Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UNA PALLOTTOLA PER ROY

All'interno del forum, per questo film:
Una pallottola per Roy
Titolo originale:High Sierra
Dati:Anno: 1941Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:Raoul Walsh
Cast:Humphrey Bogart, Ida Lupino, Alan Curtis, Joan Leslie, Arthur Kennedy, Minna Gombell, Henry Travers, Henry Hull, Jerome Cowan, Barton MacLane, Elisabeth Risdon, Cornel Wilde
Visite:501
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/6/08 DAL BENEMERITO RENATO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Tarabas
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Giùan
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Renato
  • Davvero notevole! a detta di:
    Rebis
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Deepred89, Rambo90, Rufus68, Maxx g


ORDINA COMMENTI PER:

Renato 8/6/08 19:49 - 1495 commenti

A metà strada tra il gangster movie tipico degli anni '30 ed il noir del decennio successivo, è un'opera di grande fascino sia a livello figurativo che a livello di storia. Scritto da W.R. Burnett e John Huston, racconta di Roy "cane pazzo" Earle, un criminale che esce dopo molti anni di prigione per trovarsi di fronte un mondo che non rispetta più le vecchie regole, nemmeno nel mondo della criminalità. Girato da dio, è interpretato da un Humphrey Bogart che sembra nato per questa parte... Da vedere assolutamente.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Tarabas 19/5/09 12:17 - 1508 commenti

Mentre prepara un ultimo colpo, l'evaso Roy Earle conosce una ragazza onesta e aiuta la famiglia a curarla da una malattia, sperando che si innamori di lui. Ma il suo destino è un altro. L'artigiano Walsh gira un film fuori dai generi, dal finale epico sull'alta Sierra del titolo, con un personaggio femminile straordinario interpretato da Ida Lupino (la donna che ama, non riamata, Earle e per lui si sacrifica). Bogart in uno dei primi ruoli da protagonista impone subito il suo carisma. Storia di redenzione impossibile e di destino fatale. Grande cinema.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Rebis 27/9/09 14:13 - 2068 commenti

Cresce con l’incombere della tragedia, il film di Walsh, mano a mano che si emancipa dalle eccedenze melò (Velma, la ragazzina dal piede torto cui Roy paga l’operazione per redimersi) e vibra le corde tese del noir (la rapina, la fuga, la donna contesa, la libertà negata). Comunque inferiore alla sua fama e al ben più ribollente White Heat, vive di un'escalation finale elettrizzante (il lungo inseguimento sull’Alta Sierra) e di un triangolo fatale e memorabile: Bogart (meraviglioso), Ida Lupino (rovente) e Part il cagnolino psicopompo. Co-sceneggiato da John Huston (e si vede).
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 21/9/15 22:23 - 2986 commenti

Noir abbastanza convenzionale nel suo intreccio gangsteristico ma notevole nel ribaltare gli stereotipi dei personaggi tipici del genere, con la dark lady che diventa il personaggio più tenero di tutti, il rude antieroe Bogart che s'innamora di una zoppa e si becca un colossale due di picche e quest'ultima che, apparentemente malata e indifesa, si fa servire e riverire da Humphrey ma fa baldoria non appena quest'ultimo volta l'angolo. Il resto è pura canonicità (e dunque impeccabilità) classica, con qualche tocco azzeccato nelle ambientazioni.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Rambo90 14/6/17 16:43 - 5184 commenti

Noir seminale nella storia del cinema, eppure visto oggi qua e là perde qualche colpo a causa dell'epoca. Inizia molto bene, ma qualche eccesso melò lo rallenta verso la fine. Comunque rimane godibile, grazie alla buona sceneggiatura e alla salda regia di Walsh, che dà il meglio di sé soprattutto nelle fasi del colpo, tese e ben girate. Bogart al suo meglio, con una caratterizzazione da manuale e piena di sfumature. Finale classico da antieroe.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Giùan 24/8/11 12:27 - 2434 commenti

Capolavoro indiscutibile di Walsh. Messo in scena nel suo consueto stile spoglio, secco, senza fronzoli, in grado tuttavia di creare una originale atmosfera di fatale, ineluttabile disincanto. Al risultato di epico pathos collaborano la collaudata coppia sceneggiatore-attore: Huston col Falcone maltese aveva cominciato a cambiare ruoli e carriera di Bogart, portandolo da gangster incallito a eroe crepuscolare. Crudelmente (e sardonicamente) speculari la prostituta fedele di Ida Lupino (attrice di rara intensità) e "l'ingrata" ragazza zoppa di Joan Leslie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'espressione di Bogey quando Velma le presenta il suo moroso; tutta la parte finale dell'inseguimento sulla Sierra; ida Lupino e il cane.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 3/1/18 0:11 - 1915 commenti

Non è certo la storia (già vista) a renderlo memorabile, bensì la prova dei protagonisti. Bogart è perfetto nel ruolo dell'outsider, esiliato da ogni comunità o ambizione sociale, schiacciato fra due amori egualmente impossibili e costretto nel finale a rifugiarsi verso la purezza e la rarefazione delle vette (come tutti i ribelli, King Kong incluso). Ida Lupino, molto bella, si ritaglia una parte complementare e assai più sofisticata nelle sfumature psicologiche (come quando invoca la morte liberatrice per l'uomo che ama). Classico.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Maxx g 20/11/16 20:36 - 364 commenti

Noir con protagonista un Bogart sicuramente in forma, ha il pregio di catturare l'interesse dello spettatore, anche se la trama e lo svolgimento della stessa non sono propriamente coinvolgenti, a metà tra il melò e il thriller. L'attore americano sfodera il suo solito talento, ma i comprimari non sono certamente da meno. Il doppiaggio è efficace, la fotografia e le musiche valide. Merita una visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)