Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SEGRETO DI UNA DONNA

All'interno del forum, per questo film:
Il segreto di una donna
Titolo originale:Whirlpool
Dati:Anno: 1949Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:Otto Preminger
Cast:Gene Tierney, Richard Conte, José Ferrer, Charles Bickford, Barbara O'Neil, Eduard Franz, Constance Collier, Fortunio Bonanova
Visite:573
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/8/08 DAL BENEMERITO COTOLA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 30/9/19
Otto Preminger riporta al centro di un suo thriller la splendida Gene Tierney di VERTIGINE ma questa volta s'incarta un po' tra gli ipnotismi del villain di turno, un José Ferrer a suo modo impeccabile. La donna, cleptomane, viene pizzicata dalla polizia dopo aver rubato una spilla, ma durante l'interrogatorio in cui sta per essere formalmente accusata viene raggiunta da uno strano individuo, Davide Korvell (Ferrer, che in originale si chiama David Korvo), il quale con fare avvocatesco la trae d'impaccio e la invita successivamente al ristorante per parlarle. Lei prepara già un assegno subodorando il ricatto, ma l'uomo lo strappa. Pare volere altro ma non si capisce bene cosa. Astrologo dalle qualità nascoste, Korvell la ipnotizza e fa in modo che la poveretta venga ritrovata dalla polizia sul luogo d'un delitto, di fronte al cadavere di una donna. Apparentemente non c'è dubbio su chi sia l'assassino; anche perché Korvell, l'unico che sembrerebbe guadagnarci non poco da quella morte, era in quel momento in ospedale impossibilitato a muoversi dopo un'operazione alla vescica. Ad indagare, oltre al tenente Colton (Bickford), ci si mette il marito della sospettata, Guglielmo Sutton (Conte), psichiatra, convinto dell'innocenza della moglie al di là di apparenze che la incastrano senza scampo. Come giallo il film funziona solo parzialmente, legato com'è a ricerche che riguardano l'ipnosi (attraverso la quale, al cinema, si può notoriamente ottenere qualsiasi cosa); più interessante la figura di Korvell, sicuro di sé quanto ambiguo, perfetto nel sapersi giostrare in ogni situazione. Di certo molto più del marito, cui Richard Conte dona un'aria fin troppo sbalestrata e sperduta, certamente professionale ma meno incisiva del dovuto. Così come non convince il tenente di Bickford, semplicemente uno dei tanti che agisce senza farsi granché notare (per la polizia è caratteristica peraltro assai comune in pellicole così, in cui l'indagine è secondaria a quella psicologica dei protagonisti). Se insomma tutto procede senza sbavature (pur all'interno di logiche credibili fino a un certo punto), con la regia di Preminger al solito ineccepibile, WHIRLPOOL non riesce mai a farsi davvero coinvolgente, anche perché spesso indeciso tra il realismo del giallo e le arcane potenzialità dell'ipnotismo.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 11/1/11 10:05 - 7337 commenti

L'ottima e rigorosa regia di Preminger si trova a che fare con una storia dalla vaga aura hitchcockiana per gli intrecci tra crimine e psichiatria, e con una sceneggiatura con alcuni punti di cedimento logico man mano che si procede nella narrazione. La vicenda della donna che uccide inconsapevole sotto ipnosi è trattata con un dosaggio fra thriller e dramma, e ha il suo fulcro più sostanzioso nel ritratto di una donna fragile, vittima di figure maschili che ne succhiano l'identità: tema interessante anche se non troppo approfondito.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 4/8/08 12:56 - 7048 commenti

Ottimo noir psicologico, scritto molto bene da Ben Hetch e Andrew Solt, che avvince lo spettatore sin dall'inizio proseguendo poi fino ad arrivare allo scioglimento finale. La regia di Preminger è encomiabile come sempre, così come pure le interpretazioni degli attori su cui spiccano la sempre brava e bella Tierney ed un José Ferrer inarrivabile e "splendidamente laido", che fornisce una delle sue migliori prove di sempre.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 11/5/13 10:02 - 8153 commenti

Come già nel capolavoro Vertigine, sempre interpretato dalla stupenda Tierney, il personaggio più interessante è quello del "cattivo", qui un sedicente astrologo che ipnotizza la moglie di un noto psicanalista per farla accusare di un delitto da lui stesso commesso. José Ferrer è ambiguo, insinuante, magnetico, e sbaraglia sul piano attoriale Conte, imbalsamato nel ruolo del marito. Inappuntabile la regia, meno convincente la sceneggiatura, a causa di palesi incongruenze che emergono soprattutto nella sequenza finale, suggestiva ma implausibile
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 21/11/13 1:13 - 3112 commenti

