Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PRIVILEGE

All'interno del forum, per questo film:
Privilege
Titolo originale:Privilege
Dati:Anno: 1967Genere: drammatico (colore)
Regia:Peter Watkins
Cast:Paul Jones, Jean Shrimpton, Jeremy Child, Mark London, Max Bacon, William Job, James Cossins, Frederick Danner
Note:Aka "Il privilegio".
Visite:427
Il film ricorda:Le toccabili (a Lucius)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/9/08 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Pigro, Fauno
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Lucius


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 24/9/08 9:18 - 7331 commenti

Una rockstar è usata dal governo e poi dalla chiesa per condizionare i giovani. La regia lucida e graffiante di Watkins compone uno spietato affresco della civiltà contemporanea e delle sue ipocrisie. Protagonista è il cantante Paul Jones, che - ironia della sorte - in seguito passerà davvero dal pop alla chiesa! Scene potenti e impressionanti (i concerti con i fans impazziti) per un apologo satirico sulla politica, la religione, i media, la cultura giovanile "alternativa" creata a tavolino dai poteri forti. Quanto lungimirante e attuale...!
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Lucius  25/8/14 12:56 - 2752 commenti

Le parti più interessanti sono quelle relative al privato del protagonista, una goccia in un mare di narrazione didascalica. Un semi-musical con validi brani musicali e poco altro. La regia non brilla e, nonostante il messaggio recondito, risulta poco lineare e poco appassionante. Gli interpreti emanano sex-appeal, ma le emozioni latitano e non basta uno stuolo di ragazzine urlanti intento a piangere per l'ingabbiamento del proprio idolo, a convincere lo spettatore più accorto. Si poteva di certo fare meglio, con un tale soggetto tra le mani.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Fauno 1/10/10 11:26 - 1822 commenti

Viene espressa in maniera molto ravvicinata ed amplificata la creazione di un divo dello spettacolo, capace di attrarre i giovani come tante calamite, salvo poi distruggerlo qualora il medesimo si ribelli alle decisioni prese dall'alto, specie se da molto più in alto del suo team manageriale e del suo mondo limitato. Il business è questo. Guadagni stratosferici, sfruttamento fino al midollo dell'artista, ma senza mai urtare le istituzioni, anche quelle più reazionarie, semmai favorirle...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)