Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I BUCHI NERI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/9/08 DAL BENEMERITO REDEYES

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 8/3/12 9:42 - 7221 commenti

Camp allegorico in salsa partenopea: tanto fuori di testa quanto estremamente calibrato e preciso, fin nelle inevitabili citazioni cinematografiche (come quella, morbosa-scanzonata, di Improvvisamente). Il rapporto improbabile tra l’omosessuale e la prostituta (boss di un giro di puttane handicappate) vive degli eccessi di una storia, di ambientazioni (anche oniriche), di una fotografia, che giocano col neorealismo trasformandolo in rappresentazione artefatta, in kitsch mediterraneo, in teatralità accesa. Divertente e indolente: napoletano.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Redeyes 15/9/08 14:05 - 2008 commenti

Pappi Corsicato perennemente in bilico fra genio trash e trash e basta ci dona, qui, la sua gemma par excellance. I buchi neri sono una summa di idiozia, assurdità e miseria. Sono poetici scampoli di disperazione ed emarginazione eppur non hanno rima, eppur suonano barzellette da bar. Un film non semplice, a tratti veramente pessimo, che si lascia, tuttavia, guardare. Genialmente improponibili le musiche che accompagnano le scene. Uno sguardo, con la giusta propensione, lo consiglierei... Quasi.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Lucius  17/6/09 2:27 - 2715 commenti

Divertente, irriverente, grottesco quanto basta, "I buchi neri" di Corsicato è un film assolutamente da vedere. Amaro e verace allo stesso tempo, fonde il neorealismo al cinema almodovariano. Sequenze impossibili da dimenticare per un lungometraggio in cui il regista ha curato anche le musiche e le scenografie. È bello avere un film italiano così amabile.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 10/11/11 13:09 - 2587 commenti

L'opera seconda di Pappi Corsicato, reduce dall'apprendistato Almodovariano. All'uscita (e per la verità la sensazione resiste alla "re"visione) fu una reale boccata d'aria nuova e gradevolmente fresca nel cinema italiano. C'è una levità di stile che relega simbolismo e allusione ad una seconda lettura, lasciandoci invece abbandonare piacevolmente ai buchi neri del racconto. Originale promiscuità tra scenari miserrimi, personaggi antistorici e disinvoltura quasi bunueliana. Felicissima la scelta delle interpreti: Iaia Forte è Potente, giovanissima la Arcuri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I capelli di Vincenzo Peluso; Il seno di Iaia Forte; Gli sguardi della gallina; La scena sottomarina; "Escilo fuori, mettilo dentro".
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 29/5/19 12:33 - 2218 commenti

Ragazzo gay e prostituta vivranno una storia d’amore. Buco nero esistenziale e ambientale in cui un clima variopinto e scanzonato farà il miracolo. Corsicato mescola la fantascienza, componenti oniriche (ben girate) e un grottesco finale alla ricerca della purezza perduta. Nonostante si parli di guardoni e girino pure i coltelli, si mantiene sempre spensierato come un motivetto d’estate. La Forte gioca sulla freschezza e fa dimenticare che fa la vita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La canzone dal mangianastri durante l’amplesso; Il vapore dagli slip.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Stefania 9/11/09 0:34 - 1600 commenti

L'unico film di Corsicato che mi sia piaciuto. Marginalità varie trasfigurate in mitologia pop, miseri amori e misere vite che attendono la loro palingenesi, forse attendono di essere inghiottiti dai buchi neri per annullare la loro materialità, per tornare alla purezza delle origini, all'infanzia del mondo. Caotico e citazionista, non sempre raffinato, ma autentico.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Neapolis  27/7/16 23:39 - 171 commenti

Non saprei dire a quale scuola di pensiero si ispiri Corsicato (forse Pasolini) ma certamente con questo film ha cercato nuove strade narrando una storia di un amore poco convenzionale tra una prostituta e un gay con un realismo visionario e a tratti surreale rifuggendo nel contempo qualsiasi tentativo di denuncia sociale della periferia degradata. Ma la cosa migliore del film è Iaia Forte, che ci regala una straordinaria interpretazione di elevata intensità.
I gusti di Neapolis (Drammatico - Horror - Thriller)