Cerca per genere
Attori/registi più presenti

QUANT'è BELLA LA BERNARDA, TUTTA NERA, TUTTA CALDA

All'interno del forum, per questo film:
Quant'è bella la Bernarda, tutta nera, tutta calda
Dati:Anno: 1974Genere: commedia (colore)
Regia:[+e] Lucio Dandolo
Cast:Mariangela Giordano, Mario Brega, Claudia Bianchi, Fortunato Cecilia, Dada Gallotti, Marcello Di Falco, Marie Odile Riki, Enzo Pulcrano, Barbara Marzano, Luigi Antonio Guerra, Mirella Rossi, Fabio Garriba, Rossano Campitelli, Marcello Monti, Salvatore Giocondo, Claudio Di Meo, Pasquale Basile, Gino Maga, Renzo Rinaldi, Luigi La Torre (Luis La Torre), Salvatore Baccaro (n.c.)
Note:Aka "Quant'è bella la Bernarda chi la tocca... chi la guarda", "Il sessorcista". Episodi: "Le nozze di Gerundio e Parolina", "Eleonora e Sigismondo", "Frate Fontanarosa", "Il bell'Arturo", "Messer Giannetto" e "Il cavalier Mirafiore".
Visite:2643
Il film ricorda:Quel gran pezzo della Ubalda tutta nuda e tutta calda (a Undying)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/6/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 19/6/16 17:30 - 4468 commenti

Tardissimo decamerotico, non inseribile fra i migliori del genere, ma che colpisce per la cospicua differenza di livello tra un episodio e l'altro. Pessima, per esempio, la cornice (verosimilmente aggiunta a posteriori, dopo la doppia bocciatura in censura), ma tutt'altro che male il segmento con Pulcrano, Guerra e la Bianchi. Molto è difforme sia per ambientazioni, sia per narrazione, sia per recitazione, sia (ovvio) per regìa. Per il resto le solite cose: episodi sciocchini o non sciocchini ma tirati troppo per le lunghe (come quello con Mirella Rossi, in un ruolo di candida verginella).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Pulcrano predica nel bordello, i frati ascoltano, le prostitute li rapiscono. .
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 10/6/08 18:12 - 3875 commenti

Insieme di episodi, al solito ispirati (molto alla larga) dai racconti boccacceschi. In questo caso il trait d'union è dato da un mago/esorcista che racconta a due ospiti i soliti intrecci di (svampiti) mariti becchi e (belle) mogli assatanate. Decamerotico che giunge sul tramonto del genere, ormai fuori tempo massimo (la fase creativa, apice dell'intero filone, è collocabile nel bienno 1972-1973). Eppure il titolo volgare ed ammiccante, espresso a mo' di ottonario, decreta una certa notorietà al film.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 23/6/13 17:03 - 5737 commenti

I tentativi di uscire dalle angustie di un genere ormai alla frutta si fermano all’incipit “satanico”; infatti già dal primo episodio si rientra subito nell’ambito del decamerotico più ordinario e abusato, assistendo a situazioni stantie faticosamente tirate avanti da caratteristi per lo più spenti e mediocri. Gli irriducibili estimatori di questo filone discendente dai nobili padri letterari Boccaccio e Chaucer potranno trovare un contentino nella bellezza di habituées come Barbara Marzano e Claudia Bianchi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: «Ego sum l’esorcista Magus… Abracadabra abracadabra... Dieci soldi a testa!».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 19/6/16 23:59 - 7048 commenti

Tardo decamerotico di non infima fattura e dai risultati tutto sommato (quasi) accettabili. Al contrario di quanto accade di solito, qui la qualità degli episodi è abbastanza omogenea pur se tendente verso il basso. Qualche ideuzza non manca, le storie a tratti riescono anche a divertire. Nulla di che, ovviamente, ma non è certo inguardabile, specie se amate il filone. Nonostante il titolo molto esplicito, trattasi di pellicola molto castigata.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Markus 21/6/16 16:56 - 2931 commenti

Il titolo è di quelli epocali, eppure fu l’ultimo dei decameroni. Il meccanismo delle divertite novelle piccanti è qui ribadito, ma non si va mai oltre al mediocre (il lato pruriginoso, poi, è ridotto al nulla per via dei tagli in censura). L’eccessivo uso di interni poco luminosi (praticamente gran parte del film) certamente non aiuta la fruizione di una pellicola già di per sé non memorabile nel ritmo e nei contenuti.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Panza   22/12/16 14:09 - 1426 commenti

Sulla scia pasoliniana, Dandolo realizza questo ennesimo decamerotico, almeno per l'ambientazione medioevale e lo schema a episodi, abbastanza povero nelle ambientazioni spesso in interni. Le storielle del mago sono più che altro barzellette basate su un'unica trovata spesso tirate per le lunghe (gli ultimi due episodi sono molto noiosi), che si lasciano vedere senza particolare interesse. Simpatico l'episodio con il frate (con i baffi?!), interpretato da Enzo Pulcrano. Ovviamente il titolo in rima è storico al pari di quello dell'Ubalda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'asino parlante: "Quando finirai di parlare smetterai di essere stronzo".
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)