Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SUGGESTIONATA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/6/08 DAL BENEMERITO UOMOMITE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Marcolino1
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Ciavazzaro
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Uomomite


ORDINA COMMENTI PER:

Ciavazzaro 1/11/10 20:15 - 4720 commenti

Interessante dramma-psicologico con venature gialle. Il cast di tutto rispetto fa un buon lavoro, dalla Scola assassina alla Giorgi mogliettina giovane e fedele sempre pesantemente truccata (roba che manco un clown!). Ferzetti molto misurato. Il finale, se non del tutto inaspettato, risulta abbastanza inquietante e ben girato. Belle le musiche di Carlo Savina, che una volta tanto non ricicla brani da Contronatura. Da riscoprire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bagno non previsto, il precipizio.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Marcolino1 25/10/16 22:25 - 358 commenti

Una solitaria protagonista, una normalitÓ apparente adombrata da paurosissimi sdoppiamenti di personalitÓ. Qui si vede come i figli assorbono i comportamenti dei genitori, agendo inconsapevolmente come loro, amplificandoli e trasformandoli, nello specifico caso iperbolico ed estremo, in istinto omicida. La "suggestionata" protagonista, sotto l'influsso della "suggestione" (titolo alternativo della pellicola) del paterno rancore non potrÓ che infierire contro esseri fragili come lei.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La protagonista prova l'arma del delitto su se stessa e gioca a fare la mamma con le bambole, per poi distruggerle.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)

Uomomite 2/6/08 0:37 - 175 commenti

Sul fatto che Alfredo Rizzo fosse un regista, a dir poco, incapace, non ci piove. Eppure questa pellicola riesce a emanare un fascino malsano realmente disturbante. Gran parte del merito Ŕ da attribuire alla magnetica presenza di Gioia Scola, nel ruolo di una ragazzina perversa che divide il suo tempo tra giochi innocenti ed efferati omidici. Efficace Giampiero Albertini, padre rozzo e moralmente infimo. L'inquietante ambientazione tra i boschi fa il resto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incipit con la Scola che fa il bagno nuda nel lago Ŕ da brividi. Vale da solo tutte le docce della Rizzoli.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)