Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• [1.05] FEAR ITSELF: IL SUONO DELLA MORTE

All'interno del forum, per questo film:
• [1.05] Fear itself: Il suono della morte
Titolo originale:Fear itself: Eater
Dati:Anno: 2008Genere: horror (colore)
Regia:Stuart Gordon
Cast:Elisabeth Moss, Russell Hornsby, Stephen Lee, Stephen R. Hart, Pablo Schreiber, Marie Zydek
Visite:668
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/7/08 DAL BENEMERITO SCHRAMM

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 24/7/08 17:37 - 2358 commenti

Ben scritto, ben diretto e ben recitato, ma l'amico Ben serve una storia non entusiasmante né originalissima scandita da sviluppi che prestano il fianco al telegrafato e coronata da un finale proponibile quanto la nutella sulla pizza. La risibile e stereotipatissima voce di stampo grind-death del cannibale smonta senza appello una presa psicoemotiva altrimenti efficace. Accidenti, Stu, c'eri quasi.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Daniela 3/4/09 15:25 - 8238 commenti

Un detenuto deve trascorrere la notte in una stazioncina di polizia, sotto la sorveglianza di due poliziotti trucidi e di una giovane donna recluta. Il fatto che lui sia un cajun serial killer cannibale naturalmente complicherà molto la faccenda. Nonostante l'inverosimiglianza di fondo (le risibili misure di sicurezza adottate per un criminale tanto pericoloso), la scarsa originalità e qualche incertezza, un buon episodio, ben interpretato da Elisabeth Moss già vista in Mad Men: una tipa non bella ma tosta e credibile.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Brainiac 4/4/09 13:42 - 1081 commenti

Ottimo episodio che ha nell'interpretazione della bravissima Moss e nell'atmosfera carpenteriana alla Distretto 13 i suoi punti di forza. Funziona la sospensione di credulità e anche le cose più improbabili della sceneggiatura si soprassiedono grazie al buon ritmo e al finale a sorpresa. Suggestiva la figura del gigantesco cannibale, irritanti i colleghi della novizia (talmente razzisti i loro scherzi da creare un'immediata empatia con il serial killer, si tifa per il massacro). Ai livelli dei migliori episodi de Ai confini della realtà.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Mco 12/5/10 22:24 - 2096 commenti

Serve poco al grande Stuart per confezionare un prodotto in grado di lasciare il segno, pur in un contesto come quello di Fear itself. Un cannibale che intona una ritmata e coinvolgente canzoncina propiziatoria (che dopo qualche secondo cantavo anch'io...) e una serie di situazioni di tensione sicura. In più la protagonista è in gamba. Pertanto direi più che buono, distinto.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Pinhead80 14/10/15 17:46 - 3512 commenti

In una stazione di polizia viene portato un terribile assassino soprannominato "il divoratore" per la sua peculiarità di mangiarsi le vittime. In poco tempo si scatenerà l'inferno. Mi è piaciuto molto questo lavoro di Stuart Gordon: beneficia dell'ottima interpretazione camaleontica di Stephen R. Hart, che rende il suo personaggio credibile e profondamente inquietante. L'atmosfera è claustrofobica al punto giusto e le scene d'azione sono ben sviluppate. Decisamente buono.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Rufus68 6/11/19 23:03 - 2691 commenti

Finalmente un episodio che si distacca dall'anonimato mediocrissimo della serie. Il cajun divoratore è una bella novità; del pari apprezzabili i tocchi magici e la rutilante serie di scambi di persona che, almeno per poco, spaesano felicemente lo spettatore. Il finale purtroppo cede alla faciloneria (la poliziotta indistruttibile, il veleno per topi) sminuendo parte dei pregi già accumulati.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 27/12/16 0:05 - 2053 commenti

E lo zio Stu continua a regalare meraviglie. Episodio pregno del suo cinema (le bocche dentate alla Dagon, il "divoratore" che si avventa con lussuria cannibalica sulla Moss come la testa "vogliosa" del dr Hill sul corpo della Crampton in Re-aminator e toccate nel grottesco tipiche gordoniane) e nettamente superiore ai suoi due episodi per i Masters. Claustrofobico, feroce (la lingua in padella e poi divorata), con echi dalla Cosa e dell'Alieno. Geniale il finale (il veleno per topi) e suggestiva la fotografia favolistica/incubotica di Alwyn Kumst. Succulento.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Zu, zu, zi, zi, za, za"; La Moss presa in giro dai colleghi perchè legge una fanzine sul cinema horror; La leggenda voodoo dei cuori divorati.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Minitina80 16/2/17 19:12 - 2024 commenti

Gordon indovina il clima ansiogeno e claustrofobico di una stazione di polizia sotto assedio e benché non sia un’idea originale trova il modo di farla funzionare discretamente. Si intuisce subito chi sarà l’agnello sacrificale su cui si scatenerà la furia del cajun dalle terribili fattezze, senza perdere nulla in coinvolgimento. Gordon, inoltre, non dimentica di tingere la storia di un fantastico dal sapore arcaico e arcano insistendo per quanto possibile sull’efferatezza delle uccisioni. Volge al termine nell’unico modo possibile.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Greymouser 27/3/10 10:00 - 1441 commenti

L'ottimo Stuart qui va per la pagnotta, è evidente. Così, mette insieme: a) una situazione d'assedio dall'interno in stazione di polizia; b) qualche inquadratura "torture" che fa molto trendy attualmente; c) trama da slasher-movie. Il tempo canonico del mediometraggio è raggiunto, il finale improbabile è servito e solo un mestiere registico collaudato salva il tutto dal naufragio totale.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Jena 18/9/11 18:26 - 1048 commenti

Nonostante tutti i suoi estimatori, ho sempre considerato Gordon un regista mediocre che ha azzeccato due bei film ad inizio carriera (Re-animator, From beyond) e che poi non ha fatto altro che regalarci scempiaggini. Qui stranamente se la cava abbastanza bene. L'idea del killer cannibale cajun che passa da un corpo all'altro è divertente e l'assedio nella prigione ha qualche buon momento di tensione. Molto bene anche il finale. Insomma uno dei più potabili episodi della serie.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)