La partenza lasciava pure ben sperare: nulla a che vedere col bellissimo Vertigine, ma avvio intrigante (grazie a un'interessante figura di "cattivo"), regia sapiente (bei movimenti di mdp e notevoli longtake) e cast buono nonostante qualche teatralismo (certe espressioni della Tierney). Poi le leggerezze psicologiche della sceneggiatura aprono voragini e verso le fine si assiste a risvolti che hanno dell'incredibile, tra assurdi metodi d'ipnosi, spiegoni deliranti e una fuga ospedaliera (si legga sotto) degna di Michael Myers. Deludentissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Più morto che vivo, Korvo afferra uno specchio, si autoipnotizza e si rialza dal letto. Stacco e già lo si vede camminare con giacchetta alla Bogart!
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Saintgifts 8/12/11 0:55 - 4099 commenti

Dietro un'eleganza estetica di persone ben vestite e ben pettinate e un ordine di luoghi e di ruoli, tipico dell'ambiente borghese Usa di quegli anni, si celano comunque disagi psichici, rapporti apparentemente idilliaci e persone senza scrupoli. L'astrologo e ipnotizzatore Korvo (grande interpretazione di Josè Ferrer, assieme a quella della Tierney, che dalla sua ha anche la bellezza) è furbo e intraprendente e saranno queste sue doti a incastrarlo. Positiva anche la figura del tenente. Buon uso dei primi piani. Finale non troppo congruo.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Giùan 21/3/17 10:47 - 2651 commenti

Se l'incipit, con la cleptomane Gene colta sul fatto in gioielleria e la figura di villain di uno strepitoso Korvo/Ferrer, dà del tu al capolavoro di qualche anno addietro, il prosieguo della vicenda marca la distanza tra Vertigine e Vortice (Whirpool recita il titolo originale). In effetti Preminger (aiutato dalla bellezza e intelligenza d'attrice della Tierney) è bravissimo a illuminare il desolante vuoto di perfezione che circonda la vita di une femmè marièe, ma non conseguente nello scendere fin in fondo nella sua psiche, affidandosi ai topoi noir.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Nicola81 10/6/19 22:27 - 1697 commenti

Anche se appartiene al periodo d'oro di Preminger, questo thriller psicologico non rientra tra i suoi lavori migliori. La colpa non è certo del regista, che anche qui ha modo di sfoggiare la sua bravura e nemmeno del cast (al netto di un Conte abbastanza ingessato), ma delle solite leggerezze in materia di psicanalisi che, specialmente nel finale, richiedono una notevole sospensione dell'incredulità. Bella e algida Gene Tierney, Ferrer cattivo dal forte carisma, Bickford poliziotto umano e comprensivo. Buone le musiche di David Raksin.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Stefania 18/7/09 0:09 - 1600 commenti

"Cristallizzata nel ruolo della moglie felice..."; di chi è più vittima, l'insonne e cleptomane signora Sutton: di un padre severo, di un marito distratto, o del diabolico dottor Korvo, sedicente astrologo e ipnotizzatore? Comunque, vittima è, ed è appassionante la sua lotta per salvarsi dal "vortice" ("Whirlpool"), il pericoloso intrigo in cui è, suo malgrado, invischiata. Magistrale l'utilizzo dei primi piani, specie nell'inquietante sequenza dell'autoipnosi di Korvo. Un noir magnifico!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le movenze da sonnambula della Tierney sotto ipnosi.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Mickes2 16/10/13 16:55 - 1551 commenti

Tra i migliori di Preminger. Un altro splendido e suadente ritratto di donna, ammantato da notevoli implicazioni psicologiche, che cresce sotto pelle e ci ipnotizza come Korvo fa con Ann Sutton. Un vortice torbido, malsano, come incantato dentro un sonnambulismo onirico; Ann come una bambola comandata a piacimento per assecondare il proprio ego nefando. Pressochè obbligatorio applicare nonchè concedersi il “sense of wonder” per godere dell’emotività dei personaggi e i preziosismi registici (primi piani strettissimi, i pedinamenti). Ottimo.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Jdelarge 1/10/13 12:44 - 733 commenti

Buon noir diretto da Preminger, vero e proprio maestro del genere. Il film, che scorre in maniera impeccabile fino a un finale non troppo entusiasmante, è registicamente impeccabile, ma la sceneggiatura non riesce a conferire la giusta passione alla pellicola. Gene Tierney è splendida e regala infinita eleganza al film. Conte e Ferrer forniscono una buona prova. Nel complesso il risultato è buono, ma Preminger ha fatto di meglio.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)