Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA VENDETTA DEI MORTI VIVENTI

All'interno del forum, per questo film:
La vendetta dei morti viventi
Titolo originale:La Rebelion De Las Muertas
Dati:Anno: 1973Genere: horror (colore)
Regia:Leon Klimovsky
Cast:Paul Naschy, Mirta Miller, Maria Kosty, Victor Alcazar, Antonio Pica, Montserrat Julio, Fernando Sanchez Polack, Luis Ciges, Elsa Zabala
Note:Aka "La ribellione dei morti". Le scene sono girate in doppia versione: Versione vestita per la Spagna, Versione nuda per l'estero (Italia compresa)
Visite:1398
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/7/08 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 24/1/10 18:15 - 3875 commenti

Due profanatori di tombe s'appropriano dei gioielli della defunta Gloria, sepolta a seguito d'un omicidio. Qualcuno, tramite apposito rituale, riporta in vita il corpo esanime della vittima. Intanto la cugina di Gloria chiede aiuto a Krisna (sic!) un guru in visita a Londra. Sconclusionato lavoro sempre in bilico tra horror e esoterismo, con presenza di rituali Voodoo e fachiri indiani. La regia è piatta e anonima e Paul Naschy vestito da santone non convince affatto (e ancor meno convince nei panni di demone cornuto). Attori improvvisati e brutta musica sono ulteriore motivo di deprezzamento.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ciavazzaro 4/7/08 12:43 - 4723 commenti

Definito dallo stesso Naschy il miglior horror spagnolo, si tratta di un buon horror diretto con brio dallo specialista Klimovsky. Il sangue non manca, ci sono una buona atmosfera e un ottimo cast: Naschy in doppio ruolo, la Miller, la modella-attrice Romy... Una ragazza si affida alle cure di un santone indiano suo amico in una villa di campagna, mentre un misterioso individuo resuscita morti che lui stesso uccide. I due hanno un collegamento; un amico giornalista indaga.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Herrkinski 26/5/11 1:18 - 4401 commenti

Interessante voodoo-horror spagnolo settantiano, girato da un regista che ha realizzato varie pellicole cult iberiche del periodo. Protagonista è naturalmente l'idolo nazionale del genere, Paul Naschy; l'attore qui interpreta addirittura tre ruoli, grazie a travestimenti invero abbastanza comici (il trucco da indiano sembra uscito da una gag di Benny Hill!). Ma c'è tutto l'armamentario exploitation possibile: musiche incredibili (tra il jazz e la psichedelia '70), colori vivissimi, sangue a volontà, messe nere, zombi... Un must per aficionados.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incipit; l'auto-sgozzamento; i travestimenti di Naschy; i titoli di coda.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Pinhead80 12/10/12 12:26 - 3454 commenti

Devo ammettere che conosco poco del regista Leon Klimovsky e in generale del cinema horror/fantastico spagnolo, ma questo film proprio non mi è piaciuto. Riesco a salvare la parte finale e le zombi femmina in abiti velati. Le uccisioni invece rasentano il ridicolo, così come ridicoli appaiono tutti i travestimenti del povero Paul Naschy (non si può non ridere vedendo le sue scarpe o quando veste i panni di un satanasso). Quando poi si assiste alla scena dello "sgozzamento rotante" tramite lattina si capisce di aver toccato il fondo. Tremendo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Von Leppe 17/2/11 13:41 - 936 commenti

Quasi un capolavoro, allucinogeno, un vero delirio. Ci sono momenti da tipico film poliziesco al surreale e al gotico, con musiche jazz. Veramente geniali le zombesse con i veli neri che si muovono al rallentatore; Paul Naschy, poi, si cimenta in tre ruoli. C'e anche un assassino vestito di nero con la maschera, riti voodoo e scene di sangue, alcune belle, come nel prologo e la scena al cimitero. La fotografia ha colori ottimi, psichedelici, infatti siamo nel 1973 (Dawn of the dead è del 78). Ci sono dei cali, credo dovuti alla regia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incubo con il diavolo e la donna d'oro.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Ronax 2/6/18 2:14 - 827 commenti

Di primo acchito un pallino sembrerebbe fin troppo generoso, se però ci si astrae dalle normali aspettative per un film satanico-zombesco, questo apoteosi del ridicolo (involontario o no) riesce quasi a coivolgere: il buon Naschy che si fa uno e trino, vampiri che estraggono il sangue delle vittime con lattine di birra, zombesse vestite di nero che saltano al ralenti come nell'antica pubblicità del Permaflex, una musica che più fuori luogo di così non potrebbe essere. Firmato da un Klimovsky fuori dalle righe, è un'assurdità totale ma diverte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Naschy vestito da santone indiano.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Lupoprezzo 13/10/12 10:55 - 635 commenti

Klimovsky possiede la gravità di certo cinema di genere spagnolo, per il quale un minuto pesa per due. L'incipit promette troppo; la prima risurrezione entusiasma; l'enigmatico figuro mascherato (una specie di V per vendetta ante litteram) inquieta. Nel prosieguo però la confusione e la sciatteria vengono prepotentemente a galla, con scenette incredibilmente ridicole e prive di fascino. Effetti al risparmio e mal impostati. Si butta così alle ortiche anche l'ottima suggestione delle donne zombi al ralenti mutuata forse da Amando De Ossorio.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

John trent 8/8/11 22:09 - 326 commenti

Allucinato e delirante, quasi psichedelico grazie ad una splendida fotografia, questo bizzarro horror iberico vede il mitico Paul Naschy mattatore assoluto: oltre ad interpretare tre ruoli è anche autore del soggetto e della sceneggiatura. Riti voo-doo, zombesse che corrono come gazzelle tra le tombe (ma al ralenty), omicidi "originali" (uno commesso con una sorta di lattina di birra conficcata in gola) e cruenti rendono questo film una piccola chicca. Colonna sonora funky jazz assolutamente inopportuna e per questo geniale. Insomma, divertente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Paul Naschy in versione sfigurata che invoca il baron "Samedì"!
I gusti di John trent (Commedia - Horror - Thriller)

Dr.schock 27/7/09 11:44 - 83 commenti

Bell'esempio di horror spagnolo che mescola con maestria zombie, santoni indiani e riti demoniaci, il tutto condito da una bizzarra colonna sonora jazz che amplifica il fascino bis della pellicola. Grandissimo Naschy addirittura in un triplice ruolo (tra cui il diavolo in persona).
I gusti di Dr.schock (Fantascienza - Horror - Thriller)