Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ZUM ZUM ZUM - LA CANZONE CHE MI PASSA PER LA TESTA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/7/08 DAL BENEMERITO LOVEJOY

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/8/10 18:51 - 4468 commenti

Indiscutibile che il cast sia divertente (Peppino è grande pure in queste sciocchezzuole, la Berti suora [e doppiatissima] è puro trash, ci sono Terzo, Furia eccetera), ma da un punto di vista cinematografico siamo allo zero assoluto, per una trama inesistente ("nulla" dice Giusti), addirittura con apologìa della "fuituina" e finale da lacrima-movie. Il grido "Canfora!" era un tormentone del sabato sera tv. Caruccia la Savona, ma nel secondo tempo ha i capelli che cambiano colore di continuo (da nero a castano a ramato!), il che fa vacillare quella che pare una certa cura dell'insieme.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 17/5/09 10:48 - 3011 commenti

Più commedia che musicarello, un caposaldo del genere di buona coralità - e infatti Little Tony è confinato alle sole canzoni - nel quale trionfano, meritatamente, i caratteristi: impagabili schermaglie di Peppino con Cannavale e Nino Terzo, grandissime apparizioni di Panelli con classico colbacco e eterna gag "Canforaa!" col noto direttore d'orchestra che gioca a flipper, si affacciano Montesano e D'Angelo. Il lato trash è tutto per la Berti suora, la giacca di Baudo e Popoff che con evidenti problemi di pronuncia (e di dentatura) intona la canzone eponima.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 11/10/08 11:07 - 7338 commenti

In famiglia tutti canticchiano, tranne il bambino che odia le canzoni, e intanto assistono all'amore contrastato tra il primogenito e la figlia del vicino. Musicarello che ripercorre i canoni del genere, ma con una solidità maggiore del solito: i molti volti noti coinvolti si impegnano con efficacia, i personaggi hanno un loro senso, la storia è costruita bene e ben diretta, insomma si può vedere, e con piacere.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Deepred89 22/1/15 18:33 - 3112 commenti

Musicarello sfilacciatissimo e praticamente senza trama, con un notevole numero di caratteristi che rimane sepolto sotto il senso di vacuità del tutto. Aggiungiamo che la love-story con Little Tony (di cui l'unica cosa simpatica sono i maglioni) e Isabella Savona è tra le più raffazzonate del filone e che tutto il resto è formato da sketch che non fanno ridere. Confezione decorosa, qualche canzone decente (ma, in questo caso, non quelle dell'Elvis nostrano), Popoff sopportabile a stento (meglio in Donna Rosa): difficile restare svegli.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 29/6/17 10:25 - 2933 commenti

Musicarello figlio degli Anni '60, con le canzonette della becera tv nazionalpopolare (da cui il titolo) e quelle dei juke-box da bar di periferia di quegli anni. La vicenda in definitiva non c'è; c'è solo un lieve filo conduttore sentimentale tra Little Tony e Isabella Savona "adornato" da scenette da avanspettacolo e stacchetti musicali estremamente kitsch (la Berti che imita "Suor Sorriso" è un perla trash ineguagliabile). Il film regge - e lo fa bene - grazie al grande e compianto comparto di caratteristi e attori.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Lovejoy 4/7/08 21:55 - 1825 commenti

Little Tony è innamorato di Isabella Savona ma i genitori di lei non approvano la relazione. Ma... Musicarello che si tiene in piedi grazie sopratutto alle splendide canzoni (su tutte quelle del protagonista, Little Tony) e per merito del folto cast secondario. Menzion d'onore per i sempre grandi Terzo, Congia e Cannavale. Simpatico Baudo. Montesano alle sue prime apparizioni su grande schermo. Niente di particolarmente memorabile ma si segue abbastanza volentieri. Con un sequel di livello inferiore.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Graf 15/4/12 0:17 - 628 commenti

Un musicarello nella media. Il solito amore contrastato, le solite (belle) canzoni, questa volta di Little Tony, la solita passerelle di caratteristi giunti a rimpolpare la storia dal lato comico. Un piccolo miracolo di amalgama, una ricetta “povera” ma saporita. Bruno Corbucci fa il minimo sindacale, la storiella sta appena in piedi ma De Filippo, Nino Terzo, Cannavale, Banfi, Congia, D’angelo e compagnia (d’avanspettacolo) assicurano quelle risate e quel sano divertimento che il pubblico popolare di questo genere desidera. Il piccolo Popoff non convince.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il personaggio dell'assicuratore interpretato da De Filippo é reso con grande finezza psicologica dal grande attore napoletano.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Parsifal68 16/3/16 20:05 - 607 commenti

Terrificante musicarello che a parte qualche bella canzone di Little Tony e la bellezza della Savona non offre alcunché. I grandi attori presenti sono tutti usati male e trattati peggio, in ruoli ridicoli e situazioni al limite della denuncia. Menzione a parte meritano l'odioso bambino (Popoff) che, iperdentato, canta la canzonetta del titolo e la Berti suora che stornella e canta con la chitarra una canzone di Suor Sorriso. E ne hanno fatto pure un seguito... Orribile!
I gusti di Parsifal68 (Comico - Commedia - Drammatico)

Casinista 26/10/10 12:41 - 39 commenti

Spensierata commedia musicale, incentrata sulle figure di Little Tony (nel film Tony Bertozzini) e della sua amata siciliana Rosaria. Gli intermezzi canterini del "ragazzo con il ciuffo" sono alleggeriti da gag in cui sono coinvolti Peppino De Filippo, Enzo Cannavale e Nino Terzo. Ruoli secondari per Enrico Montesano e Gianfranco D'Angelo, mentre Pippo Baudo recita se stesso. Il vero protagonista alla fine sarà Popoff, in un finale commovente, diverso, ma, non lontano negli esiti rispetto a Il venditore di palloncini (1975) di Mario Gariazzo.
I gusti di Casinista (Horror - Poliziesco - Thriller)