10 4:14 - 1 commenti

Ciò che inquieta veramente, nel rivedere questo bello e intenso film di denuncia dei mali oscuri delle società avanzate diretto da Vittorio Salerno, è constatare che il film sembra girato ieri, non 35 anni fa! Infatti non è cambato niente: ci si continua ad accoltellare negli stadi, a stuprare, a uccidere per banali motivi di traffico, a scaricare nevrosi e frustazioni nela violenza urbana spesso gratuita, senza alcun rispetto per la dignità umana. Secondo me il buon Dio un giorno o l'altro ci manda un bel fulmine a ciel sereno! Cristo, dove sei?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ovidio: "Questa società produce di tutto... Non potrebbe generare anche mostri?" Commissario Santaga': "Già... perché no?" Ovidio: "Infatti, perché no?".
I gusti di Emmanuel (Poliziesco - Sentimentale - Western)