Cerca per genere
Attori/registi più presenti

INTRIGO A STOCCOLMA

All'interno del forum, per questo film:
Intrigo a Stoccolma
Titolo originale:The Prize
Dati:Anno: 1963Genere: thriller (colore)
Regia:Mark Robson
Cast:Paul Newman, Elke Sommer, Edward G. Robinson, Diane Baker, Micheline Presle, Gérard Oury, Sergio Fantoni, Kevin McCarthy, Leo G. Carroll, Sacha Pitoëff, John Wengraf
Note:Tratto dal romanzo di Irving Wallace
Visite:735
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/9/08 DAL BENEMERITO DANIEL_SAN POI DAVINOTTATO IL GIORNO 15/1/19
Convocato a Stoccolma per ritirare il Nobel per la letteratura, lo scrittore americano Andrew Craig (Newman), con qualche problema di alcolismo, viene lì affiancato dalla bella Lisa Andersson (Sommer), che il ministero degli esteri svedese ha deciso di assegnargli come "tutor". Le sue abitudini non troppo salutari sono note, certo, tuttavia è lui l'unico ad accorgersi che il premio Nobel per la fisica Max Stratman (Robinson) non è lo stesso che l'aveva salutato al suo arrivo nella Capitale: qualcuno che gli somiglia moltissimo ha preso il suo posto con la complicità della nipote (Baker) di Stratman, anch'essa pronta a farsi sedurre dall'estrosità di Craig. Newman insomma fa l'eccentrico carismatico che conquista i giornalisti con la sua schiettezza durante le interviste e le donne col savoir-faire; ma si occupa anche di investigare personalmente sulla sparizione del fisico tedesco finendo prevedibilmente al centro di inseguimenti, fughe, omicidi misteriosi collegati a un intreccio spionistico in sé piuttosto elementare. E' fin troppo palese quanto Mark Robson tenti di emulare in pieno lo stile di Hitchcock, nonostante la differenza in termini di talento puro tra i due sia evidente. La sceneggiatura e Newman stesso aiutano comunque il regista a cavalcare con gusto la vena ironica del film originando qualche scambio spassoso; purtroppo la parte più d'azione e in generale la messa in scena sono assai distanti dai risultati ottenuti dal maestro inglese. Ad ogni modo la replica, davvero smaccata, riesce a regalarci un thriller nel suo complesso ben raccontato e piacevole, un po' rozzo negli effetti (le cadute dall'alto in particolare) ma recitato con la giusta convinzione da tutti e nel suo piccolo, al di là di divagazioni evitabili che ci portano oltre le due ore (inutilmente allungata la parte sulla nave), efficace. Certo appaiono ingenui i siparietti dei due medici cui spetta il Nobel ex-aequo (con l'italiano accusato dall'altro di avergli sottratto le rivoluzionarie teorie), forzate alcune scene costruite chiaramente con scopi farseschi e pretestuosi (la fuga che costringe Craig a confondersi in un convegno di nudisti mostrando di consegeuenza il fisico atletico), modesta la tensione, annacquata da derive sentimentali all'insegna della banalità. Una copia, per l'appunto, ma non disdicevole.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/7/10 9:03 - 10782 commenti

Benchè diretto da Mark Robson, il film è chiaramente ispirato alle atmosfere del maestro Hitchcock. Si tratta di un thriller con profonde venature di commedia, caratterizzato da un ottimo ritmo, una regia al servizio della storia e l'interpretazione di un ispirato Paul Newman. Non un capolavoro ma decisamente un buon film.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 23/7/10 23:17 - 3011 commenti

Non troppo originale, anzi a tratti smaccatamente derivativo e vorrei-essere-Hitchcock, è tuttavia un cascame divertente dalla mai abbastanza rimpianta Guerra Fredda, tripudio di spioni veri o presunti in salsa parecchio rosè. Newman in palla, la Sommer forse qui al suo massimo, il resto del cast è un branco di vecchi volponi. Piacevolissimo.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 22/2/09 12:00 - 7185 commenti

