Cerca per genere
Attori/registi più presenti

COBRA VERDE

All'interno del forum, per questo film:
Cobra Verde
Titolo originale:Cobra Verde
Dati:Anno: 1987Genere: drammatico (colore)
Regia:Werner Herzog
Cast:Klaus Kinski, King Ampaw, José Lewgoy, Salvatore Basile, Peter Berling, Guillermo Coronel, Nana Agyefi Kwame II, Nana Fedu Abodo, Kofi Yerenkyi, Kwesi Fase, Benito Stefanelli
Note:Ultimo film della collaborazione tra Herzog e Kinski.
Visite:577
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/9/08 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/12/09 9:28 - 10985 commenti

Termina con questo film la collaborazione artistica tra il regista Herzog e il suo interprete preferito, l'attore Klaus Kinski. Storia e personaggi sono quantomai congeniali ai due che realizzano un film visivamente affascinante ma ipertrofico ed eccessivo, privo del senso della misura ma che vuole mettere troppa carne al fuoco finendo per "saziare" lo spettatore anzitempo.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 11/11/08 9:26 - 7363 commenti

Avventuriero in America, mercante di schiavi e condottiero folle in Africa. Il vagabondaggio psicogeografico proposto dal film si traduce in dispersione e impantanamento: più che un film complesso è un film slabbrato e malato come il suo protagonista (un Kinski esagerato). Fare un'opera insensata e disturbante per raccontare lo scontro tra una civiltà remota e un visionario nichilista non va: il rigore dei buoni Aguirre e Fitzcarraldo lo dimostra. Qui invece si rotola verso il caos e alla fine ci si chiede: perché?
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 19/1/11 18:30 - 5737 commenti

Il fruttuoso sodalizio artistico Herzog-Kinski si conclude in un compiaciuto manierismo autocelebrativo: quello dell’immagine in sé, che scaturisce dall’abilità del regista a ritrarre in modo semi-documentaristico paesaggi e folklore di mondi lontani (Sud America, Africa) visitati da titanici emuli di Aguirre, e quella delle espressioni dell’attore, sempre più truce ed eccessivo ai limiti della credibilità. Tra gli interpreti di seconda fila ci sono i nostri Basile e Stefanelli e il brasiliano Lewgoy, che i più ricorderanno come l’Horácio Pratini di Dancin’Days.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Herrkinski 7/9/08 15:15 - 4485 commenti

Kinski è "Cobra Verde", un bandito sudamericano che viene assunto come supervisore degli schiavi dal proprietario di una piantagione. Successivamente viene spedito in una missione suicida in Africa, dove perderà la ragione e guiderà un'esercito di donne-guerriere in una rivolta popolare. L'intero film è tipicamente herzoghiano: un dramma su un antieroe dai sogni impossibili, abbandonato in una terra selvaggia e ostile. Propone un Kinski eccezionale, capace di un'interpretazione sopra le righe. Fantastiche anche location e musiche.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Hackett 25/11/18 17:45 - 1613 commenti

Ultimo tassello del sodalizio Herzog-Kinski e inno alla lotta contro l'infamità umana celata dietro il fenomeno della schiavitù. Il film regala belle immagini, momenti intensi e la solita "vissuta" prova del buon Klaus che buca lo schermo in ogni apparizione. Da rilevare però che, nonostante la durata non eccessiva, la pellicola appare lunga, vittima di un eccessivo indugiare di alcune scene davvero infinite. Finale struggente, quasi testimone della fine di un sodalizio sofferto.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 24/2/11 1:12 - 5939 commenti

Bel dramma avventuroso di Herzog supportato da una splendida performance di Klaus Kinski: è lui il punto focale del film, rabbioso e disilluso allo stesso tempo, capace di gesti d'amicizia come di grida furibonda ai limiti dell'isterismo. La fotografia è notevole così come i paesaggi e l'accurata ricostruzione storica. Indubbiamente è difficile però da seguire: molto lento, con pochi dialoghi e lunghe scene in cui i veri protagonisti sono gli schiavi e le tribù africane. Comunque da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non hai paura della morte?" "No, non l'ho mai provata"; Kinski che cerca di trainare la canoa in mare nell'intensa scena finale.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 16/4/19 17:58 - 3514 commenti

Un bandito che si fa chiamare Cobra Verde si rende protagonista di una vicenda che lo vedrà prima alle dipendenze di un facoltoso produttore di zucchero e poi procacciatore di schiavi africani. Rivisto a tanti anni di distanza il film appare meno interessante e più lento, anche se ricco di citazioni importanti. L'uomo si confronta qui con una natura che fa finta di accogliere ma che poi alla fine respinge chi non appartiene allo stesso sangue. La scena finale potrebbe riassumere da sola l'intero film.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Minitina80 19/7/16 22:47 - 2024 commenti

Sono pochi i registi che come Herzog hanno saputo mettere a nudo l’animo umano di fronte al mistero impenetrabile dell’esistenza. Cobra Verde è un bandito iracondo e avido di potere che vaga per il mondo rassegnato al peccato originale, finendo per collassare su se stesso di fronte all’ineluttabilità del destino che ci accomuna tutti. È un’opera profonda e sommessa in cui si avverte il forte realismo delle immagini e la spiritualità remissiva e decadente del personaggio. Il finale arriva come una liberazione a lungo desiderata dal profondo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cobra verde abbandonato alle onde dopo aver tentato invano di portare la barca in mare.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Rocchiola 14/7/19 9:15 - 678 commenti

Ultimo dei cinque film scaturiti dal sodalizio tra Herzog e Kinski è forse anche quello meno interessante. Un film fiacco e privo della solita verve malgrado i mezzi messi a disposizione che permettono al regista tedesco di allestire un spettacolo più spettacolare e colorito del solito con scene di massa e battaglie. Il difetto maggiore sta nella sceneggiatura, che mette insieme una serie di situazioni episodiche non adeguatamente raccordate tra loro. Anche Kinski appare bolso e non mostra un briciolo dell’ingenua vitalità di Fitzcarraldo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’addestramento dell’esercito di amazzoni nere.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)