Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TEATRO DI GUERRA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/8/08 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 29/8/08 11:08 - 7228 commenti

Gruppo teatrale napoletano prova uno spettacolo per portarlo a Sarajevo durante la guerra. Il film ha il sapore della presa diretta, quasi documentaristica, e in un certo senso lo è, visto che assistiamo alle vere prove di un vero spettacolo dello stesso Martone. In realtà è un complesso reticolato di sensi e di percorsi, che mettono in luce i tanti volti della guerra: quella fatta con le armi in Iugoslavia, quella degli artisti nelle loro sfide, quella di una Napoli autolesionista, quella di ogni uomo per vivere. Un film civile e poetico.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Paulaster 31/10/18 10:24 - 2226 commenti

Gruppo teatrale si prepara per uno spettacolo da portare a Sarajevo. Parallelismi tra la guerra (vera) jugoslava e la lotta per fare teatro con pochi mezzi, con la delinquenza dei Quartieri Spagnoli a ricordare che le armi ci sono anche qui. Martone affianca il cinema alla tragedia greca come se sbirciasse da dietro le quinte e sottolinea la componente umana. Bonaiuto dimostra il suo talento, Servillo appare in pochi momenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’urlo in comune del cast; Servillo che caccia l’attore all’inizio; L’avvertimento che è meglio uscire all’esterno in gruppo.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)