Scrittore alcolista arriva a Stoccolma per ritirare il Nobel, ma scopre un complotto che coinvolge un fisico di fama. Il meccanismo del plot ricorda Intrigo internazionale (lo sceneggiatore è lo stesso): Robson non è Hitchcock, ma se la cava piuttosto bene, riuscendo a costruire un film avvincente e con qualche buono spunto, pur cedendo a rallentamenti da commedia sentimentale. Comunque piacevole, con un Newman brillante e convincente.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Nicola81 13/8/16 18:07 - 1593 commenti

Cornice insolita (l'assegnazione dei premi Nobel) per una piacevole commistione tra il giallo, la commedia brillante e quello spionaggio da guerra fredda che tanto andava di moda all'epoca. I 130 minuti di durata non erano strettamente necessari, ma il film diverte, grazie anche a un lussuoso cast internazionale guidato da un bravo e simpatico Paul Newman e da una frizzante Elke Sommer. Il modello è chiaramente Hitchcock (lo sceneggiatore Ernest Lehman è lo stesso di Intrigo internazionale), ma guai a parlare di brutta copia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le interviste ai premiati; La conferenza nudista; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

R.f.e. 25/7/10 13:43 - 819 commenti

Davvero gradevole e divertente quest'ingiustamente sottovalutata commedia-thriller spionistica d'ambientazione svedese e d'ispirazione hitchcockiana (ma a ben guardare, decisamente più riuscita del film diretto da Alfred Hitchcock in persona che lo stesso Paul Newman interpreterà due anni dopo, Il sipario strappato). Per un Newman a suo agio, brillante e simpatico, una Elke Sommer assolutamente deliziosa.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Graf 4/6/16 0:55 - 618 commenti

Un thrilling che conserva un fascino inattaccabile nonostante gli anni della guerra fredda siano, per fortuna, tramontati. Il regista Robson raggiunge l’esito di girare un film di genere giallo nelle situazioni narrative ma decisamente da commedia brillante nei dialoghi e nella recitazione spumeggiante di tutti gli attori. Un raffinato melange di stili e di modulazioni psicologiche ben intrecciato a un ritmo controllato ma sostenuto e a colpi di scena di un certo ingegno e imprevedibilità. Autoironico Paul Newman, affascinante Elke Sommer. Buono.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Festo! 22/8/18 11:15 - 78 commenti

Partiamo subito col dire che questo film non solo è ispirato a Intrigo internazionale, ma spesso (un esempio lampante è la scena dei nudisti) ne sembra la copia spiccicata; peraltro, lo sceneggiatore era lo stesso. Pur appassionando, però, il film non riesce ad avere lo stesso impatto dell'opera di Hitchcock, anche a causa del fatto che qui si ricorre molto (troppo!) agli stereotipi e al "sentito dire". Ci sarebbe voluto più coraggio in fase di realizzazione, ma in fin dei conti il risultato è decente, grazie alla buona prova degli attori.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'intervista di Newman riguardo al premio e... ad alcune stranezze!
I gusti di Festo! (Animazione - Commedia - Giallo)

Shannon 22/7/10 11:41 - 72 commenti

Thriller ambientato a Stoccolma ai tempi della guerra fredda e pesantemente contaminato da situazioni tipiche della commedia, tanto che si potrebbe quasi parlare di commedia con risvolti thriller. Poca tensione ma moltissimo divertimento. Eccessiva e un po' irritante la caratterizzazione del dott. Farelli. Newman è perfetto, Elke Sommer semplicemente meravigliosa, bel cast.
I gusti di Shannon (Avventura - Drammatico - Thriller)

Daniel_san 18/9/08 23:18 - 3 commenti

Un thriller, ma che si lascia apprezzare più per gli aspetti da commedia e per il vivace assortimento dei protagonisti, i vincitori di un premio Nobel. Da segnalare il medico italiano (Fantoni), qui dipinto con tutti i possibili clichè dell'italianità: è sospettato dal collega statunitense di essere un imbroglione e alla premiazione si è portato dietro la mamma! Su tutti svetta un Newman in ottima forma, nei panni di uno scrittore in crisi, donnaiolo e dedito all'alcol, ma con un ottimo fiuto per gli intrighi. Trasmesso sovente in TV.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La conferenza stampa di Andrew Craig; Il convegno dei nudisti.
I gusti di Daniel_san (Commedia - Fantascienza - Horror)