Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ASSUNTA SPINA

All'interno del forum, per questo film:
Assunta Spina
Dati:Anno: 1948Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Mario Mattoli
Cast:Anna Magnani, Antonio Centa, Maria Donini, Aldo Bufi Landi, Margherita Pisani, Giacomo Furia, Carla Ferraioli, Ugo D'Alessio, Aldo Giuffrè, Eduardo De Filippo, Titina De Filippo, Luigi Amato (n.c.), Anita Angius (n.c.), Clara Bindi (n.c.), Pietro Carloni (n.c.), Eugenio Maggi (n.c.), Beniamino Maggio (n.c.), Anna Petrolani (n.c.), Gennaro Pisano (n.c.), Rosita Pisano (n.c.)
Note:Dal dramma di Salvatore Di Giacomo.
Visite:510
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/8/08 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/8/08 18:09 - 4467 commenti

Mi è parso che la regìa di Mattoli sia più mirata sugli aspetti comico-folcloristici (formidabile il sacerdote che mercanteggia sul numero di galline in omaggio per metterci una buona preghiera) che quelli drammatici. Certo, quando ci sono in scena la verace Magnani o i due De Filippo è uno spettacolo. Ho trovato particolarmente centrata la prestazione di Titina, grandissima.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arringa del difensore e la testimonianza di Titina.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Paulaster 27/8/18 15:59 - 2344 commenti

Donna sfregiata dall’amante lo difenderà in tribunale. Sceneggiata dove l’impronta maschilista predomina e le femmine sono considerate una proprietà: l’uomo può dedicarsi al gioco e frequentare altre donne fuori dal matrimonio. La Magnani recita sommessa e, anche se vittima, è considerata una malafemmena. Eduardo ha gli sguardi truci e Titina De Filippo si fa apprezzare per un ruolo di connessione per la storia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “Deve stare malata”; La confessione della Magnani con la bottiglia che rovescia vino.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Faggi 10/1/16 16:00 - 1408 commenti

Melodramma napoletano nero, ancestrale, selvaggio e a tratti quasi caotico (di quel caos di certi vicoli di Napoli). Poderosa (nell'interpretazione e nella fisicità) la Magnani, che spicca il volo e lascia sotto tutti, compreso Eduardo. Regia corretta, qua e là vivace. Notevole sfoggio di facce, caratteri e situazioni in bilico tra il drammatico e il comico. Dialoghi cinici e ironici. Finale senza speranza. Da vedere.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)